SANGA EXPO’

Il PONTE CASA D’ASTE MILANO si presenta all’EXPO’ di Milano. Veste MACRON STORE, viaggia con MONDOMALDIVE e si ritrova presso il L’OV MILANO di viale Premuda 14. E’ un po’ come essere nel quartiere So-Ho della New York anni ‘30, con un arredamento e un gusto che ti fanno riassaporare il fascino della vecchia Milano. Innovazione e Tradizione, Gusto per i Sapori ma, soprattutto, il Sanga Milano si ritrova con un gruppo dinamico e veloce che mira all’eccellenza, sfruttando anche piccole pause di riflessione, perché dopo tanto lavoro in palestra, un sano momento di relax, in un ambiente chic, retrò e internazionale allo stesso tempo, diventa quella ricarica necessaria per raggiungere quegli obiettivi di così alto profilo, a cui tutti noi miriamo senza mezzi termini.

E’ stato un week end di grande energia, quello che Il Ponte Casa d’Aste Milano ha affrontato. Presentazione delle giovanili all’Expo’ di Sabato, e prima partita della Coppa Lombardia a Broni con la serie A, mentre le nostre U18, vestite con la maglia del Canegrate di serie B, ben figuravano in finale al Torneo organizzato dalla rinata Pool Comense.
Grande divertimento e promozione del basket femminile nel corner Fip, accanto al padiglione degli Emirati Arabi. Tornei di 3Vs 3 in tutte le categorie, mentre a Broni la nostra Prima Squadra annichiliva le cugine del Carugate con un perentorio +30 a cinque minuti dalla fine (75-55 finale), che decretavano si la vittoria del Sanga, ma anche che queste partite di settembre danno indicazioni da non prendere per oro colato. Troppo brutta Carugate per essere vera, e mancava anche della straniera greca.

Domenica sveglia presto e presentazione del Ponte Casa d’Aste, insieme alla Fassi Albino. Presenti la Consigliera Nazionale Responsabile del Femminile in Italia Angela Albini , e Alberto Bellondi per il CRL Lombardo. Una visita preziosa in un evento di organizzazione mondiale, ma stancante oltre misura, considerata la trasferta di Broni del giorno prima. Infatti il Sanga esce sconfitto da un ottimo Albino, in cui Fumagalli & Co sfruttano una giornata straordinaria da tre (12 le bombe), per vincere 68-54. Dopo un traumatico inizio con Albino sopra 18-2 all’ottavo minuto del primo quarto, il Sanga reagisce e arriva a -5, ma anche la fatica della bella vittoria del giorno prima si fa sentire.

E’ Coach Pinotti che sintetizza: “Siamo al lavoro da 27 giorni, e siamo sul “pezzo”, ma c’è ancora da lavorare su molti dettagli. Questa sarà una sconfitta salutare, se sapremo sfruttarla per migliorarci. Talento e Capacità non mancano. Il campionato è ancora lontano. Abbiamo tutto il tempo per farci trovare pronti sabato 10 ottobre contro Selargius Cagliari. Sono molto soddisfatto del lavoro svolto a oggi. Il gruppo è una garanzia. Da sottolineare la bella organizzazione di questo 1° Trofeo Coppa Lombardia, tutte le sei società stanno lavorando molto bene sul territorio, e questa nuova sinergia darà ottimi frutti.”

Ufficio Stampa Sanga Milano

Inizia il 1° Trofeo Coppa Lombarda di serie A2

Sabato 19 settembre passerà alla Storia del Basket Lombardo come la data del ripristino di una vecchia tradizione. Il 1° Trofeo Coppa Lombardia vedrà di fronte tutte le sei agguerrite formazioni lombarde di serie A2 Femminile. Saranno sfide all’insegna della promozione del basket femminile, ci saranno anche tornei tra settori giovanili, in cui gli allenatori proveranno ad affinare le soluzioni ideali per affrontare il girone Nord Italiano. Girone Nord finalmente tornato a un campionato credibile con 14 squadre, che si sfideranno da ottobre a maggio, per definire le due regine che sbarcheranno nella serie maggiore.

Singolare la formula della Coppa Lombardia. Due gironi con da una parte Sanga Milano, Carugate e Albino; e dall’altra Broni, Crema e Costamasnaga, che si sfideranno in due week end, in quattro luoghi diversi.

1) BRONI – Sabato 19 settembre si giocherà al Pala Brera con questo programma:
– Ore 18.00 Sanga Milano-Carugate e alle 20.30 Broni-Crema

2) CREMA – Domenica 20 settembre si giocherà nella palestra di Via Pandino:
– Ore 18.00 Albino-Sanga Milano e alle ore 21.00 Costamasnaga-Crema

3) CARUGATE Sabato 26 settembre nel palazzetto in Corso Europa a Pessano:
– Ore 17.00 Broni-Costamasnaga e alle ore 21.00 Carugate-Albino

4) COSTAMASNAGA – Domenica 27 settembre tutte le FINALI in Via Verdi:
– Ore 15.30 Finale 5° e 6° posto
– Ore 18.15 Finale 3° e 4° posto
– Ore 21.00 Finale 1° e 2° posto

Queste le dichiarazioni dei sei protagonisti che hanno fortemente voluto questo importante evento tutto al femminile:

Fulvio Birolini (Albino) – “Penso che possa essere l’inizio di una fattiva collaborazione tra Società Lombarde serie e con le idee chiare. Aver riattivato il Trofeo Lombardia (ndr il “vecchio” Trofeo Lombardia è custodito nella ns bacheca, in quanto vinto all’epoca) ci rende molto orgogliosi e certi di poter aumentare e valorizzare le nostre Atlete e relative Società nonché la visibilità del Basket Femminile Lombardo.”

Fabrizio Ranieri (Costamasnaga) – “Vorrei diventasse un appuntamento fisso, che potesse fare da traino alla parte amatoriale del nostro movimento. La speranza è che nascano sinergie con il maschile, magari fondendosi nell’organizzazione ad alto livello mediatico, per creare un evento a tutto tondo.”

Paolo Manclossi (Crema) – “L’idea condivisa da tutte le società di A2 vuole, oltre che essere uno stimolo per il Comitato Regionale Lombardo e l’occasione per dare visibilità al movimento, dimostrare ancora una volta la nostra volontà nel voler essere una presenza importante nella regione. Deve diventare un appuntamento dell’agenda femminile.”

Paolo Gavazzi (Carugate) – “Siamo molto soddisfatti non solo per il Trofeo, ma per l’unità di intenti delle società di basket femminile lombarde. Speriamo non un traguardo ma l’inizio di una vera e propria collaborazione.!”

Bruno Caraffini (Broni) – “La nascita di questa Coppa Lombardia deve essere intesa come una vetrina. L’occasione per presentarci e far conoscere il campionato femminile, al maggior numero di persone. Vogliamo arrivare al pubblico, anche a quello che solitamente non segue il basket.”

Franz Pinotti (Sanga Milano) – “Questa è una grande occasione che dimostra come solo l’unità delle società possa davvero cambiare il sistema. Non dobbiamo aspettare che dall’alto ci “cadano” le cose. Dobbiamo, insieme e ben strutturati e organizzati, creare eventi che promuovano ciò che più amiamo. Sono i grandi eventi che valorizzano e toccano il Cuore e le Emozioni della gente. E noi ai Valori e alle Relazioni ci crediamo da sempre. Al centro del progetto deve starci la persona mentre il “contorno”, l’organizzazione, deve esserne all’altezza.”

Chiudiamo con la “benedizione” della Consigliera Nazionale, ma di origini Lombarde, Angela Albini:
“Mi auguro che questa bellissima iniziativa sia il primo passo per far diventare il campionato di A2 in Lombardia il motore del movimento, un campionato qualificato e tecnico capace di “lanciare “ e dare spazio alle giovani che escono dai settori giovanili. Bella l’idea di legare anche tornei giovanili, dà proprio senso di continuità. Un grande in bocca al lupo per la stagione che va a iniziare.”

Ci trovate anche su Facebook, oltre che in tutti i siti internet delle società lombarde.
GSD Edelweis Albino – ASD Basket Costa – Basket Team Crema
ASD Pallacanestro Sanga Milano – ASD Carugate – Broni 93

Il Sanga si presenta all’EXPO’

Domenica 20 settembre Il Ponte Casa d’Aste Sanga Milano, presenterà la sua giovanissima formazione (età media vent’anni) che affronterà il campionato nazionale di serie A2, all’EXPO’ di MILANO. Esordirà poi in campionato, giocando la prima partita in casa sabato 10 ottobre alle ore 17.30, presso il nuovissimo Pala Iseo di Milano.

Riflettori sul Pivot, nazionale portoghese, Lavinia Joao Gomes da Silva. Non altissima (cm. 187) ma un concentrato di forza fisica e atletica, avrà l’onere e l’onore di guidare una formazione che farà della velocità e del contropiede l’arma più importante della stagione. #sangababypower, non a caso, l’hashtag coniato appositamente per questo gruppo fortemente voluto da Massimo Bianchetto e Franz Pinotti, dopo un intenso e alacre lavoro estivo. Giulia Maffenini, Martina Picotti, Federica Pozzecco e Roberta Martelliano sono le facce nuove, insieme a Lavinia e alle numerose giovani, che dovranno farsi amare dal pubblico milanese.

C’è grande entusiasmo al Sanga Milano quest’anno, molte nuove atlete con talento e idee chiare. C’è fame. Voglia di emergere, insieme alla voglia di divertirsi che non deve mai mancare. Tre i gruppi Senior: Serie A2 Sanga Milano, Serie B (le U20 che giocheranno Senior come Canegrate), e la Serie C con un gruppo “tosto” cresciuto nella cantera del San Gabriele Basket.

Sabato 19 settembre dalle ore 17.00 alle ore 19.00, aperitivo con la rivincita del Campionato Regionale U14, tra le 2001/2002 di Sanga Milano e Canegrate, sul campo al Decumano principale fra i padiglioni di Azerbaigian e Kazakistan presso l’Expò.

Domenica 20 settembre alle ore 14.00 Presentazione della serie A2, ma anche delle U18 e U20 che giocheranno come Canegrate nel campionato regionale lombardo, e la serie C di San Gabriele.

Dalle ore 15.00 alle ore 17.00 Torneo 3Vs3 sul campo allestito dal Crl della Fip Lombarda.
E’ una grande occasione per visitare una manifestazione che promuove Milano e l’Italia nel Mondo. Una riflessione che riguarda tutti da vicino, l’alimentazione e l’utilizzo delle risorse, un argomento che tocca da vicino la vita di uno sportivo. Ma è l’occasione di promuovere la Pallacanestro Femminile, e in questo il Sanga Milano è sempre in Prima Fila.

GRAZIE SILVIA!

Sette anni consecutivi della propria vita, nella stessa società sportiva e ad alto livello, non sono per niente scontati. Per questo scrivo questa lettera pubblica, evitando un laconico e comunque triste comunicato stampa.

Silvia Gottardi, Air Got, The Princess, La Frizzantissima, l’Esploratrice di Donne al Volante, semplicemente per noi IL CAPITANO, ha scelto di dare, giustamente, priorità alla professione lavorativa e per questo ci lascia. Dice che giocherà “più ludicamente” da oggi in poi, ma non mi stupirebbe se riuscisse a portare la sua nuova squadra anch’essa in serie A2. E’ un’agonista nata. Lo ha già fatto con noi, guidandoci non solo alla vittoria del 23 maggio 2009 al Pala Lido di Milano davanti a millecinquecento persone (credo un record per la serie B Femminile); ma partecipando alla stagione più straordinaria del Sanga Milano in A2, quella della salvezza nel primo anno di ricostruzione 2010/2011, di cui serbo con grande orgoglio sia il pallone firmato da tutte le giocatrici, che la fotografia dello splendido abbraccio finale con il Capitano. Stagione in cui Silvia è stata la miglior marcatrice italiana di tutta la serie A2.

Certo, di “passaggio” abbiamo anche disputato una Finale Nazionale per la promozione in serie A1, un’altra grande stagione (2012/2013), persa dopo due tempi supplementari e pochi punti; ma tutti i sette anni di Silvia al Sanga sono grondanti di Emozioni, Entusiasmo e Massimo impegno agonistico. Abbiamo condiviso, nella squadra e come società, anche tante fatiche, momenti felici e momenti difficili, anche momenti drammatici come la scomparsa della madre Eleonora, una signora meravigliosa, elegante, di alto profilo spirituale. Sono grato alla Famiglia Gottardi, Alfredo in primis, per averci accompagnati con la loro saggia esperienza ma soprattutto con la loro passione contagiosa, sempre positiva. I loro posti sulle nostre tribune saranno per sempre un punto di riferimento prima dell’inizio della partita casalinga.

Gottardi giocatrice, nei numeri è “tanta roba”. Sarà impossibile superarla in tutti i record stabiliti in maglia Sanga. Certo da oggi comincia la “caccia” l’inseguimento del mito, da parte delle nostre giovani. Ciò che è più importante è la sua eredità per le nostre ragazze: la professionalità di una giocatrice che diventa leader con l’esempio concreto in palestra e sul campo. Non sono molti questi campioni. Mi ricorda Baresi al Milan, Bergomi all’Inter, Scirea alla Juve. Bandiere!
Forse ancor di più il Magic Johnson dei Los Angeles Lakers…

Silvia è finalmente diventata quel “personaggio” positivo e competente per il basket femminile che, lo spero con tutto il cuore, potrà diventare importante per tutto il nostro movimento. Sarebbe cosa buona e giusta se Silvia ricevesse un incarico di prestigio nella Comunicazione della Federazione al Femminile. Negli anni del Sanga lo abbiamo ripetuto molte volte, e per noi è stata la Testimonial perfetta, Silvia ha dimostrato con i fatti di essere capace nel ricoprire questo ruolo. Speriamo se ne accorgano anche “nella stanza dei bottoni”.

Silvia ci mancherà, non solo in campo. Ma abbiamo imparato che la fine non esiste, c’è sempre e solo un cambio di stato. Il cambiamento, a volte anche la difficoltà, è un’occasione per diventare migliori, percorrendo nuove esperienze che ci arricchiscono. E’ importante quello che lasciamo. E Silvia ha legato una parte meravigliosa della propria vita al Sanga, ed è per questo che tutti noi del Sanga Mondo, diventato in rete Sanga’s Tigers, possiamo solo esserle grati e dirle semplicemente:
“Grazie Silvia, ti auguriamo tutto il Bene possibile”  

Quando Silvia deciderà di smettere veramente, se lo vorrà, noi saremo pronti a organizzarle il miglior Evento-Partita possibile, per offrirle il giusto “Omenaje” come lo chiamano gli Spagnoli.

Franz Pinotti e tutto il Sanga’s Tigers Mondo

Il SangaBaskin è Campione d’Italia!

Abbiamo lasciato passare un po’ di tempo ma la sostanza non cambia, la nostra squadra di baskin, il SangaBaskin è CAMPIONE D’ITALIA.

L’obiettivo stagionale era la qualificazione alla Rassegna Nazionale, raggiunta dagli Orange vincendo la sezione territoriale Lombardia Nord nel triangolare di playoff con Le Pantere di Cinisello e Rho. Qualunque risultato avessero ottenuto alle finali i ragazzi del duo Anzivino-Berti sarebbe stato un successo.

Ma vincere piace a tutti e così il girone con Rho, Avola e Aosta (squadra campione in carica), non spaventa i milanesi che con il coltello tra i denti affrontano le tre partite con grinta e determinazione.

Archiviato l’esordio di venerdì sera con Rho, il sabato mattina gli Orange affrontano i Superabili di Avola, squadra che nella partita di venerdì sera aveva messo a referto 101 punti. Una grande difesa impedisce ai siciliani di andare spesso nell’area piccola e anche la seconda partita si conclude a favore del Sanga.Ultimo impegno del girone per decidere chi giocherà finale per il primo e il secondo posto è la partita contro Aosta.

È una partita tirata, avvincente, entrambe le squadre giocano duro, per vincere. A due minuti dalla fine Aosta scappa a più 11 ma il Sanga non molla: tra falli sistematici e ricerca continua del pivot gli Orange recuperano lo svantaggio grazie ai punti del bomber Nasser. A 2 secondi dalla fine il punteggio è in parità, due tiri per Bob Anzivino che fa 0/2 ma fa suo il rimbalzo e con un jumper dalla media regala a sè e ai suoi la vittoria.

Ebbene si, siamo in finale! Possiamo diventare i Campioni d’Italia!

Gli avversari sono i ragazzi marchigiani di Urbania. Il palazzetto domenica mattina è gremito, tanti i tifosi Orange sugli spalti: amici, parenti, addirittura alcuni avversari! La voglia di provare a vincere dei milanesi è incontenibile è messo il naso avanti una volta mantengono sempre la testa della partita. I nostri pivot sono efficaci, i nostri ruoli 3 confondono gli avversari, i 4 contengono bene i pari ruolo avversari e i 5 guidano con pazienza la manovra offensiva. Alla sirena finale è festa grande, è scudetto, siamo i Campioni d’Italia.

Dopo un anno travagliato, passato a litigare con i canestri, a cercare nuovi innesti per la squadra, a lavorare duramente in palestra è il giusto riconoscimento alla passione e all’impegno messi in questo importante progetto.

Emozionato e soddisfatto Coach Roberto Bob Anzivino al termine della manifestazione: “Non abbiamo mai perso una partita, ci siamo guadagnati questo scudetto ed il titolo di Campioni d’Italia per i prossimi due anni. La realizzazione di questo affascinante risultato è stato interamente merito del gruppo. In questi anni all’interno della squadra si sono aggiunti sempre più giocatori che incuriositi da questo sport si sono subito appassionati. Il gruppo con il passare dei mesi oltre ad aumentare si consolidava. Ogni partita era un terzo tempo, ogni vittoria una festa, ogni momento era buono per stare insieme. La squadra a breve è diventato un gruppo di amici dentro e fuori dal campo e ciò che li accomuna è la grande passione per questo sport.

Grazie alla tenacia del gruppo abbiamo oltrepassato  ogni ostacolo e risolto ogni problema arrivando pronti sia fisicamente ma soprattutto mentalmente all’obiettivo più ambito: il tricolore. Le partite sono state combattutissime e ricche di colpi di scena ed i campioni alla fine si sono dimostrati insuperabili. La forza di questa squadra è anche avere tanti amici e parenti sempre numerosi e sempre presenti agli allenamenti e alle partite, rendendo il clima ancora più sereno e familiare.

Durante l’anno insieme ad Alessandra Calastri ed Antonio Berti abbiamo cercato le migliori tattiche di gioco per la squadra, schemi offensivi e difensivi innovativi, molte volte abbiamo commesso degli errori, ma gli errori vanno fatti per poterli poi correggere cercando di raggiungere la perfezione del gioco. Il traguardo non è essere i campioni d’Italia, quando c’è un traguardo c’è un arrivo, quando c’è un arrivo non si gareggia più. Noi continuiamo a giocare, a crescere, cercando obiettivi individuali sempre più entusiasmanti, per il gusto di farlo, per oltrepassare i nostri limiti, per divertirci e continuare a sognare. Non ci fermiamo, anche questa estate ci esibiremo in giro per l’Italia, diffondendo il nostro piacere di stare assieme giocando a Baskin. 

Aver ricevuto il premio per il miglior allenatore di Baskin d’Italia è stato un onore, vuol dire che insieme al mio team abbiamo e stiamo lavorando molto bene, grazie a loro sono cresciuto ed il merito è soprattutto loro. Il premio più grande resterà sempre il poter allenare delle persone pure, straordinariamente uniche e speciali come i miei giocatori…e questo premio non potrà mai togliermelo nessuno!

Presente a queste finali anche Franz Pinotti a rappresentare tutto il Mondo Sanga’s Tigers: “Quando siamo partiti, quattro anni fa grazie all’intuizione di Mariangelo Maiocchi, eravamo pieni di entusiasmo ma mai avremmo pensato a una gioia così grande. Il BASKIN non solo è una rivoluzione positiva dello Sport, ma ciò che più si avvicina a un modello di società perfetta, in cui tutti possono portare il proprio contributo, mantenendo alto sia il livello agonistico che quello dei valori sociali.

Invitiamo tutti ad andare a conoscere il Baskin e i nostri Sanga-atleti domenica 5 luglio a partire dalle 20 al torneo di Binzago (oratorio S. Luigi, via Manzoni 21 a Binzago di Cesano Maderno) dove si svolgerà una partita-dimostrazione di questo magnifico sport.

5° posto alle Finali Uisp di Cesenatico per i Tigers Platinum

Il racconto delle Finali di Coppa Italia Uisp Platinum scritto direttamente dai protagonisti:

Dopo le finali di Bernareggio di fine maggio quasi non ci credevamo: ma allora andiamo? Siamo sicuri? Ma dobbiamo vincere la prossima? 

Ormai è da quando siamo nella Lega Uisp Platinum che sentiamo parlare delle finali di Cesenatico: erano sempre nell’aria, ci siamo sempre arrivati vicino, più volte sfiorate, ma mai raggiunte. Erano la nostra chimera. Sì, erano, perchè finalmente quest’anno ce l’abbiamo fatta! Dopo la vittoria nella finale dei playoff contro Vigevano, stacchiamo il pass per rappresentare la Provincia di Milano nella Coppa Italia di Cesenatico. Il gruppo dei “Guasconi” risponde subito alla grande. Nonostante non sia un gruppo di adolescenti, raccoglie 12 giocatori e un accompagnatore. Finalmente il 12 giugno si parte (alla fine i giocatori sono 9 con il mitico MMM che ci supporta), ci si organizza con le macchine, le ferie, le mogli e verso pranzo ci troviamo tutti nelle acque cristalline di Cesenatico; ci scaldiamo tra beach volley e frisbee e poi tutti in campo alle 19.45.

La prima partita è contro GSO Arese, squadra esperta che le tigri domano nei primi due quarti; al rientro dagli spogliatoi, gli avversari ci rubano il talento stile Space Jam e ci rifilano 50 punti in due quarti e, segnando da ogni dove, ci condannano alla prima sconfitta. Non ci abbattiamo e per ricaricare le pile si va tutti allo storico Molo 95 di Cesenatico dove teniamo alto l’onore.

Dopo poche ore è già ora di giocare la seconda partita e questa volta riusciamo a mantenere la concentrazione per tutta la partita, vincendo abbastanza agevolmente contro Olimpic Team. Dopo la partita c’è sempre spazio per le sfide a beach volley e le gare di tiro: non si molla mai! 

Alla sera ci imbuchiamo ad una festa in spiaggia dove c’è mezza Romagna ed anche un po’ di Emilia a ballare in pista: dobbiamo fare riscaldamento ballando perchè alle 10.45 è ora dell’ultima partita, la finale per il quinto posto.

Gli avversari sono gli ostici giocatori di Arcore; la partita è molto tirata, sempre punto a punto e, nonostante sia la terza partita in tre giorni, è molto combattuta fisicamente. Si arriva al supplementare e grazie alla compattezza del gruppo, tiriamo fuori le nostre zanne e vinciamo!! Premiazione, ultima piadina e birra e poi tutti a casa con la nostalgia di un bellissimo weekend insieme, volato via all’insegna dell’amicizia e dello sport.

Grazie ai “Tigers Guasconi” che sono venuti e a quelli che ci hanno supportato da casa; questa bellissima esperienza di squadra sia da sprone per raggiungere ancora questo obiettivo e miglioraci anche il prossimo anno.

Bravi quindi ai nostri ‘ragazzi’ del Platinum, appuntamento a settembre per provare ad arrivare anora più in alto!

Al via le Finali Nazionali di Baskin: il Sanga c’è!

Inizia oggi tra Rho e Cinisello la seconda Rassegna Italiana di Baskin, che vale come finale nazionale dal momento che vi predonono parte le 8 formazioni meglio classificatesi nelle circoscrizioni di Baskin di tutta Italia.

Due settimane fa al concentramento di Bollate il Sanga Baskin ha ottenuto il pass per questa manifestazione e oggi scenderà in campo contro i padroni di casa della Pol. San Carlo Rho (palla a due alle 18.30 in via dei Cornaggia, Rho). Le altre formazioni quaqlificate per la Rassegna Italiana sono Monte Emilius Aosta, Superabili di Avola, Doubleface Urbania, Sansebaskin e Team Baskin di Cremona e l’ottava squadra è la vincitrice della circoscrizione dell’Emilia Romagna. La formula di svolgimento delle finali prevede due gironi all’italiana formati da 4 squadre con 3 partite garantite a tutte. Al termine della fase a gironi le prime due classificate giocheranno la finale per il primo posto, le seconde di ciascun girone si sfideranno invece nella finalina per il 3 posto.

Le partite si giocheranno sui campi di Rho in via dei Cornaggia e via S. Di Giacomo (che domenica ospiterà la finale 3°/4° e 1°/2° posto) e al Pala Allende di Cinisello Balsamo.

Testimonial della manifestazione sarà Daniel Hacket, playmaker dell’Olimpia EA/ Milano, sempre presente ai grandi eventi legati a questo magnifico sport. Anche questa volta Daniel dovrebbe, compatibilmente con gli impegni di post season, far visita agli atleti coinvolti in queste finali nazionali.

 

Minibasket – Aquilotti 2005 secondi al Torneo Città di Trento!

Bellissima esperienza per gli Aquilotti 2005 targati Sanga’s Tigers (mix di bimbi provenienti dai centri  di Frigia, Trotter e Cesalpino) a Trento che sfiorano la vittoria finale, classificandosi secondi dietro ai pari età della Dolomiti Energia Trento. Ma vediamo com’è andata nel dettaglio.

7 le squadre partecipanti:
– Mb Gardolo
– Tezenis Verona
– Mb Trento
– Arcobaleno Basket
– Sanga Milano
– Bufali Cernusco sul Naviglio
– Virtus Alto Garda

Girone all’italiana con classifica finale, partite che durano 3 tempi da 6 minuti ciascuno.
I nostri bimbi, capitanati per l’occasione da Coach Mattia, si dimostrano carichi fin da subito (anzi fin dal giorno prima.. :D) e, per nulla stanchi dalla sveglia suonata presto, battono senza fatica il MB Gardolo per 3 tempi a 0 (1-13) (0-14) (0-16) con belle giocate di squadra e tutti i bimbi che rispondono “presente” a referto.

Breve pausa e altra partita, stavolta contro il basket Cernusco.
La partita si dimostra subito combattuta: il primo quarto ci vede vincitori mentre il secondo, nonostante una buona partenza, ci vede soccombere di 6 lunghezze. Il terzo e decisivo quarto ci vede vincitori, grazie ad un migliore gioco di squadra e di lettura delle situazioni di gioco.  (6-13) (14-8) (2-15)
Il morale è a mille, e il pranzo incombe: meritato riposo e quattro partite che aspettano i nostri bimbi nel pomeriggio (di cui 3 una in fila all’altra)

La prima delle partite pomeridiane ci vede affrontare la Tezenis Verona: nonostante il lauto pranzo i nostri bimbi non paiono appesantiti e vincono tutti e tre i tempi (1-4) (4-8) (4-8)
Breve riposo e arriva la prima delle 3 partite consecutive, che ci vede protagonisti contro la Virtus Alto Garda. Anche in questo caso vittoria 3 tempi a zero, con un gioco ormai rodato e a tratti spettacolare, con tutti e 12 i giocatori a referto. (4-28) (2-13) (3-24)

A seguire la partita contro Trento, che ha tutta l’aria di essere la sfida decisiva per il primo posto.
Il primo quarto ci vede vincitori per 6-4, mentre il secondo viene perso 2-8.
Nell’ultimo e decisivo quarto entrambe le squadre, stanche dalla giornata, hanno poco feeling con il canestro e si conclude in pareggio 2-2. Partita dunque pareggiata, ma vinta da Trento per differenza canestri 10-16.

L’ultima partita del giorno ci vede avversari dell’Arcobaleno Minibasket.
Primi due quarti vinti con il minimo scarto (entrambi 4-2) e passerella finale nell’ultimo quarto in cui i nostri avversari vengono travolti con il punteggio di 3-28.

L’unica speranza per arrivare al primo posto era data dalla possibilità che Cernusco battesse Trento, ma i Bufali non ci fanno il favore e perdono 2 tempi a 1.

Arriva così la premiazione finale, con premi per tutti i partecipanti (bellissimo spot per lo sport) e le foto di rito.

Soddisfatto Coach Mattia: “Nonostante la stanchezza i sorrisi dei bambini non si sono mai spenti e, anzi, sono stati resi ancora più lucenti dall’esperienza della giornata  trascorsa e dalla consapevolezza di essere un gruppo formidabile, anche grazie al lavoro degli istruttori di ogni gruppo in palestra e dal supporto delle famiglie, che si sono dimostrate ancora una volta parte integrante del lavoro effettuato durante l’anno. Voglio menzionare da ultima, ma non per importanza, la bellissima organizzazione del torneo: la formula del “girone all’italiana”, le premiazioni che hanno visto coinvolte tutte le squadre, il fascino del giocare al PalaTrento, i gadget forniti e il pranzo organizzato sono stati tutti piccoli pezzi di una bellissima giornata. Per questo voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a regalare queste belle emozioni ai bambini.
È sicuramente un’esperienza da ripetere nei prossimi anni proprio per la positività e per il clima creatosi durante le ore in palestra.

La 12 Ore del Mondo Sanga’s Tigers

Per sabato 06 Giugno il Mondo SANGA’S TIGERS organizza una 12 ore di Basket che vedrà coinvolti tutti gli atleti del SangaMondo, dal minibasket alle squadre senior, una sorta di grande ALL STAR GAME, con tanto di punteggio complessivo tra i due squadroni che formeremo.
Ci sembra un bel modo per concludere la stagione agonistica 2014/15 e per trascorrere una giornata tutti insieme, all’insegna dello Sport e dell’Amicizia, per unire tutte le nostre componenti in un’anima sola.

La sede prescelta è il PalaFrigia di Via Frigia 4, una seconda casa per tutti i nostri atleti.
Lo spazio riservato ai gruppi senior è aperto anche ad amici e conoscenti che vogliano unirsi ai nostri tesserati per la partita che concluderà la giornata.

Per tutto il giorno verranno assicurati da i GENITORI ATTIVI e dalla SCUOLA ITALO CALVINO iniziative organizzate dai Genitori e dagli Insegnanti insieme ai ragazzi. Non mancheranno prelibatezze in cucina, oltre alle buonissime salamelle…

Questa la suddivisione delle 12 ore:

10-11: Pulcini e Paperine
11-12.30: Scoiattoli e Libellule
12.30-14: Aquilotti e Gazzelle
14-15.30: Esordienti
15.30-17.30: U13-14-15
dalle 17.30 in poi: U17-19-Senior

Tra un ‘blocco’ e l’altro sarà possibile iscriversi e partecipare alla gara del tiro da 3 punti.
Al termine di ogni partita merenda per tutti e per questo siamo tutti invitati a portare qualcosa da condividere.

1° Torneo Spring Tigers EXPerience – Intervista a Mipo

Pubblichiamo una breve intervista a Mipo, istruttrice del gruppo Esordienti 2003 insieme a Raffo e Simone, gruppo che si è classificato secondo alla prima edizione del Torneo Spring Tigers EXPerience.

L’organizzazione del torneo è stata sicuramente un grande sforzo di tutto lo staff. Come pensi sia andata?
Mipo: È stata sicuramente un’esperienza di sport, di divertimento, di valori, di gruppo. Insomma un’esperienza di vita. Sono stati due giorni intensi e stancanti ma sicuramente formativi. Abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con squadre al nostro livello e anche di livello superiore, come Pegli, contro la quale in finale si sono viste comunque delle belle cose.

Il torneo può considerarsi una conclusione dell’anno sportivo 2014/15 per il gruppo ESO in un clima di festa, sport e amicizia, sei d’accordo?
Mipo: Sì, è stato bellissimo vedere come in questo anno i ragazzi abbiano formato un Gruppo, una Squadra, unita, solidale, coesa. È stato emozionante vedere i ragazzi non convocati sempre presenti, per fare il tifo per la propria squadra.
È stato magico vedere come bambini di città diverse diventassero amici in breve tempo, complici fuori dal campo ma competitivi in campo. Questo è lo sport!
Allo stesso modo è stato gratificante vedere che durante quest’anno i ragazzi hanno imparato
tantissimo e l’hanno messo in pratica, evidenziando notevoli miglioramenti sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista globale, del gioco.

Sei arrivata alla fine di un ‘ciclo’ con i 2003. Cosa ci dici di questo gruppo?
Mipo: Personalmente voglio ringraziare i miei ragazzi, mi hanno dato tanto e mi hanno fatto crescere. Li porterò sempre nel cuore e mi mancherà lavorare con loro in palestra. Un gruppo che lavora e non si lamenta mai, che suda con il sorriso, sempre pronto a mettersi in gioco e a imparare cose nuove. Un gruppo che ogni istruttore vorrebbe avere.

Parlando delle partite disputate, sei soddisfatta del risultato?
Mipo: Indipendentemente dal piazzamento, finalmente abbiamo giocato delle partite tirate, punto a punto, dove non si può calare un attimo di attenzione. Purtroppo in campionato non abbiamo incontrato squadre di pari livello e abbiamo avuto vita fin troppo facile. Ma tutto fa scuola. E questo ce lo insegna anche Pegli che, con grande entusiasmo, partecipa sempre a tutti i tornei, pur sapendo magari di essere di un livello superiore.
Auguro a questi ragazzi il meglio, sui campi e nella vita perché se lo meritano davvero.
Ospitare i ragazzi di Pegli, come anche essere da loro ospitati, è stata una esperienza di vita sia per i ragazzi che per i genitori che dovranno abituarsi perché nel mondo dello sport, del basket, dei tornei, funziona così! Devo dire comunque che abbiamo ricevuto ottimi risultati anche alla prima esperienza!!!
Per la finale non ce la siamo sentita di fare le convocazioni: tutti meritavano di partecipare, chi per un motivo chi per un altro, tutti meritavano di esserci. E credo sia stato giusto così!

C’è qualcos’altro da aggiungere?
Mipo: Sicuramente voglio ringraziare la Società per averci dato la possibilità di organizzare questo bellissimo torneo, i miei due fidati collaboratori Simo e Raffo per la pazienza e l’impegno profuso, tutti i genitori per la grande disponibilità dimostrata nelle diverse occasioni. Mi mancherà tutto questo!

Il Sanga Baskin alle finali nazionali di Rho dal 5 al 7 giugno

La squadra del Sanga Baskin raggiunge le ambite finali nazionali che si svolgeranno a Rho tra due settimane, 5/6/7 giugno.

Il bellissimo gruppo (di cui fa parte anche Alessandra Calastri, centro titolare del Sanga di A2 targato Il Ponte) guidato da Coach Antonio Berti e dal Coach/giocatore Bob Anzivino ha conquistato il pass per la fase finale del campionato vincendo il triangolare organizzato presso il PalaGoss di Bollate domenica 24 maggio.

Le vittorie contro Rho A e contro Le Pantere di Cinisello hanno permesso al Sanga Baskin di conquistare, per il secondo anno consecutivo, il titolo di campione della Sezione Territoriale Lombardia Nord.

Dopo il riposo concesso dallo Staff la squadra tornerà al lavoro giovedì 28 maggio e il giovedì seguente (4 giugno) presso la palestra del Trotter per preparare le finali nazionali. Esordio venerdì 5 giugno alle 17 contro la squadra padrona di casa.

In bocca al lupo a tutti i ragazzi e ricordate che… IL SANGA TI STANGA!

1° Torneo Spring Tigers EXPerience

Ci siamo presi qualche giorno di pausa per riprendere un po’ di energie e per far decantare emozioni e sensazioni! Sono stati due giorni decisamente intensi non solo di basket ma anche di incontri e di emozioni.
Il 1° Torneo SPRING TIGERS EXPERIENCE per il mondo Sanga’s Tigers è stato un insieme di “prime volte”:
– prima organizzazione di un torneo a 6 squadre in due giorni;
– prima volta in cui le famiglie dei nostri atleti ospitavano atleti di un’altra squadra e società;
– prima esperienza agonistica di “alto livello” per il gruppo Esordienti.
Insomma, c’era tanta carne al fuoco, un desiderio di fare una cosa ben fatta ma anche la paura di non riuscire a fare tutto come si deve. A freddo possiamo dire che seppure l’organizzazione dell’evento ci abbia coinvolto pesantemente, sia stata fonte di messaggi di ansia a qualsiasi ora del giorno e della notte, beh… siamo forse un po’ matti, ma vogliamo che diventi un appuntamento fisso!
Attenzione allenatori, istruttori, dirigenti, famiglie ed atleti… non è stato un unicum! La prima esperienza l’abbiamo fatta, ci siamo abituati al “meglio” e questo meglio lo vogliamo ripetere, e anzi ulteriormente migliorare.

In tempi decisamente ristretti siamo riusciti a convogliare sul PalaGiordani e sulla palestra di via Frigia sei squadre e società, da Milano e dintorni, Brescia, Piacenza e Pegli e con loro, oltre ai circa 70/80 atleti che hanno ruotato sui campi, anche, chiaramente, le relative famiglie. Dobbiamo soprattutto ringraziare le Società ospitate, i loro dirigenti e allenatori, le loro famiglie: senza la loro disponibilità tutto questo non sarebbe potuto accadere e a loro va un grazie sentito e un arrivederci alla prossima volta.
Ma anche le famiglie dei “nostri” atleti, che si sono prodigate nella accoglienza dei ragazzi di Pegli, nella preparazione di pranzi al sacco e colazioni, accompagnamenti tra Stazione e palestre, e nella gestione, a rotazione, della assistenza al tavolo sulle diverse partite: 14 genitori hanno dato la loro disponibilità a fare refertisti e segnapunti, altri 8 si sono trasformati in taxisti per prendere e riaccompagnare i ragazzi di Pegli alla stazione, una task-Force ha ricercato una pizzeria in grado di accogliere 80 persone al sabato sera. Sembrano dettagli, ma tutto questo ha comportato uno sforzo organizzativo non indifferente, per cui i ringraziamenti non sono una formalità, ma assolutamente veri e sentiti!

Così il Pres. Salvetti: “Penso che la cosa che maggiormente ci lascia soddisfatti sia il fatto che, seppure ci sia stata vera competizione, seppure ci siano stati momenti e fasi di gioco in cui tutti si puntava giustamente ad ottenere un risultato sportivo il più alto possibile, alla fine ci sono state soltanto facce sorridenti e alle premiazioni finali, ci siano stati sorrisi, urla e un momento di festa! Un ringraziamento sentito, quindi, ancora una volta, a tutti quanti hanno collaborato per la buona riuscita di questo torneo e un arrivederci al prossimo anno!

Questa la classifica finale:
1° – Pegli
2° – Tigers
3° – Peschiera
4° – Piacenza
5° – Minibasket nella Valle
6° – Soul Basket

Appuntamento al prossimo anno!