San Gabriele Milano Under20 Elite F: le tigri domano Biassono sulla sirena, si laureano bis campioni lombarde e volano a Roseto per le finali tricolori di Pasqua

Il San Gabriele Milano è per il secondo anno di fila campione lombardo Under20 femminile. Un traguardo prestigioso quello realizzato dalle tigrotte neroarancioni che hanno allungato la loro incredibile striscia vincente stagionale a ben 19 vittorie consecutive le ultime messe a segno proprio durante queste attesissime Final Four regionali che sono andate in scena al PalaIseo di Milano il 7 e 8 marzo. Una due giorni ricca di emozioni che non ha tradito le attese dei tanti tifosi e appassionati accorsi per vedere le quattro migliori formazioni lombarde di categoria.  Una due giorni che si è aperta subito nel segno del brivido con la prima semifinale di mercoledì che ha visto il successo in rimonta e al fotofinish di Biassono su Varese per 51-50. A seguire le tigrotte del Sanga erano attese dalla sfida contro il Castel Carugate. Una sfida che ha visto le ospiti controbattere e tenere testa nella prima parte alle detentrici del titolo che solo nella seconda frazione hanno preso in mano la gara chiudendo all’intervallo avanti di 13 (37-24). Carugate però ha avuto il merito di restare in partita e provare a riaprirla tornando a -10 al 30’ (50-40). Negli ultimi 10’ però le tigri di casa hanno sferrato la zampata decisiva chiudendo sul 64-48 che ha aperto loro le porte della finalissima. Proprio nel giorno della festa della donna sono quindi andate in scena in un PalaIseo esaurito le due attese finali. Un’emozione unica la sfida per il 3° -4° posto con un alternarsi di vantaggi e controsorpassi tra Varese e Carugate tanto che il verdetto finale è stato rimandato all’overtime dove sono regnati equilibrio e brividi fino agli ultimi secondi quando la squadra varesina di coach Lilly Ferri ha trovato il guizzo vincente che le ha regalato il podio e il passaggio diretto all’interzona del 20-21-22 marzo. Carugate invece quarta classificata lunedì 13 dovrà spareggiare contro Trieste per accedere ai gironi interzonali. Dopo le premiazioni di Varese e Carugate tutta l’attenzione si è spostata sull’attesa finalissima tra Sanga

e Biassono (formazione allestita in collaborazione con il Geas Sesto), una contro l’altra le due migliori squadre prime classificate nei rispettivi gironi: in palio non solo il titolo lombardo ma anche il passaggio diretto alle finali tricolori di Roseto a Pasqua. Un doppio obiettivo che ha reso la finale ancora più avvincente e tesa. Tensione che ha probabilmente bloccato il Sanga Milano partito contratto e troppo macchinoso tanto che Biassono ne ha approfittato per scappare via anche a + 8 grazie al trio Pusca-Ceccato-De Ponti. Sanga troppo brutto per essere vero ma che già nella seconda frazione ha iniziato a carburare scrollandosi pressione e tensione ma alzando l’intensità in difesa. Una trasformazione che ha prodotto anche un graduale recupero coronato con il sorpasso all’intevallo (38-36). Un vantaggio minimo condizionato anche dal problema falli soprattutto in cabina di regia con entrambi i play di casa Rossini e Giulietti in difficoltà. Una difficoltà evidente anche al rientro in campo quando Biassono ha ancora una volta iniziato meglio riportandosi avanti trascinato da Bonomi e l’immarcabile Pusca. In casa Sanga allora a suonare la carica ci hanno pensato l’ultima arrivata Susanna Toffali, in prestito da Alpo, e la compagna in azzurro Paola Novati

che con i loro punti hanno propiziato l’aggancio al 30’ (57-57) e di fatto aperto una nuova partita. Gli ultimi 10’ sono stati infatti palpitanti caratterizzati da vantaggi alterni, anche senza esclusione di colpi che hanno portato all’uscita per falli di molte protagoniste: da una parte Giulietti e Trianti hanno raggiunto Rossini out dal 25’, dall’altra Maniero e Bonomi. Si è arrivati così punto a punto al rush finale non adatto ai deboli di cuore: nell’ultimo minuto infatti Biassono trova il guizzo che la porta a +3 a 40” dalla fine.

Timeout Sanga che tenta il tutto per tutto: mentre Biassono fa 2/4 ai liberi, prima con Zighini acrobaticamente riduce lo svantaggio e poi con Perini in penetrazione impatta sul 65-65 a 16” dalla sirena. Tutto da rifare, tutto ancora aperto e time out Biassono. Rimessa e ultimo possesso ospite vissuo tra fiati sospesi e tensione a mille in tutto il PalaIseo: Sanga decide di difendere alla morte, Ceccato prova la bomba per il titolo che viene però respinta dal ferro. Rimbalzo catturato dal funambolo Zinghini che a 3” dalla fine lancia subito

un’elettrica Toffali che scappa via e a 1” decide di arrestarsi ai 9 metri per tirare la tripla della vita…canestro impossibile…che vale partita, titolo lombardo e finale nazionale. “Io ci ho provato, ho tirato per segnare perché ci credevo…per fortuna è andata bene”. Questo il commento a fine gara della sorridente mvp di queste finali che poi è stata sommersa dall’abbraccio di tutto il Sanga a centro campo.

Sanga in trionfo e poi premiato a dalla neo vicepresidente della Fip Mara Invernizzi che ha consegnato il trofeo a capitan Giulia Trianti. Una vittoria da film, indimenticabile che vale tantissimo per tutto il club nero arancione come ammette coach Andrea Piccinelli: “Innanzitutto però voglio fare i complimenti sinceri ai nostri avversari. Non c’è grande vittoria senza grandi avversari: prima a Carugate che ci ha tenuto testa con onore in semifinale e soprattutto a Biassono che ha giocato una grande finalissima e avrebbe meritato quanto noi il successo. So quanto fa male perdere in questo modo e quindi auguro alle ragazze di Biassono di ritrovarci a Roseto. So però anche cosa significa vincere in questo modo.. basta vedere la felicità negli occhi delle mie ragazze, una felicità attesa un anno che volevamo vivere dopo la beffa dell’interzona scorso. Una gioia che le ripaga del lavoro di due anni e le premia per una stagione fin ad ora giocata da protagoniste.. e il bello sta per arrivare. Sono sincero non abbiamo disputato delle grandi finali a livello di gioco perchè la pressione della posta in palio e il dover vincere ci ha forse bloccato mentalmente. Non nelle migliori condizioni però le ragazze non hanno mai mollato e ci hanno sempre creduto. Anche in finale quando con grandi problemi in cabina di regia siamo riusciti a restare in partita, tutte hanno dato qualcosa e portato energia alla causa. Il finale? Alla vigilia avevo chiesto alle ragazze di sognare questa vittoria…forse qualcuna mi ha preso alla lettera e ha scritto il copione di un nuovo film hollywoodiano.. nell’ultimo minuto sotto di 3 ho chiesto di continuare a crederci e di continuare ad attaccare anche in difesa.. il dio dei canestri ci ha dato una mano e Susy Toffali ha fatto il resto realizzando la tripla miracolosa. Una vittoria che resterà per sempre nei nostri cuori. Perché è stata la vittoria di tutti, ragazze in primis ma anche società e staff.

Prezioso il contributo del nostro osteopata Alessandro Maniero che ha rimesso in piedi a tempo di record giocatrici come Zinghini che sembravano out. Fondamentale “Raffo” Raffaele Gennaro il nostro preparatore con Daniele Gromero duo special senza dimenticare super Franz Pinotti e gli altri tecnici Maurizio Mazzetto e Nik Zappetti così come i nostri dirigenti non solo accompagnatori dall’amico Claudio Giulietti ad Andrea Rossini e Carlo Ferrario. Sì la vittoria è di tutti loro. Personalmente ho conquistato tante finali con Comense, Biassono e  anche in Svizzera ma sono sincero questa con il Sanga ha un sapore speciale… per citare gli U2.. Unforgettable Fire.. Ora andiama a Roseto .. per contiuare il nostro cammino e il nostro sogno….”.

 

Il tabellino di Sanga-Carugate 64-48 (17-14, 37-24, 50-40. Toffali 8, Michelini, Novati 7, Rossini 17, Zinghini, Perini 5, Giulietti 8, Taverna 2, Trianti 11, Galiano 6, Stilo e Ferrazzi ne. All Piccinelli).

Il tabellino della finalissima Sanga-Biassono  68-65 (15-21, 38-36, 57-57. Sanga: Toffali 16, Novati 13, Rossini 5, Perini 2, Zinghini 8, Giulietti 6, Taverna, Trianti 7, Ferrazzi ne, Picarelli 3, Galiano 8, Stilo ne. All Piccinelli. Vice: Pinotti.

Biassono:  Ceccato 10, Zuccoli 6, Maniero, De Ponti 10, Mistò 9, Bonomi 7, Pusca 22, Oggioni, Molteni, Grassia 1. All. Gualtieri. Vice Gargantini-Beretta.

San Gabriele Milano serie A2 F: il Ponte Casa d’Aste ancora corsaro a Cagliari e qualificazione matematica ai playoff.

Sardegna ancora terra di conquista per il Ponte Casa d’Aste Milano che riscatta il ko nel derby con Crema e torna da Cagliari con due punti che valgono doppio. La squadra neroarancio infatti battendo in rimonta la Surgical Virtus per 60-65 ha centrato matematicamente l’accesso ai playoff con ben sei turni d’anticipo. Ma la vittoria di sabato scorso non è stata facile per Maffenini e compagne che hanno dovuto soffrire contro una Virtus affamata di punti. Pur prive di Mura e Ridolfi infatti le cagliaritana hanno dato filo da torcere alle milanesi chiudendo avanti la prima frazione per 19-15 trascinate dalla play Rossi e dell’ex Lavinia da Silva

. Nella seconda frazione è stata proprio capitan Giulia Maffenini (alla fine top scorer con 25 punti e 28 di valutazione)

a suonare la carica e regalare il sorpasso alla 20’ sul  29-35. Dopo l’intervallo però le padroni di casa non hanno mollato e anzi con un parziale di 9-0 si sono riportate avanti allungando anche sul 48-40. Nel momento più complicato però come successo altre volte le tigri di coach Franz Pinotti hanno chiuso la difesa e reagito prontamente rispondendo con un controbreak che le ha riportate avanti al 30’ di stretta misura sul 48-49. Tutti da vivere gli ultimi 10’ con Milano che ha provato a scappare per poi dover incassare l’ultima fiammata della Surgical che con Mastio si è riportata avanti al 36’ sul 54-53. E’ stato questo l’ultimo vantaggio locale visto che poi il Sanga ha preso in mano la gara e allungato definitivamente per il preziosissimo 60-65 finale che vale l’aggancio a Crema al quarto posto e  l’ingresso ai playoff.

 

Ora il campionato osserverà un turno di riposo per le finali di Coppa Italia dal 3-5 marzo a Costa Masnaga. Il Ponte Casa d’Aste tornerà in campo sabato 11 marzo per il derby ccon Albino primo di due sfide casalinghe  a cui seguirà la settimana successiva la “classica” con Carugate.

Il tabellino di Surgical Virtus Cagliari- Il Ponte Casa d’Aste Milano 60-65 Parziali 19-15; 29-35; 48-49.

Surgical Virtus Cagliari: Da Silva 12, Rossi 15, Templari 12, Vargiu 6, Mastio 3, Melis, Mancini, Pellegrini, Garau, Sarni 12. All. Ferazzoli.

Il Ponte Casa d’Aste Milano: Bottari, Novati 8, Pozzecco 4, Rossini 2, Guarnieri 2, Martelliano 8, Canova 2, Maffenini 25, Giulietti, Vente 14, Galiano. All. Pinotti.

Tutti i risultati del 20° turno: Surgical Virtus Cagliari-Il Ponte Casa D’Aste Milano 60-65, CUS Cagliari-Alperia Itas Bolzano 60-54 1dts, S.Salvatore Selargius-Geas Sesto San Giovanni 37-52, Mercede Alghero-Castel Carugate 71-76, B&P Autoricambi Costa Masnaga-Scotti Use Rosa Empoli 71-74, Fassi Albino-EcoProgram Castelnuovo S. 60-64, Ceprini Costruzioni Orvieto-Tec-Mar Crema 71-60.

CLASSIFICA:
Geas Sesto San Giovanni 36; Scotti Use Rosa Empoli 34; Ceprini Costruzioni Orvieto 30; Tec-Mar Crema, Il Ponte Casa D’Aste Milano 28; B&P Autoricambi Costa Masnaga,  EcoProgram Castelnuovo S. 24; Fassi Albino 18; S.Salvatore Selargius 16; Surgical Virtus Cagliari 12; Castel Carugate, Alperia Itas Bolzano 10; CUS Cagliari 8; Mercede Alghero 2.

San Gabriele Milano Settore femminile: tutte le partite delle tigri neroarancioni in questo weekend

Si annuncia una settimana molto intensa e lunga per le tigrotte del San Gabriele Milano  attese da un calendario ricco di partite tutte molte importanti nelle varie categorie femminili. Su tutte spicca il big match di serie A2, in programma sabato 25 a Cagliari quindi lunedì 27 la sfida playoff Under20 in casa contro Melzo.

VENERDI’ 24  FEBBRAIO

Ore 21 Seie CF: Sustinente – San Gabriele Milano

Palazzetto via Manzoni, Sustinente

SABATO 25 FEBBRAIO

Ore 16 Serie A2 F:  Virtus Cagliari – San Gabriele Milano

DOMENICA 26 FEBBRAIO

Ore 11 Under16 EliteF: San Gabriele Milano -Pro Patria Busto Arsizio

Palestra via Frigia Milano

LUNEDI’ 27 FEBBRAIO

Ore 19.15 Under20 Elite F: Sanga Milano – Basket Melzo

PalaIseo, Milano

MERCOLEDI’ 1 MARZO

Ore 20 Under18 Gold: Albino – San Gabriele Milano

Palazzetto dello sport, via A. Moro, Albino

San Gabriele Milano Serie A2 F: il Ponte Casa d’Aste torna in Sardegna ospite della Virtus Cagliari dell’ex Lavinia Da Silva ma sabato non vuole fare regali

Mal digerito il boccone amaro della sconfita subita domenica scorsa a Crema, il Ponte Casa d’Aste Milano vola sabato in Sardegna dove torna in campo per il 20° turno di serie A2 femminile ospite alle ore 16 della Surgical Virtus Cagliari dell’ex Lavinia da Silva

. In casa milanese però c’è poca voglia di fare regali perché la sfida di domani mette in palio due punti pesantissimi in chiave playoff per continuare a inseguire uno dei primi quattro posti alla luce anche di alcuni importanti scontri diretti in programma nel weekend tra cui Costa-Empoli e Orvieto-Crema. Tornare a vincere quindi è l’obiettivo dichiarato delle tigri milanesi che però dovranno stare molto attente alla fame di punti della Surgical Virtus reduce da quattro stop di fila ma che in casa ha dato filo da torcere nelle ultime uscite sia a Geas che a Crema sfiorando in entrambi i casi il colpo. La squadra di coach Iris Ferazzoli poggia sul fosforo in cabina di regia di Chiara Rossi mentre sul perimetro colpisce il braccio armato della bomber Elisa Templari che già all’andata creò non pochi problemi alla difesa milanese nella prima parte segnando ben 22 punti. Sotto le plance invece agisce un tandem di livello assoluto composto dalla lunga ex A1 Silvia Sarni che ha fisico e mani dolcissime ben spalleggiata dall’ex di turno la nazionale portoghese Lavinia Da Silva che assicura punti e rimbalzi. Tutte avversarie da temere per il Ponte Casa d’Aste che dopo il preannunciato confronto interno in settimana voluto da coach Franz Pinotti è deciso a riprendere la via maestra verso i quartieri più nobili della classifica come ammette il vice Andrea Piccinelli

: “Digerire la beffa di Crema non è stato facile ma in settimana abbiamo lavorato bene e sono convinto che domani ci sarà una pronta reazione a Cagliari. Sappiamo che ci attende una gara difficile contro un avversario  desideroso di tornare come noi alla vittoria dopo alcune sconfitte di misura. Ma sopratutto sappiamo che la Virtus ha un quintetto di primo livello a cominciare da un ottimo play come Rossi, al talento offensivo di Templari, a una giovane versatile che mi è sempre piaciuta molto come Ridolfi e non per ultime due garanzie vicino al pitturato come Sarni e Da Silva. Silvia la conosco bene fin dai tempi di Como: oltre ad essere una ragazza super è una giocatrice di esperienza che abbina fisicità a ottime mani quindi è pericolosa su più fronti così come la stessa Lavinia, la pantera Lavy come la chiamavo io simpaticamente, che esalta la sua esplosività sia a rimbalzo che  anche fuori area. Ecco perché non sarà una gara semplice per noi ma sono sicuro che le nostre tigri hanno affilato le unghie e sono pronte a tornare a ruggire come sanno”.

Completano i 20° turno: sabato 25 Cus Cagliari-Bolzano, Selargius-Geas, Alghero-Carugate, Costa Masnaga-Empoli, Albino-Castelnuovo; domenica 26 Orvieto-Crema.

CLASSIFICA:
Geas Sesto San Giovanni 34; Scotti Use Rosa Empoli 32; Ceprini Costruzioni Orvieto, Tec-Mar Crema 28; Il Ponte Casa D’Aste Milano 26; B&P Autoricambi Costa Masnaga 24; EcoProgram Castelnuovo S. 22; Fassi Albino 18; S.Salvatore Selargius 16; Surgical Virtus Cagliari 12; Alperia Itas Bolzano 10; Castel Carugate 8; C.U.S. Cagliari 6; Mercede Alghero 2

San Gabriele Milano serie A2F: Ponte Casa d’Aste bifronte, prima domina poi si spegne e perde il derby a Crema

Incredibile epilogo del super derby domenicale tra Tec Mar Crema e Ponte Casa d’Aste Milano. Già perché le tigri del Sanga hanno visto sfumare in volata una vittoria che ad un certo punto sembrava praticamente in tasca ed invece è scivolata lentamente via dilapidando un vantaggio di ben 21 punti. Una sconfitta amara e bruciante per il Ponte Casa d’Aste che risulta pesante anche in chiave classifica visto che non solo lo ricaccia al 5° posto ma lo vede ora anche sotto 0-2 nei confronti diretti con Crema.

E pensare che il Sanga era partito subito benissimo trascinato da una Capitan Giulia Maffenini “on fire” ben supportata da Martelliano e Canova. Grazie ad una difesa ermetica le milanesi hanno sciorinato un grande gioco: hanno prima bloccato le bocche di fuoco cremasche per poi colpire ripetutamente in attacco chiudendo avanti la prima frazione sul +21.

Un dominio assoluto però che è durato solo 10’.  Come era prevedibile già nella seconda frazione le padroni di casa hanno reagito con forza ricucendo lo svantaggio e riportandosi sotto solo di 8 lunghezze all’intervallo (29-37) sotto la spinta del tandem Caccialanza-Picotti. Anche al rientro in campo le padroni di casa biancoblù hanno cercato di prendere in mano la gara e gradualmente hanno continuato la loro rimonta che hanno coronato prima di essere ricacciate indietro da un altro mini parziale delle milanesi brave a chiudere la terza frazione in doppia cifra di vantaggio (41-51). Vantaggio che però si è sgretolato nel giro di 5’ dell’ultimo quarto quando, aumentata l’intensità e l’agonismo del match,  il Ponte Casa d’Aste ha praticamente spento la luce e segnato la miseria di soli 5 punti. Un blackout già visto nel match d’andata e nella gara persa ad Albino che ancora una volta è costato caro alle tigri milanesi che infatti sono state punite severamente dall’ex di turno Martina Picotti che ha suonato la carica in casa Crema e con un gioco da tre punti ha regalato a 4’ dalla fine il primo vantaggio locale (53-52). Gli ultimi minuti sono stati giocati all’insegna dell’equilibrio con Crema però che, trascinata da Caccialanza, è riuscita ad allungare sul + 3 e resistere agli ultimi tentativi di Milano incapace di trovare lucidità e forza per affondare l’ultimo assalto. Alla fine Crema può festeggiare una rimonta storica mentre Milano deve leccarsi le ferite e meditare per l’ennesima occasione persa. Il Ponte Casa d’Aste tornerà in campo sabato 25 a Cagliari ospite della Virtus dell’ex Lavinia da Silva (ore 16).

Il tabellino di Tec Mar Crema – Il Ponte Casa D’Aste Milano 59 – 56 (8-29, 29-37, 41-51)
TEC-MAR CREMA: Conti, Zagni 9, Capoferri 2, Veinberga 6, Caccialanza 17, Parmesani, Cerri, Degli Agosti ne , Rizzi 7, Picotti 18. All. Visconti.
IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Bottari ne, Novati 5, Pozzecco 2, Rossini, Guarneri 4, Martelliano 7 , Canova 8, Maffenini 19, Giulietti ne, Vente 11, Trianti ne , Galiano ne. All. Pinotti.

Tutti i risultati del 19° turno: Geas Sesto San Giovanni-Mercede Alghero 85-36, Castel Carugate-Surgical Virtus Cagliari 55-53, EcoProgram Castelnuovo S.-Ceprini Costruzioni Orvieto 50-64, Alperia Itas Bolzano-S.Salvatore Selargius 67-55, B&P Autoricambi Costa Masnaga-Fassi Albino 64-66 dts, Scotti Use Rosa Empoli-C.U.S. Cagliari 70-44, TecMar Crema-Il Ponte Casa D’Aste Milano 59-56.

CLASSIFICA:
Geas Sesto San Giovanni 34; Scotti Use Rosa Empoli 32; Ceprini Costruzioni Orvieto, Tec-Mar Crema 28; Il Ponte Casa D’Aste Milano 26; B&P Autoricambi Costa Masnaga 24; EcoProgram Castelnuovo S. 22; Fassi Albino 18; S.Salvatore Selargius 16; Surgical Virtus Cagliari 12; Alperia Itas Bolzano 10; Castel Carugate 8; C.U.S. Cagliari 6; Mercede Alghero 2

San Gabriele Milano serie A2 Femminile: posticipo di fuoco per le tigri del Ponte Casa d’Aste, domenica derbyssimo a Crema

 

Sull’onda del fragoroso successo interno ottenuto settimana scorsa contro Bolzano, il Ponte Casa d’Aste Milano si prepara a vivere una domenica di fuoco. Le tigrotte di coach Franz Pinotti infatti saranno protagoniste del posticipo del 19° turno di serie 2, il derbyssimo a Crema contro la pari classifica Tec-Mar, la prima di due trasferte delicatissime (sabato prossimo a Cagliari contro la Virtus) in chiave playoff. Come detto domenica al PalaCremonesi di Crema farà caldo perché i punti in palio varranno doppio in una classica che non ha mai deluso le attese. La Tec-Mar si presenta alla disfida reduce da ben tre successi di fila l’ultimo in Sardegna sul campo della Virtus ed è decisa a bissare il colpo esterno messo a segno al PalaIseo nel match d’andata per 35-45.

Coach Luca Visconti punta come sempre sulla coppia di guardie Rizzi-Caccialanza vero motore cremasco, così come sul perimetro assicura punti e atleticià l’ala lettone Veinberga chiamata a giocare un derby tutto lettone con la connazionale del Sanga Liga Vente. Sotto le plance in dubbio l’esperta Gilda Cerri comunque ben sostituita da Cecilia Zagni mentre come sempre il faro nel pitturato sarà l’ex di turno Martina Picotti

già decisiva nel match d’andata. Dalla panchina assicurano telento e freschezza le giovani Camilla Conti in regia, Martina Capoferri sul perimetro e l’azzurra classe 1998 Francesca Parmesani.  Un bel mix di esperienza, talento e gioventù quello nelle mani di coach Visconti che negli ultimi anni si è rivelato autentica bestia nera per il San Gabriele Milano come ha ammesso coach Pinotti alla vigilia: “E’ tanto tempo infatti che non vinciamo contro Crema in una partita ufficiale. Penso sia arrivato il momento, no? Scherzi a parte noi ci proveremo con tutte le forze per riscattare la gara dell’andata che pur giocando male conducemmo per tre quarti prima di scomparire dal campo negli ultimi 10’. In attacco eravamo ben diversi da ora e sbagliammo praticamente tutto, non segnavamo mai.  Ora vogliamo interrompere questa tradizione negativa con Crema anche se sappiamo che ci attende una trasferta molto insidiosa. Del resto ora tutte le partite sono toste perché si entra nella fase decisiva della regular season quella per ottenere la posizione migliore in chiave playoff. Domenica ci attende una delle tappe più importanti della stagione ma noi vogliamo esserci con la nostra solita Feroce Determinazione”.

Prossimo turno: sabato 18 Castelnuovo-Orvieto, Bolzano-Selargius, Carugate-Virtus Cagliari, Geas-Alghero, Costa Masnaga-Albino, Empoli-Cus Cagliari; domenica 19 Crema- Milano (ore 18).

CLASSIFICA:
Geas Sesto San Giovanni 32; Scotti Use Rosa Empoli 30; Tec-Mar Crema, Il Ponte Casa D’Aste Milano, Ceprini Costruzioni Orvieto 26; B&P Autoricambi Costa Masnaga 24; EcoProgram Castelnuovo S. 22; Fassi Albino, S.Salvatore Selargius 16; Surgical Virtus Cagliari 12; Alperia Itas Bolzano 8; Castel Carugate, C.U.S. Cagliari 6, Mercede Alghero 2.

San Gabriele Milano Settore femminile: tutte le partite delle tigri neroarancioni in questo weekend molto lungo

Si annuncia una settimana molto intensa e lunga per le tigrotte del San Gabriele Milano  attese da un calendario ricco di partite tutte molte importanti nelle varie categorie femminili. Su tutte spicca il big match di serie A2, in programma domenica 19 a Crema.

VENERDI’ 17 FEBBRAIO

Ore 21.30 Seie CF: BFM Stars Unica Milano- San Gabriele Milano

Palestra Crespi via Parini, Milano

SABATO 18 FEBBRAIO

Ore 18 Under16 F Elite:  Geas B – San Gabriele Milano

PalaCarzaniga, via Falck Sesto San Giovanni

Ore 18 Under13 F: Novate – San Gabriele Milano

Palestra via Cornicione, Novate Milanese

DOMENICA 19 FEBBRAIO

Ore 17.15 Under14 F: San Gabriele Milano-Villasanta

Palestra via Frigia Milano

Ore 18 Serie  A2 F: Crema – Ponte Casa d’Aste Milano

LUNEDI’ 20 FEBBRAIO

Ore 19.15 Under20 Elite F: Sanga Milano-Origgio

PalaIseo, Milano

MARTEDI’ 21 FEBBRAIO

Ore 19.15 Under18 Gold: San Gabriele Milano-Visconti Brignano

PalaIseo, Milano

Ore 21 Under20 Elite F: Milano Basket Stars-Sanga Milano

Palestra Savonarola, via G. da Procida, Milano

GIOVEDI’ 23 FEBBRAIO

Ore 19.15 Under18 Gold: San Gabriele Milano-Vittuone

PalaIseo, Milano

 

San Gabriele Milano eventi: che successone al PalaIseo la tappa in rosa di Armani Junior Program con la serie A del Sanga e i campioni dell’EA7 Olimpia Milano Miroslav Raduljica e Milan Mačvan.

La terza tappa dell’Armani Junior Program, la prima tutta in rosa in Italia, ha fatto centro al PalaIseo. Già perché quello andato in scena sul parquet milanese lunedì pomeriggio dalle ore 17 alle 19 è stato l’evento dell’anno ben organizzato in collaborazione tra l’Olimpia Milano e il San Gabriele Milano che hanno deciso di coinvolgere tutti i centri  minibasket al femminile del territorio. E all’invito hanno risposto in tantissime: oltre 300 infatti le baby campioncine  che sono arrivate al PalaIseo con le rispettive divise di gioco in rappresentanza di molte società della zona

: dalle neroarancio padroni di casa del Sanga alle biancorosse del Geas Sesto, dalle azzurre di Corsico alle gialle canarine del Mojazza, dalle biancoblù dal Castel Carugate alle orange dell’Ardor, dalle reds del Milano Basket Stars alle pari età del Giussano e molte altre ancora accompagnate dai loro istruttori ma anche da tantissimi genitori tifosi che hanno poi seguito la manifestazione divertendosi sulle tribune. Dalle ore 17 tutte le giovani cestiste si sono così esibite insieme sul campo con il pallone in mano tra divertenti gimkane, percorsi e gare affiancate per l’occasione anche dalle giocatrici di casa del Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano di serie A2 fino all’ingresso sul parquet dei due grandi ospiti d’eccezione: i campioni della squadra tricolore in carica di serie A maschile, l’EA7 Olimpia Milano Miroslav Raduljica e Milan Mačvan.

Al loro ingresso sono stati accolti da un calorosissimo e variopinto benvenuto con tutti i minicestisti a bordo campo per dare il cinque ai due campionissimi che hanno fatto prima il giro del campo e poi giocato con loro: ”Per noi – hanno detto Miroslav e Milan – è un grande piacere essere qui con voi e soprattutto divertirci con voi giocando tutti insieme sul un campo di basket. E’ davvero una bella emozione stare qui  con voi”. Alla fine Miroslav e Milan hanno firmato autografi e magliette oltre a concedersi alle tante foto di rito e agli immancabili selfie

con tutte le ragazze e le società presenti. Anche grazie a loro il primo Armani Junior Program in rosa voluto in collaborazione con San Gabriele Milano ha davvero fatto… canestro!!!

 

 

San Gabriele Milano serie A2 Femminile: le tigri rialzano la testa, tornano a ruggire e sbranano Bolzano

Le tigri del Sanga rialzano la testa, dimenticano la sconfitta nel derby con Geas e tornano al successo sbranando il Bolzano. La squadra neroarancio infatti domenica è stata protagonista di una buona prova corale che ha garantito un ampio e meritato successo casalingo contro la formazione altoatesina che arrivava al PalaIseo in grande crescita. E infatti Bolzano domenica è partita meglio di Milano, approfittando di alcuni errori di troppo delle locali e portandosi sull’1-5. Il Ponte Casa d’Aste però si è prontamente svegliato dal suo torpore iniziale e a suonare la carica ci hanno pensato prima l’arrembante Sara Canova

trascinta dai suoi allievi-tifosi del minibasket scatenati sulle tribune e quindi la capitana Giulia Maffenini

che hanno piazzato il primo parziale di 13-0 che ha permesso di andare al riposo al 10’ sul 21-11. Vantaggio che è aumentato ad inizio seconda frazione ma poi complici nuove distrazioni e un calo di concentrazione, si è ridotto grazia al minibreak di 0-6 che ha permesso a Bolzano di ricucire all’intervallo sul 35-27. La partita però ha cambiato faccia nel terzo quarto quando a cambiare faccia sono state proprio le tigrotte del Sanga che hanno alzato l’intensità in difesa e prodotto, ben orchestrate dalla regista Federica Pozzecco

, un parziale di 31-11 che ha di fatto chiuso i conti. Nell’ultimo quarto spazio per tutte le neroarancio con buone indicazioni da parte delle giovani under20 specialmente di Laura Galiano

e Ludovica Rossini

. Soddisfatto anche coach Franz Pinotti: “All’inizio non è stato semplice perché sapevamo che Bolzano è cresciuta rispetto all’andata. Poi però quando siamo saliti di tono in difesa abbiamo incanalato la gara sui nostri binari ed è stato tutto più facile. Abbiamo quindi approfittato per dare spazio a tutte e provare anche cose nuove visto che stiamo entrando nella fase importante del campionato e in previsione dei playoff. Anche perhè alle porte abbiamo due trasferte di fila molto insidiose importanti contro Crema e Virtus Cagliari. Per ora però pensiamo ad una partita alla volta e ci concentriamo su Crema, uno scontro diretto importante contro una squadra che da tempo non riusciamo a battere in partite ufficiali: penso che sia arrivato il momento giusto e vincere in casa loro sarebbe proprio ideale.. noi ci proviamo ma ora torniamo in palestra a lavorare sodo e a prepararci al meglio”.  A fine gara bella foto di gruppo con i bimbi del centro minibasket Sanga che sarà protagonista dello Shot Camp a Chiavenna dall’11-17 giugno per i Bimbi e Bimbe,  ma anche RAGAZZI e RAGAZZE del Basket dal 2000 al 2009. 

Il tabellino di Il Ponte Casa D’Aste Milano – Alperia Itas Bolzano 81 – 47 (21-11, 35-27, 66-38)
IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Bottari 2, Novati 2, Pozzecco 9, Rossini 4 , Guarneri 4, Martelliano 8, Canova 14, Maffenini 22, Giulietti , Vente 11, Galiano 5. All. Pinotti.
ALPERIA ITAS BOLZANO: Ribeiro da Silva 12, Giordano 6, Cela, Fall 7, Matic 6, Lorenzi , Desaler 4, Pobitzer 3, Zelger 2, Venturini, Piermattei  4, Ruocco 3. All. Travaglini.

Tutti i risultati del 18° turno: Surgical Virtus Cagliari-Tec-Mar Crema 58-62, S.Salvatore Selargius-CUS Cagliari 59-41, Mercede Alghero-B&P Autoricambi Costa Masnaga 44-71, Castel Carugate-EcoProgram Castelnuovo S. 59-70, Fassi Albino-Scotti Use Rosa Empoli 58-61, Il Ponte Casa D’Aste Milano-Alperia Itas Bolzano 81-47, Ceprini Costruzioni Orvieto-Geas Sesto San Giovanni 52-50.

CLASSIFICA:
Geas Sesto San Giovanni 32; Scotti Use Rosa Empoli 30; Tec-Mar Crema, Il Ponte Casa D’Aste Milano, Ceprini Costruzioni Orvieto 26; B&P Autoricambi Costa Masnaga 24; EcoProgram Castelnuovo S. 22; Fassi Albino, S.Salvatore Selargius 16; Surgical Virtus Cagliari 12; Alperia Itas Bolzano 8; Castel Carugate, C.U.S. Cagliari 6, Mercede Alghero 2.

Prossimo turno: sabato 18 Castelnuovo-Orvieto, Bolzano-Selargius, Carugate-Virtus Cagliari, Geas-Alghero, Costa Masnaga-Albino, Empoli-Cus Cagliari; domenica 19 Crema- Milano (ore 18).

San Gabriele Milano Settore femminile: tutte le partite delle tigri neroarancioni in questo weekend

Anche se osservano un turno di riposo Under20 Elite e Under18 Gold si annuncia comunque ricco e interessante il calendario di partite che attendono le tigrotte del San Gabriele Milano in questo weekend. Su tutte spicca il match di serie A2, in programma domenica 12 al Palaiseo tra il Ponte Casa d’Aste e Bolzano alle ore 18.

SABATO 11 FEBBRAIO

Ore 15.15 Under16 F Elite: San Gabriele Milano – Costa Masnaga

Palestra via Frigia Milano

Ore 17.15 Under14 F: San Gabriele Milano –Basket Più

Palestra via Frigia Milano

DOMENICA 12 FEBBRAIO

Ore 15 Under13 F: San Gabriele Milano-Geas Sesto

Palestra via Frigia Milano

Ore 18 Serie  A2 F: Ponte Casa d’Aste Milano-Bolzano

PalaIseo Milano

Ore 18 Serie  C F: Assisi Milano – San Gabriele Milano

Palestra Oratorio, via Usignolo Milano

San Gabriele Milano Serie A2 femminile: Il Ponte Casa d’Aste vuole riprendere la sua marcia e domenica ospita l’Alperia Itas Bolzano con il terzo posto nel mirino.

 

Dimenticare il ko nel derby con Geas e riprendere la marcia verso il terzo posto. Questo il duplice obiettivo per il quale tornano  in campo, tra le mura domestiche del PalaIseo nell’insolita giornata di domenica 12 (ore 18) le tigri milanesi che porteranno l’assalto alle altoatesine dirette in panchina da coach Maurizio Travaglini reduci dalla bella vittoria interna contro Alghero. Rispetto al match d’andata vinto largamente da Milano per 28-66, Bolzano è molto cresciuta anche perché ha recuperato il suo play titolare Viviana Giordano ben spalleggiata sul perimetro da Cela, Ribeiro e Piermattei oltre alla capitana, l’all around Safy Fall ex Parma ma ormai biancorossa da una vita. Sotto le plance il vero totem è la lunga croata Ivona Matic che promette come all’andata un bel duello con la tigre lettone di Milano Liga Vente

. Si annuncia quindi una bella sfida per il Ponte Casa d’Aste come ammette alla vigilia coach Franz Pinotti:

“Innanzitutto in settimana c’era da archiviare la sconfitta con Geas e lo abbiamo fatto con serenità e tanto lavoro, come piace a noi. Perché bisogna guardare avanti ma prima di pensare allo scontro diretto di settimana prossima a Crema c’è da concentrarci su Bolzano perchè si annuncia come un impegno probante e da non sottovalutare assolutamente per tanti motivi. Primo di tutti perché rispetto alla gara d’andata le altoatesine sono cresciute tanto, poi hanno recuperato un’ottima play come Giordano e inoltre possono contare su due stelle come Safy Fall, la migliore marcatrice del suo team e la lunga croata Matic che ha atleticità e buone mani. Dobbiamo affrontare questo match con  feroce determinazione per riprendere la marcia verso il terzo posto”.

Le altre gare del 18° turno sabato 11  Virtus Cagliari-Crema, Selargius-Cus Cagliari, Alghero-Costa Masnaga, Carugate-Castelnuovo, Albino-Empoli; domenica 12 ore 18 Milano-Bolzano e Orvieto-Geas Sesto.

Questa la nuova classifica: Geas Sesto San Giovanni 32; Scotti Use Rosa Empoli 28; Tec-Mar Crema, Il Ponte Casa D’Aste Milano, Ceprini Orvieto 24; B&P Autoricambi Costa Masnaga 22; EcoProgram Castelnuovo 20; Fassi Albino 16; S.Salvatore Selargius 14; Surgical Virtus Cagliari 12; Alperia Itas Bolzano 8; Castel Carugate, Cus Cagliari 6; Mercede Alghero 2.

San Gabriele Milano giovanili femminili: Paola Novati ancora convocata in azzurro per il raduno con l’Italia Under18/19 del 13-15 febbraio

Buone nuove tinte d’azzurro per il San Gabriele Milano. Paola Novati la giovane ala forte classe 1998 che si sta ben distinguendo con la serie A e con la squadra Under20 neroarancio

è stata infatti convocata dal Settore Squadre Nazionali, in occasione del raduno collegiale della Nazionale Italiana Under 18/19  in programma a Roma dal 13 al 15 febbraio. Questo il programma che attende Paola al raduno azzurro: lunedì 13 febbraio ore 13 inizio raduno presso Centro Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” largo Giulio Onesti 1, Roma; ore 17 – 19:30 Allenamenti c/o palestra polifunzionale CPO; 14 febbraio ore 9 – 11:30
Allenamenti,  ore 15:30 – 18 Allenamenti;  15 febbraio ore 9 – 11 Allenamenti e  fine raduno. Una convocazione che premia la grande passione e l’impegno quotidiano di Paola ma che a tempo stesso inorgoglisce il mondo Sanga e regala nuovi stimoli per continuare a lavorare con ancora più entusiasmo e detetminazione.