Ottavo centro per Lops Milano

Milano 03 marzo 2013
La Lops Arredi centra l’ottava vittoria consecutiva e continua a tenere nel mirino la

seconda piazza che darebbe la pole position nella griglia playoff.

Sono bastati dieci minuti per raggiungere la doppia cifra di vantaggio: 21-10 con la

solita Zanon sugli scudi. Dopo un secondo quarto in perfetta parità (41-30), Milano

chiude la pratica raggiungendo il massimo scarto a favore: 57-34 al 25°.

Coach Pinotti da spazio alle giovani, tra le quali si distingue ancora una volta Montuori

(foto): per lei ventidue minuti di gioco con zero punti ma quattro rimbalzi e due assist.

La partita, giocata all’insolito orario delle 16.30 per permettere alle sarde di prendere

l’aereo di ritorno, si trascina senza sussulti sino al 71-59 finale.

Da rimandare il giudizio su Alghero, mentre la Lops si conferma in buone condizioni di

forma in attesa dello sprint finale, che riserva le due insidiosissime trasferte venete

(Marghera e San Martino di Lupari) inframezzate dal derby con Biassono.

 

          Serie A2 Girone A  –  Decima giornata ritorno

 

           Lops Arredi Milano– Mercede Alghero 71-59 (21-10 41-30 62-45)

 

Lops Arredi Milano: Stabile 11, Frantini 9, Gottardi 16, Pastorino 8, Zanon 20, Lepri 4, Pulvirenti 3, Calastri, Montuori, Falcone.

Allenatore: Pinotti.

 

Mercede Alghero: Rosellini 4, Giari 7, Chesta 11, Zanardi 15, Farris 7,  Azzellini 5, Bardino 4, Petrova 4, Giorgi 2, Boi n.e.

Allenatore: Cau.

 

Arbitri : Perciavalle di Grugliasco (TO) e Pilati di Torino.

Lops MIlano gioca alle 16.30

È già il miglior Sanga di sempre. La rivincita su Cremona regala alla Lops Arredi Basket Milano il settimo “ok” di fila e almeno il 3°posto, mai raggiunto prima.

Presa la rivincita su Cremona, la Lops Arredi vuol fare il bis con Alghero, altra squadra che la sgambettò all’andata. Sesta in classifica, la squadra sarda conta su due grandi realizzatrici da 15 punti di media, Chesta e Zanardi (quest’ultima però assente nella scorsa partita con Muggia), e su altri buoni elementi come il play Farris e il centro Giorgi. È una squadra soprattutto offensiva ma sa anche difendere bene, come dimostrò alla stessa Lops Milano tenendola a 49 punti all’andata. Anche se fu più demerito delle milanesi, con 30 palle perse, che tutto merito delle sarde.

Alghero vuole vincere per centrare in anticipo i playoff e confermare la sesta  posizione, ma Milano non può e non vuole perdere, per tenere accesa la speranza di agguantare San Martino di Lupari che è attualmente seconda in classifica.

Sarà una gran bella partita.

 

Si gioca alle ore 16.30 domenica 3 marzo al Pala Giordani di Via Cambini 4° Milano.
Leggi il nuovo PINK BASKET del 28-2

Rivincita Lops Milano a Cremona

Cremona 23/02/2013 – Con un parziale di 18-2 negli ultimi sette minuti di gioco, la Lops Arredi si scrolla di

dosso un tenace Cremona dimostratosi, sino a quel momento (e dopo aver espugnato

la Cambini all’andata), un’autentica bestia nera per le ragazze di coach Pinotti.

Milano comincia bene e, spinta da Zanon e Gottardi, si porta sul 4-12 al sesto.

Le padrone di casa reagiscono subito (10-12) e fino all’intervallo lungo, pur non

raggiungendo mai il pareggio, restano in scia: 23-27.

Al rientro in campo la Manzi si dimostra ancora in palla e, al 23°, corona la sua

rincorsa: 29-28. Il punteggio rimane in equilibrio per tutto il terzo quarto e si va

all’ultimo riposo con le ospiti avanti 40-39. Due magie di Gottardi sembrano dare il via

alla fuga del Sanga ma una bomba di Brusadin e un canestro di Maffenini rimettono

le cose al punto di partenza: 44-44 al 33°. Ormai ci si aspetta un finale al cardiopalma

e invece, all’improvviso, la Lops Arredi torna a difendere a uomo dopo tanta zona e

Cremona si affloscia. Pastorino e Zanon (foto) ispirano il parzialone finale e la Lops

Arredi si vendica così dell’inaspettato stop del girone di andata. LEGGI COMMENTI SU PINK BASKET

Serie A2 Girone A – Nona giornata ritorno

Manzi Cremona – Lops Arredi Milano 46-62 (12-15 23-27 39-40)

Manzi Cremona: Smaldone 7, Racchetti 2, Brusadin 9, Maffenini 15,

Bona 4, Rizzi 5, Conti 2, Scarsi 2, Zagni, Flauret n.e.

Allenatore: Anilonti.

Lops Arredi Milano: Stabile 8, Frantini 6, Gottardi 14, Pastorino 11, Zanon 21, Calastri 2, Lepri, Pulvirenti n.e., Montuori n.e., Falcone n.e.

Allenatore: Pinotti.

Arbitri : Borghi di Cucciago (CO) e Poletti di Lambrugo (CO).

 

Cannavò, Via Padova e gli Harlem

Si è svolto ieri il Candido Day 2013, in ricordo del grande Giornalista e Direttore della Gazzetta Candido Cannavò. Tra i tanti progetti menzionati, ai quali la Fondazione Candido Cannavò dara Patrocinio e Sostegno, un Progetto di grande impatto sociale ideato dalla società si serie A Femminile Sanga Milano:Le Ragazze e I Ragazzi della Via Padova. Un progetto che, con centro le scuole dell Parco Trotter e limitrofi a Via Padova, vede l’organizzazione di lezioni gratuite nelle scuole, incontri serali, formazione per gli insegnanti e per i genitori, con un’attenzione particolare al Baskin (giocano diversamente abili e normalmente abili insieme) senza distinzione di razza, di colore di sesso. Insieme a Terre des Hommese a Donne al Volante di Capitan Silvia Gottardi, ci sarà una forte attenzione al mondo femminile delle bambine e delle ragazze, contro ogni forma di violenza e prevaricazione.

Un progetto ambizioso che vede l’intera organizzazione del Sanga (dirigenti, allenatori, istruttori, atleti)in prima fila sul binario dell’impegno sociale in favore di necessità e bisogni in quest’angolo della città.

Via Padova come il quartiere di Harlem? Un paragone simpatico e calzante. Certamente gli Harlem Globetrotters, grazie alla milanese Shot Events che ha deciso di devolvere una forte percentuale di ogni biglietto venduto nel prossimo Italian Tour, sono ancora lì a ricordarci quanto sia importante mettere lo Sport al servizio della società e della formazione dei giovani.

In Italia dal 18 al 25 aprile, giocheranno uno spettacolo ogni sera in una città diversa: TRIESTE, PADOVA, DESIO, TORINO, TREVIGLIO, REGGIO EMILIA, MILANO, FIRENZE.

I biglietti sono in vendita sul circuito www.ticketone.it e su www.harlemglobetrotters.it

Più biglietti si venderanno, più progetti di solidarietà prenderanno il via, grazie alla Fondazione Candido Cannavò.

Ufficio Stampa Lops Arredi Basket Milano

 

Lops Milano: ottima trasferta

Selargius , 16 febbraio 2013.
Una partita potenzialmente insidiosa diventa invece poco più di una sgambata, per la
Lops Arredi. Concentratissime, le ragazze di Pinotti non lasciano scampo alle padrone
di casa, imponendo la legge del più forte sin dalle prime battute.
Gottardi (foto) e Zanon all’inizio e poi Calastri sul finire del quarto indirizzano il match
in soli dieci minuti: 10-24. Due bombe consecutive di Stabile sembrano chiudere i
conti (12-30 al 13°) ma Selargius riprende coraggio grazie all’intraprendenza di Lussu:
25-35 al 18°. Milano comunque rimette le cose in chiaro già prima del riposo: 27-41.
Al rientro in campo la Lops dimostra di non avere nessuna intenzione di dare speranze
alle sarde e, non paga del +22 del 34° (47-69) piazza ancora un devastante parziale.
Sono le palle rubate di Frantini a propiziare il 14-0 che fissa il punteggio finale, un
47-83 che ha visto tutte le “orange” protagoniste, con una menzione particolare alla
giovane Montuori e alla capitana Gottardi (21 punti e 24 di valutazione).

Serie A2 Girone A – Ottava giornata ritorno

San Salvatore Selargius – Lops Arredi Milano 47-83 (10-24 27-41 38-63)

San Salvatore Selargius: Yordanova 3, Lussu 11, Tinti 4, D’Arenzo 2,
Morselli 9, Di Gregorio 7, Palmas 5, Amato 4, Perseu 2, Maxia.
Allenatore: Staico.

Lops Arredi Milano: Stabile 11, Frantini 12, Gottardi 21, Pastorino 3, Zanon 10, Calastri 11, Lepri 7, Pulvirenti 4, Montuori 4, Gusmaroli.
Allenatore: Pinotti.

Arbitri : Satta e Callea di Porto Torre (SS).

Lops Milano affonda Muggia

La Lops Arredi tiene il passo delle prime della classe e continua la rincorsa al secondo
posto, per ora abitato da San Martino di Lupari.
Sono bastati due quarti per archiviare la pratica Muggia, apparsa squadra lontana
parente di quella brillante della scorsa stagione.
Dopo dodici minuti di equilibrio (22-20), Frantini (foto) e c. pigiano sull’acceleratore e,
con un parziale di 17-2, vanno all’intervallo con un margine favorevole largamente
rassicurante: 39-22. Al rientro in campo Milano assesta il colpo di grazia e, al 23°,
raggiunge il massimo vantaggio: 46-22. Solo l’orgoglio della capitana Borroni permette
alle rivierasche di non naufragare: 52-47 al 30°.
L’ultimo quarto è pura accademia, coach Pinotti da ampio spazio alle giovani e fa
esordire in A2 la baby Bettinaldi. Le ospiti ne approfittano e, pur senza mai mettere in
discussione il risultato, recuperano fino ad abbassare lo scarto finale sotto la doppia
cifra: 55-47.

Leggi il nuovo PINK BASKET NUOVO
Serie A2 Girone A – Settima giornata ritorno
Lops Arredi Milano–Interclub Muggia 55-47 (20-15 39-22 52-37)
Lops Arredi Milano: Stabile 6, Frantini 16, Gottardi 8, Pastorino 2, Zanon 9, Lepri 8, Calastri 6, Pulvirenti, Montuori, Bettinaldi.
Allenatore: Pinotti.
Interclub Muggia: Borroni 18, Cergol 4, Ljubenovic 14, Palliotto 4, Primossi, Moratto 5, Meola 2, Castagna, Cumbat n.e., Pozzer n.e.
Allenatore: Jogan.
Arbitri : Isimbaldi di Briosco (MI) e Gazzè di Alzate Brianza (CO).

Lops Milano sbanca Broni

Una grande Lops Milano vince a Broni una partita combattuta e giocata come se fosse una partita di scacchi. A ogni mossa di un allenatore corrispondeva la contromossa dell’altro, e tutte le giocatrici sono state le migliori interpreti di una sfida agonisticamente bella. MVP della partita Susanna Stabile (14 di valutazione, 14 punti con 4/8 da tre) mentre Top Scorer Michela Frantini (18 punti con 3/6 da due e 4/11 da tre). 21 palle recuperate di squadra e solo otto perse, insieme ai 45 rimbalzi (Pastorino 10) parlano di una Lops Milano in salute. Organizzazione difensiva perfetta che lascia ancora una volta le avversarie sotto i 50 punti, quando le arancioni di milano abbassano la saracinesca, diventa difficile anche solo entrare in area.

Zanon, limitata dai falli, gioca poco ma contribuisce in modo determinante alla circolazione di palla e alla vittoria quando è in campo. Gottardi è il Capitano che da sicurezza anche in difesa con rimbalzi e recuperi, anche quando trova il canestro con difficoltà. Pastorino e Calastri sono pilastri imprescindibili e Lepri si fa sempre trovare pronta dalla panca.

Finito il trittico di partite in sette giorni con tre splendide vittorie (Cagliari, Udine e Broni) e ricacciata Crema al quarto posto a meno sei punti, la LOPS MILANO insegue le padovane di San Martino per il secondo posto in campionato, che darebbe la chance dei playoff sempre in casa.

Domenica arriva al Pala Giordani quella Muggia che costò l’eliminazione dello scorso anno, dunque vigilata speciale da tutto l’entourage milanese. Ma la voglia di stupire i 400 abituali del Pala Giordani e la nuova Gradinata Agitata Milano, continua. Appuntamento alle ore 18.00 in Via Cambini a Milano per domenica 10 febbraio.

Broni-Lops Milano=50-58

11-15; 19-22; 33-43

LOPS MILANO – Gusmaroli, Pastorino 5, Gottardi 9, Stabile 14, Pulvirenti, Lepri 2, Zanon 13, Frantini 18, Montuori, Calastri 2. Allenatore Franz Pinotti

Ufficio Stampa Lops Arredi Basket Milano

Lops Milano di scena a Broni

Dopo la vittoria a Cagliari di domenica (49-69), un’altra solida prova in casa contro Udine (58-45) nel turno infrasettimanale di mercoledì. La Lops Arredi Milano è sola al terzo posto e ha lanciato l’inseguimento alla seconda piazza occupata da San Martino di Lupari che ha perso il big match di Venezia.

Superato brillantemente il ciclo di ferro di gennaio, la Lops Milano si appresta a giocare a Broni domenica alle ore 18.00. All’andata fu un risultato eclatante(79-46) con un rotondo +33 che diede la “stura” alle dimissioni di Coach Paolo Fassina.

“Ma questa volta sarà una partita diversa – dice Coach Pinotti – di Broni non mi fido. Ha un roster che non rispecchia la posizione che occupa in classifica. Surkusa è una lunga di peso con una mano morbida, Besagni, Tagliabue e Pellegrino sono ottime giocatrici di reparto che possono dar fastidio intorno all’area pitturata. La giovanissima Zandalasini , insieme a Leva, Bergante, Carù e Zamelli sono esterne di primo piano. E Coach Piatti è un allenatore di grande esperienza. Noi opporremo la nostra solita e solida difesa, una delle più impenetrabili d’Italia, a una squadra in crescita che vorrà sicuramente far bene davanti al suo pubblico. Poi dovremo sfruttare tutte le caratteristiche offensive delle nostre ragazze, dentro e fuori dal perimetro. Sarà una partita bella e combattuta, alla fine della quale speriamo di averne ragione. Perché San Martino è davvero lì a due passi e non vorremmo farci sfuggire nessuna occasione per agganciarla.”

Omc Cignoli Broni-LOPS ARREDI BASKET MILANO

Ore 18.00 Pala Verde Via Galileo Galilei – Broni (PV)

Incontro su Aldo Giordani

CLAUDIA GIORDANI con GIANNI CORSOLINI ex allenatore e dirigente sportivo, pioniere delle relazioni pubbliche industriali, pubblicista e ANDREA BASSANI Direttore televisione, new media Eurolega basketball, hanno il piacere di incontrare tutti gli appassionati di basket (e non solo) per presentare il libro “QUANDO IL BASKET ERA IL JORDAN” (Edizioni Libreria dello Sport) e ricordare ALDO GIORDANI.
Domenica 20 gennaio, in occasione della partita di serie A nazionale tra LOPS ARREDI BASKET MILANO e Tecmar Crema, al PALA ALDO GIORDANI di Via Cambini, 4 dalle ore 16.30 INCONTRO sulla figura di ALDO GIORDANI.

Chiediamo a tutto il Sanga Mondo, ma anche a tutti gli Amici, di essere presenti.

Occasione persa

Mestre , 13 gennaio 2013.
Dopo una partita tiratissima la Lops Arredi esce dal Taliercio a mani vuote e con la netta sensazione di aver gettato al vento una ghiotta opportunità. Le due squadre hanno dato vita ad un match all’altezza della loro classifica, risolto solamente negli ultimissimi istanti.
L’equilibrio dominante lo dimostrano i numeri: trenta punti circa a referto per
ogni quarto e vantaggi sempre minimi da ambo le parti.
Venezia parte bene e guida fino all’ottavo quando una bomba di Frantini sigla il
sorpasso. Il primo scarto sopra a un canestro di distanza arriva al sedicesimo: 26-22.
Milano ricuce subito e si va al riposo in perfetta parità: 30 a 30.
Si ricomincia e la solfa non cambia: 43-40 al 26°, 45-48 al 31°. Si arriva così ad un
finale da cardiopalma. A due minuti dal termine (sul 59-58) si scaviglia Stabile (foto),
Pastorino commette il quinto fallo (-1.41) ma Melchiori fa 0/2 dalla lunetta.
Il Sanga non ne approfitta e Mandache punisce: 61-58 quando manca 1’11”. Due liberi
di Lepri dall’altra parte e altrettanti a disposizione di Botteghi, sul 61-60 a 15 secondi
dalla sirena. La mano trema, ancora 0/2 e rimbalzo di Lepri che però perde palla.
Fallo su Carangelo che fa invece uno su due. Time out Pinotti e rimessa in attacco per la
Lops ma Frantini e c. rifiutano l’ennesimo regalo dell’Umana: ancora palla persa e
finisce 62-60.

Leggi nuovo PINK BASKET

Serie A2 Girone A – Seconda giornata ritorno

Umana Venezia – Lops Arredi Milano 62-60 (14-15 30-30 45-46)

Umana Venezia: Melchiori 9, Carangelo 3, Pertile 4, Vian 10, Mandache 16,
Botteghi 7, Meneghel 5, Penna 5, Scaramuzza 3, Marangoni n.e.
Allenatore: Liberaloto.

Lops Arredi Milano: Stabile 14, Frantini 5, Gottardi 6, Pastorino 9, Zanon 16, Calastri 8, Lepri 2, Pulvirenti, Montuori n.e., Gusmaroli n.e.
Allenatore: Pinotti.

Arbitri : Traspedini di Verona e Brotto di Romano d’Ezzelino (VI).

Lops Milano a Venezia

Oggi, domenica 13 gennaio alle ore 18.00, la LOPS ARREDI BASKET MILANO sfida la forte Umana Reyer Venezia sul suo campo al Taliercio di Mestre. In diretta potete seguire l’andamento della partita collegandovi alla Lega Basket cliccando quì

Cliccando invece PINK BASKET 9 gennaio potete leggere tutte le notizie sul Big Match di serie A, ma anche un resoconto del 2012 con le emozioni più belle e i momenti meno felici raccontate da Pinotti, Padovani e Gottardi.

Pillole dal Criterium e notizie sui tornei del settore giovanile ricordano le priorità nei piani della società milanese ma, soprattutto, la conferma che il grande lavoro nel sociale e con i settori giovanili femminili, maschili e Minibasket, tengono il Sanga Mondo sempre una passo avanti a tutti.

Formazione, Educazione, Solidarietà e Condivisione, le parole magiche e di routine in questo simpatico mondo sportivo che riempie ormai ogni domenica il Pala Aldo Giordani di Via Cambini a Milano.

Aldo Giordani che verrà ricordato domenica prossima 20 gennaio, prima del derby con Crema.
Quando il basket era il Jordan. Aldo Giordani, vent’anni dopo.

La testimonianza di un libro

 

Quando il basket era il Jordan più che un libro è una testimonianza per raccontare un uomo, Aldo Giordani, e un’avventura che ha segnato la storia dello sport e del giornalismo sportivo italiano.

Grazie ai suoi allievi Luca Chiabotti, de la Gazzetta dello Sport, e Flavio Tranquillo, di Sky Sport, viene analizzato l’apporto di Giordani giornalista. I ricordi famigliari, invece, danno modo di scoprire l’umanità di un personaggio pubblico e la sua personalità attraverso i momenti che nel tempo, a volte, si sono tramutati in leggenda. Grazie, infine, ai pensieri di chi lo ha incontrato e frequentato vengono rievocati episodi inediti di una epopea sportiva oggi ricordata con rimpianto.

Una raccolta dedicata ai giovani perchè continuino ad aspettare il fischio d’inizio della prossima partita, ancora più convinti che lo sport accenda sempre nuove passioni.

Quando il basket era IL JORDAN. Aldo Giordani vent’anni dopo
Pagine: 192
Dimensioni: 15 x 21
Anno di pubblicazione: 2012
Prezzo: € 15,00
Disponibile presso la Libreria dello Sport

Chi Ben comincia…

La Lops Arredi comincia bene il 2013 aggiudicandosi il derby casalingo contro
Valmadrera. Una partita non scontata come direbbe lo scarto finale, seppure condotta
dall’inizio alla fine.
Le scorie delle festività natalizie si vedono e le squadre trovano con difficoltà la via del
canestro (6-2 al quinto). Milano si assesta comunque su un costante vantaggio tra i
cinque e i dieci punti e allunga proprio in prossimità dell’intervallo: 38-25.
Al ritorno in campo le ospiti provano a rientrare in gioco e scendono sotto la doppia
cifra di svantaggio al 28°: 47-38. E’ un fuoco di paglia: Calastri e Zanon (foto)
dominano a rimbalzo e il Sanga non si spaventa (50-38 al 30°). La Sea Logistic ha
comunque il merito di non mollare (56-47 al 38°) ma non va oltre e Gottardi e c.
chiudono in scioltezza.

Serie A2 Girone A – Prima giornata ritorno

Lops Arredi Milano–Sea Logistic Valmadrera 63-47 (17-12 38-25 50-38)

Lops Arredi Milano: Stabile 3, Frantini 13, Gottardi 11, Calastri 13, Zanon 14, Lepri 7, Pastorino 2, Pulvirenti n.e., Montuori n.e., Falcone n.e.
Allenatore: Pinotti.

Sea Logistic Valmadrera: Bussola 7, Capiaghi 6, Scudiero 6, Molteni 3, Piotrkiewicz 6, Giunzioni 10, Zucchi 7, Vassena 2, Turri, Corneo n.e.
Allenatore: Gualtieri.

Arbitri : De Simone di Besozzo (VA) e Spinelli di Pavia.