U15M – Vincono senza convincere le tigri di Coach Corvi

Le Tigri Under 15 ritornano alla vittoria contro la compagine di Teglio, sconfitta per 68 a 58. I dieci punti di vantaggio, sporadico frutto dell’allungo finale, sono l’epilogo di una partita che, dopo un primo quarto ben giocato dai nostri ragazzi, avanti di 10 punti, è stata poi di fatto sempre equilibrata.

Ben altra partita rispetto a quella dell’andata, vinta dai Tigers con 34 punti di vantaggio.
Purtroppo, la squadra vista oggi non sembra nemmeno una lontana parente di quella dell’andata.
Una difesa, salvo poche eccezioni, completamente svagata, ha consentito ai valtellinesi di arrivare molto spesso a canestro con estrema facilità. In attacco, solo in pochi sanno prendersi le proprie responsabilità, troppi si lasciano invece prendere dalla paura e dalla fretta di liberarsi della palla.

Questa preoccupante involuzione di gioco e, soprattutto, di mentalità, stupisce non poco. Dopo una serie di brillanti risultati, c’era da attendersi un ben maggiore entusiasmo da parte di tutti. Sembra che ora sia venuto meno persino l’orgoglio di migliorarsi.
L’atteggiamento visto in campo oggi, potrebbe forse essere adatto per un torneo amatoriale: lo spirito della fase Gold, continuano ad averlo solo in pochi.
Certo, la partita è stata vinta: chi si vuole accontentare solo di questo, ben venga.

Ma siamo davvero convinti che questa sia davvero una crescita?
Se si partecipa ad una fase Gold insieme alle migliori squadre della provincia, sarebbe forse meglio prendere esempio da quelli, come i ragazzi del Lissone, che anche avanti di 50 punti continuano a pressare ed attaccare con il massimo della grinta e dell’intensità.

Ben pochi tra i nostri sembrano avere imparato o, ancora peggio, voler imparare, questa lezione…

Tigers-Tellina 68-58 (22-12; 33-26; 53-45)
Tigers: Obeng 11, Nardella 2, Bernago 2, Corno 18, Pinna, Cavallaro 1, Arcadi, Stanga 12, Blanco 4, Bologna 18, Calmo, Bianchi. All. Corvi, Ass. Buongiorno

Promo: doppia vittoria nel back-to-back!

Il calendario impone alla Promo di coach Zappetti due sfide in trasferta tra domenica e lunedì sui campi di Tumminelli ed Osber.

La prima partita, sullo storico parquet della Forza & Coraggio, parte bene per i nostri, che si portano avanti 7-2 e poi 10-4. Tumminelli difende a zona (sia press a tutto campo che schierata a metà) e sfrutta il contropiede appena possibile, trovando in Massaron un terminale ispiratissimo. La seconda frazione è caratterizzata da polveri bagnate per entrambe le compagini, con i Tigers che solo negli ultimi possessi riescono a rientrare fino al -3 dell’intervallo lungo.

Si rientra con i padroni di casa che provano a scappare, raggiungendo anche la doppia cifra di vantaggio.
I nostri attaccano bene, selezionando i tiri ma sbagliandone sempre tantissimi.
L’ultimo quarto ci riserva due triple di Basso e Ferrigno che ci riportano a contatto. Gli ultimi punti sono dei liberi di Buongiorno, che avrebbe anche la possibilità di chiudere la partita a 3” dalla fine: 0/2 dalla lunetta e supplementare. I nostri, nonostante la panchina più corta, sembrano averne di più. Tumminelli segna un solo canestro dal campo, i Tigers rispondono con due buoni tiri di Granata e Rossello, un provvidenziale contropiede di Rotelli e fissano il punteggio dalla lunetta con lo stesso Granata e Buongiorno.

Il commento del coach: “Ottima prestazione contro una squadra davanti a noi in classifica, contro la quale avevamo giocato molto bene (e vinto) anche all’andata. Dopo il primo quarto abbiamo alzato l’intensità difensiva, soprattutto vicino a canestro dove pagavamo un gap importante in chili e centimetri. Nota ancora più importante, non essersi scoraggiati nei momenti in cui, pur attaccando bene, non riuscivamo a mettere punti sul tabellone.

Il giorno successivo entriamo in campo molli, concedendo ad Osber diverse giocate di energia nel primo quarto. Il passaggio a zona limita i danni, più per le basse percentuali dei padroni di casa che per meriti nostri. Man mano prendiamo fiducia, attaccando il canestro e sfruttando il metro arbitrale molto fiscale, che ci concede tanti viaggi in lunetta: sono 27 i punti segnati nella seconda frazione, che ci portano al riposo (da -9 del primo quarto) a +6.

Terzo periodo di sostanziale parità ed incontro sul 50-54, quando la partita di andata era finita 49-48 per Osber. I padroni di casa sembrano aver finito la benzina e concedono grandi spazi in difesa, ben sfruttati dai lunghi (Montanari, Rotelli e Basso), da Cannone e Rossello (due canestri importanti dagli angoli dopo ottima circolazione della palla). Così raggiungiamo la doppia cifra di vantaggio, costringendo Osber al fallo sistematico. Buongiorno è precisissimo (13 liberi segnati nel solo ultimo quarto) e mettiamo sul tabellone ben 32 punti, record stagionale come gli 86 totali.

Queste due partite segnano un’inversione di tendenza rispetto al girone di andata, nel quale avevamo vinto solo fra le mura amiche di via Frigia: ora sono tre le vittorie consecutive in trasferta, dopo quella di due settimane fa sul campo degli Azzurri Niguardese.

Coach Zappetti molto soddisfatto a fine incontro: “Sono proprio contento per i ragazzi, ci stanno mettendo un grande impegno e non hanno mollato nei momenti di difficoltà di questi due giorni. Oggi abbiamo tirato meglio ma ciò che conta solo le scelte e la lucidità mostrata: abbiamo corso quando c’era la possibilità e gestito sulla pressione avversaria, senza buttare via palloni. Penso che siamo migliorati nei movimenti senza palla, la circolazione è aumentata e la logica conseguenza sono dei tiri aperti, a prescindere dai risultati alterni.

Prossimo appuntamento giovedì 31 in casa contro Ado S.Benedetto, squadra che ci ha sempre messo in grande difficoltà con la maggiore esperienza.

Tumminelli-Tigers 52-59 dts (22-15, 26-23, 41-30, 49-49)
Tigers: Tagliavini 7, Cannone 4, Ferrigno 7, Buongiorno 16, Maghini 2, Rossello 2, Rotelli 3, Granata 4, Basso 10, Tamborrino 4. All. Zappetti

Osber-Tigers 72-86 (23-14, 35-41, 50-54)
Tigers
: Tagliavini, Cannone 12, Buongiorno 29, Rossello 4, Rotelli 16, Granata 2, Montanari 12, Campanini, Basso 11, Rigo. All. Rossi, Ass. Zappetti

u16m – i tigers salutano il palafrigia con un referto rosa

Ultima gara casalinga per la formazione U16 che ospita Melegnano. Ottimo approccio della squadra Tigers che tiene alta l’intensità difensiva recuperando diversi palloni e costruendo buoni tiri (anche se il ferro non è generoso oggi), l’incontro è in ghiaccio già al primo quarto.

Entusiasmante assistere all’impegno di tutti i giocatori che escono dalla panchina e che non fanno mai abbassare il ritmo della gara. Piccola flessione solo durante il secondo quarto in cui abbiamo avuto un atteggiamento poco concreto. Al rientro dall’intervallo lungo ricominciamo però a giocare sul nostro ritmo e i punti a referto sono ben distribuiti.

Salutiamo con un referto rosa il PalaFrigia e ci prepariamo per le prossime 3 impegnative trasferte in cui saremo impegnati a dimostrare tutto il nostro valore. Appuntamento sabato ore 16.30 a Cornaredo!

Tigers – Melegnano: 82-22 (26-5, 38-13, 62-18)
Tigers
: Obeng 8, Bernago 2, Sarhan 2, Ghezzi, Ruizan, Du 2, Tava 9, Salman 13, Stanga 9, Fiorani 14, Bologna 17, Calmo 6. All. Rossi, Ass. Rotelli

U15M: un weekend dai due volti per le Tigri classe 2001

Il primo impegno U15 del weekend era nel campionato UISP contro San Fruttuoso.

Gara facile e ben controllata dai Tigers che, pur partendo un po’ a rilento, si portano avanti già nel primo quarto con un parziale di 17-14. Un discreto gioco di squadra fa sì che alla pausa il distacco sia di 15 punti, 35 a 20 in favore dei milanesi. Alla ripresa nulla cambia e nostri continuano ad incrementare il loro punteggio, chiudendo il match 56-39.

Grazie al punteggio ormai messo in cassaforte, su richiesta del coach Corvi la squadra ha potuto concentrarsi un po’ di più nelle azioni d’attacco, alzando il ritmo nel far girare la palla per liberare l’uomo al tiro e tentando qualche “dai e vai” e qualche penetrazione ben costruita. I ragazzi hanno senz’altro bisogno di crescere ancora, di lavorare sui fondamentali e di arrivare ad una maggiore continuità per competere con le squadre più titolate che, come sappiamo, ti puniscono al minimo errore. Godetevi quindi questa vittoria, ragazzi, ma restate “sul pezzo”!

Pol. San Fruttuoso-Tigers 39-56 (14-17; 20-35; 27-45)
Tigers: Obeng, Nardella 11, Pinna 2, Castagneri 4, Mirulla 2, Cavallaro 17, Arcadi 3, Ballerini 2, Benaggia, Bianchi 8, Tarditi 3, Corbascio 4. All. Corvi.

Come di consueto, di scena anche in Fip le Tigri di Coach Corvi.

Partita molto ordinata e giudiziosa delle Tigri Under 15, che riescono a non farsi mai sopraffare dall’ansia, nonostante la continua pressione della difesa avversaria. La palla circola sempre veloce e precisa, i nostri ragazzi si propongono puntuali per la ricezione, trovando soluzioni di tiro oculate ed efficaci.

Magari fosse possibile commentare così la partita di sabato… La realtà, è tutto l’opposto.

Gli oltre 50 punti del distacco finale, non sono nemmeno sufficienti a descrivere la prova negativa dei nostri ragazzi: sono completamente in balia degli avversari, commettono ad ogni azione lo stesso identico errore, con i portatori di palla che, puntualmente, si suicidano nei raddoppi avversari, fermando il palleggio non appena superata la metà campo, ad un passo dalla linea laterale…praticamente nelle gabbie di raddoppi della difesa dei biancoblù di Lissone.

Le indicazioni dei coaches sono sempre costantemente, quanto pervicacemente, disattese, e ledistrazioni di ogni genere in attacco e in difesa fanno sì che il distacco tra le due squadre aumenti fino al -50 finale. I nostri ragazzi sembravano “pupazzi abulici” che, fra due soluzioni sceglievano sempre quella sbagliata.

L’unica nota positiva? Che ad un certo momento, ma sempre troppo tardi, la partita è finita.
Difficile dire quanto demerito delle Tigri e quanto merito degli avversari, senza dubbio di categoria superiore, vista l’imbattibilità mantenuta ad oggi da inizio stagione. Senza dubbio un’opportunità sprecata nella quale si poteva provare a giocare una partita di altissimo livello, cosa che invece i nostri ragazzi fecero qualche tempo fa nella partita del girone di andata al PalaFrigia.

Ci auguriamo che i ragazzi prendano coscienza delle loro possibilità e s’impegnino in una crescita costante, facendo propri gli insegnamenti dei coaches, rinnovando la fiducia in sé stessi per regalarci nuove emozioni. Forza ragazzi!

Apl Lissone-Tigers 83-32 (15-7; 44-18; 65-23)
Tigers: Obeng 4, Nardella 1, Bernago 1, Corno 5, Ferri 6, Pinna 2, Castagneri, Cavallaro 3, Stanga 2, Blanco, Bologna 6, Calmo 2. All. Corvi, Ass. Buongiorno.

 

U16M: doppio ko con Landriano.

Gli ultimi due turni del campionato U16 hanno visto i ragazzi di coach Rossi impegnati in un doppio confronto con Landriano, capolista imbattuta. I Tigers escono sconfitti dal campo in entrambe le occasioni ma a testa alta e cedendo il referto rosa a una squadra che fa unicamente delle diverse difese a zona la sua arma e che gioca per buona parte della gara con il suo quintetto di talentuosi atleti.
Rammarico per non aver potuto schierare in entrambe le occasioni il nostro roster migliore, avremmo probabilmente assistito a uno scontro più avvincente.

La gara di andate si apre con entrambe le formazioni a uomo e polveri bagnate per lunga parte del primo quarto. Quando finalmente gli attacchi si sbloccano, assistiamo a uno scontro a viso aperto con punteggio praticamente in parità all’intervallo.
Da qui comincia un’altra gara, che si protrarrà anche per i 4 tempi del match di ritorno, in cui Landriano alterna zona 2-3, 3-2 e 1-3-1, sia a metà campo che allungata. Gli orange non hanno scampo, diventa bagarre e seppur costruendo tante buone cose, spesso non finalizzano con il tiro, permettendo alla squadra pavese di allungare.

Così Coach Laura Rossi: “La scelta tattica degli avversari ha pagato e ora il nostro percorso verso la seconda posizione si complica e diventa impervio. Dovremo cercare di fare percorso netto nei prossimi 4 incontri e sperare che il calendario altrui ci sia favorevole. Non sarà facile ma ci proveremo, a partire da sabato 12 marzo dove ospiteremo per la nostra ultima partita casalinga della stagione la formazione di Melegnano. Vi aspettiamo numerosi, inizio gara ore 16.

Tigers – Landriano 43-56 (7-7, 22-25, 28-39)
Tigers: Guidoni 3, Salman 2, Fiorani 4, Tava 6, Sarhan 6, Obeng 8, Blanco 6, Calmo 8, Pagani, Ghezzi, Rognoni, Stanga. All. Rossi, Ass. Rotelli

Landriano – Tigers 59-42 (19-11, 39-19, 52-34)
Tigers: Bologna 16, Tava 5, Salman 3, Stanga 4, Du 2, Pagani 4, Guidoni 2, Sarhan 4, Calmo 2, Ghezzi, Blanco, Obeng. All. Rossi, Ass. Rotelli

PREMIO PAGELLA AJP: ECCELSI STUDENTI E GIOCATORI DI PALLACANESTRO, SI PUÒ FARE!

“Si … può … fare!” come dal film ispirato al celebre romanzo di Mary Shelley. Eh sì, perchè ormai essere eccelsi studenti e dedicare del tempo anche all’attività sportiva sta diventando quasi come provare ad animare materia esanime. “Coach, non posso venire all’allenamento perchè devo studiare” oppure “Coach domani ho due verifiche, quindi oggi sto a casa”: frasi di questo tipo sono all’ordine del giorno per gli allenatori, i quali non possono far altro che predicare ai ragazzi una migliore organizzazione del proprio tempo. D’altra parte non è semplice per ragazzi adolescenti dover organizzare i compiti dopo esser stati a scuola per 6-8 ore al giorno per poi tornare a casa e dover riprendere i libri in mano.

Il problema forse è questo: insegnare ai ragazzi e alle ragazze ad organizzare il loro tempo. Proprio la pallacanestro insegna che il tempo è una risorsa e va sfruttata al meglio. È difficile organizzare in modo proficuo il proprio tempo e lo è ancor di più insegnare questo ad altri, specie ai tempi di smartphones, tablets, computers, tutti strumenti potentissimi che potrebbero semplificare le cose agli studenti, ma che spesso diventano un’arma a doppio taglio e portano alla deconcentrazione, alla distrazione.

Tale faccenda è ben nota a tutti: eppure non tutti riescono a trovare una soluzione che permetta di mantenere un buon rendimento sia a scuola sia nella pallacanestro. La soluzione più in uso pare esser quella di saltare un allenamento per recuperare lo studio, ma siamo sicuri che sia necessario saltare allenamenti per studiare? Forse basterebbe spegnere il cellulare, il tablet, il computer per un paio d’ore in più al pomeriggio dopo la scuola e concentrarsi maggiormente sui compiti. Forse studiare con un compagno può aiutare a velocizzare l’apprendimento.

C’è però chi riesce ad organizzare in modo ottimale il proprio tempo e con risultati super! Grazie alla lodevole iniziativa “Premio pagella AJP” dell’Olimpia Milano, infatti, vengono premiati gli studenti-giocatori/giocatrici con i voti migliori a scuola. Ancor più lodevoli sono i ragazzi e le ragazze che vi partecipano.

E allora come non esser contenti di festeggiare ELEONORA RIPA classe 2005 (TUTTI 10 IN PAGELLA!!!) delle Sanga Gazzelle, MICHELANGELO MIRAGOLI classe 2002, giocatore U14 Tigers e BARTOLOMEO BERNAGO classe 2001, giocatore U15 e U16 Tigers per la vittoria di questo premio… BRAVI RAGAZZI! Siete di esempio per tutti i vostri coetanei!

Ebbene sì, si può fare: si può essere eccelsi studenti e giocatori di pallacanestro.

U15M: due vittorie sul filo di lana per i 2001 di Coach Corvi.

Il weekend degli Under15 di Coach Corvi inizia all’insegna dell’entusiasmo e dell’adrenalina. Partita non adatta ai deboli di cuore, infatti, quella che ha visto i nostri 2001 ospiti della squadra di Arese. Basti dire che sono stati necessari due overtime per decretare la squadra vincitrice. Ma ne è valsa la pena, visto che la squadra vincitrice in questione era quella dei Tigers! I nostri ragazzi, infatti, hanno portato a casa un 106-102 di tutto rispetto.

Certo, non si può dire che sia stata una partita impeccabile: si continuano a vedere ancora troppi errori di distrazione, troppo palloni buttati via e troppi tiri sbagliati sotto canestro. E servirebbe anche un po’ di attenzione e decisione in più nel contrastare le penetrazioni avversarie in area, troppe volte oggi i nostri avversari sono entrati in terzo tempo quasi indisturbati. Abbiamo soprattutto pagato un brutto calo di concentrazione nel terzo periodo, vanificando il vantaggio accumulato nella prima metà della gara.

Per fortuna, non sono mancati l’impegno e la forza di volontà, e soprattutto la capacità di restare lucidi e concentrati nei momenti “topici” della partita, in particolare dopo che i nostri avversari avevano riacciuffato in extremis il pareggio che li ha portati all’overtime. Non di rado in queste circostanze chi recupera lo svantaggio poi vince sulle ali dell’entusiasmo. I nostri U15 hanno avuto il merito di non abbattersi e di stringere i denti nonostante la legittima stanchezza, la loro determinazione nei due periodi supplementari è stata senz’altro la parte più bella della partita, quella da cui devono ripartire per i prossimi incontri.

GSO Arese-Tigers 102-106 dopo 2 O.T. (26-30; 40-51; 66-69; 88-88; 99-99)
Tigers: Petta 8, Ferri 6, Pinna 5, Castagneri 4, Cavallaro 51, Arcadi 8, Benaggia 2, Bianchi 14, Tarditi 4, Corbascio 2. All. Corvi.

Di nuovo in campo lunedì sera per la partita del campionato FIP contro Trecella, gara in cui l’unica nota positiva delle prestazione delle nostre Tigri Under 15 è il risultato. Una vittoria di due punti che, tuttavia non basta a nascondere una pericolosa involuzione di gioco e di approccio. Viene da chiedersi per quale ragione i nostri ragazzi, con puntualità disarmante, perdano in ogni partita almeno il triplo delle palle rispetto a qualunque loro avversario. Pare, a volte, che non sappiano come passare la palla, quando passarla e a chi passarla. Evidentemente, dedichiamo troppa poca attenzione al fondamentale del passaggio. Se questo sembra poco…

Malgrado tutti questi handicap ed un inizio molto sotto tono, gli avversari non brillano in precisione e il primo quarto va in archivio con il punteggio di 18 a 15 per i nostri. Pochi canestri e una partita ancora tutta da scoprire. Nel secondo quarto, il ritmo di gioco è più vivace da entrambe le parti, ma l’equilibrio non cambia, con Trecella che chiude con un leggero vantaggio, grazie ad una maggior precisione al tiro e a una buona difesa.

Al rientro in campo dopo l’intervallo il ritmo degli avversari aumenta ulteriormente ed anche la loro precisione al tiro. Con I suoi sotto di 10 lunghezze Coach Corvi è costretto a cercare soluzioni tattiche alternative e a ruotare in continuazione I giocatroi a disposizione, per ritrovare l’equilibrio del gruppo e recuperare lo svantaggio. Finalmente, nel finale, le Tigri raccolgono tutte le energie residue e, con grande caparbietà, riagguantano la parità. Dopo un tirato punto a punto, riescono a sopravanzare gli avversari e vincono mostrando il carattere e la determinazione necessari per chiudere bene una partita difficile.

Vale la pena sottolineare che il risultato e la grinta tirata fuori nel finale rimangono le uniche note positive della gara di oggi. Un po’ poco per una squadra che sembrava in crescita e che ha dimostrato di avere notevoli qualità tecniche. Dunque… ragazzi, al lavoro!

Tigers-Trecella 66-64 (18-15; 30-34; 47-52)
Tigers: Obeng 11, Nardella 3, Bernago 4, Ferri 3, Cavallaro, Ballerini, Stanga 12, Blanco 8, Bologna 19, Calmo 19, Bianchi, Corbascio. All. Corvi, Ass. Buongiorno.

 

 

 

U15M: dopo una partita dai due volti, arriva una sconfitta da cui imparare molto

Partiamo dalla fine: ha vinto la squadra che ha meritato di più. I ragazzi di Bernareggio escono vittoriosi dal campo perché hanno giocato con maggiore intensità dei nostri per tutta la durata della gara, senza pause. La loro difesa è senz’altro una delle migliori del girone: pressing a tutto campo, difesa chiusa in area… Sono sempre riusciti a metterci in difficoltà. Precisi in attacco, anche tirando da lontano, davvero una bella squadra.

E i nostri? Da questa gara i nostri porteranno a casa due lezioni ugualmente importanti, una relativa al primo tempo e l’altra al secondo. La prima: se per due quarti continuiamo a sbagliare passaggi, perdere palloni, commettendo errori su errori anche nel tiro da sotto canestro e dimenticando di prendere i rimbalzi, a metà partita è inevitabile trovarsi sotto nel punteggio di ben 18 lunghezze. I Tigers questa volta non sono entrati in campo con la necessaria determinazione e concentrazione e questo, con una squadra aggressiva e attenta come Bernareggio (ma probabilmente con tutte le squadre di un girone Gold) è un lusso che non puoi permetterti.

La seconda: se a un certo punto decidiamo di metterci a giocare, di mettere in pratica le contromisure al pressing avversario e di adattarci anche al gioco “fisico”, allora possiamo recuperare persino uno svantaggio di 18 punti in solo periodo contro una squadra forte come i nostri avversari (come è successo nel terzo quarto).
Purtroppo non è bastato: nell’ultimo periodo gli ospiti sono stati più “freddi”, hanno risentito meno della tensione e della “paura di vincere” ed sono riusciti ad allungare quel tanto che bastava per portare a casa la partita, con un distacco finale di 10 punti.

Ora starà ai coach e ai ragazzi fare tesoro di entrambe le lezioni, per evitare le incertezze e gli errori visti nella prima metà della gara ed estendere all’intera durata della partita l’intensità e la determinazione messe in campo nella seconda parte… Buon lavoro!

Tigers-Bernareggio 50-60 (10-17; 18-31; 40-48)
Tigers: Obeng 3, Nardella 4, Bernago 4, Corno 5, Ferri, Cavallaro 4, Ballerini n.e., Stanga 8, Blanco 6, Bologna 10, Calmo 6, Bianchi. All. Corvi, Assistenti: Barbera e Buongiorno

U16M: due vittorie e una sconfitta nelle ultime tre uscite.

Due vittorie e una sconfitta nelle ultime due settimane per la squadra U16 che accusa il colpo solo nello scontro casalingo contro la quotata formazione di San Carlo.

Questa la prima delle tre gare disputate in cui ci presentiamo nelle peggiori condizioni possibili, con malattie di stagione e assenze che condizionano il lavoro settimanale e la prestazione del weekend. Manca anche l’importante contributo dei ragazzi 2001 impegnati lo stesso giorno nella vittoria contro Morbegno e la somma di questi fattori, più che inficiare il risultato finale della gara, ci condiziona in avvio dove giochiamo timorosi e subiamo la partenza sprint della squadra ospite. Il divario è già importante ma i parziali dei 2 quarti centrali dimostrano che, anche se non al meglio, avremmo potuto disputare un altro tipo di gara.

Pronto riscatto domenicale nell’anticipo che ci vede ospitare Borgo Pieve, la delusione subita il giorno precedente si trasforma in agonismo e la coppia di “piccoli” Fiorani-Obeng fa incetta di palloni e recuperi in anticipo mettendo in ghiaccio la partita già al primo quarto. Chiude i giochi Simone Salman, autore di 15 punti, che domina il pitturato e fa il vuoto a rimbalzo. Entusiasmo dalla panchina per la marcatura di tutti i giocatori a referto e per il canestro del centesimo punto siglato da Matteo Diaferia, atleta che si è affacciato al mondo del basket giocato per la prima volta a settembre.

Il calendario regolare ci vede ospitare per l’ultima giornata del girone di andata la formazione di Voghera. I risultati precedenti ci facevano prevedere una partita complicata e da giocare a viso aperto e così è stato, anche se la richiesta di partire subito col piglio giusto e il piede sull’acceleratore non è stata esaudita a causa di qualche indecisione di troppo. Rincorriamo così per 3 quarti senza mai riuscire a mettere il naso avanti, alterniamo momenti belli e appassionanti ad altri di confusione e superficialità in cui Voghera ci punisce. Magistrale però l’interpretazione del quarto quarto dove, con un parziale di 23-10 ribaltiamo il risultato e conquistiamo il referto rosa che ci tiene in corsa per la conquista dei 2 posti valevoli per l’accesso al tabellone finale.
Coriacei a rimbalzo e lucidi in attacco nella gestione del ritmo e nella capacità di interpretazione del gioco contro le diverse difese avversarie, i ragazzi di coach Rossi cambiano volto a una partita giocata per 3 tempi col freno a mano tirato e che sembrava segnata nel verso peggiore. Determinante Fiorani che recupera palla dalla rimessa in zona d’attacco e si invola in contropiede sancendo il risultato finale di 68-62

Ci attende ora doppio scontro contro Landriano, squadra che ha disputato poche partite ma che finora risulta imbattuta. Sarà un banco di prova interessante per capire dove possono spingersi le nostre ambizioni. Appuntamento domenica 21 febbraio ore 17 in via Frigia!

Tigers – San Carlo  32-62 (2-15, 18-40, 24-48)
Tigers: Fiorani 7, Pagani 10, Tava 12, Du 1, Rognoni 2, Guidoni, Salman, Sarhan, Diaferia, Ruizan. All. Rossi, Ass.Rotelli.

Tigers – Borgo Pieve: 113-21 (27-6, 58-12, 81-16)
Tigers: Fiorani 20, Diaferia 3, Du 2, Pagani 14, Guidoni 4, Ruizan 4, Sarhan 6, Rognoni 4, Obeng 18, Blanco 6, Tava 17, Salman 15. All.Rossi, Ass. Rotelli.

Tigers – Voghera: 68-62 (9-17, 27-36, 45-52)
Tigers: Fiorani 3, Du NE, Pagani 9, Guidoni 9, Sarhan, Obeng 7, Blanco 9, Tava 3, Salman 3, Ghezzi NE, Stanga 3, Bologna 22. All. Rossi, Ass. Rotelli.

U15M: grande cuore per gli Under 15 che resistono alla rimonta di Gorgonzola e conquistano i 2 punti.

Un’altra vittoria, questa volta di prestigio, per i Golden Boys Under 15, che riescono nell’impresa di espugnare il difficile campo della quotata Argentia Gorgonzola.

Una squadra, quest’ultima, che fa delle difesa il proprio indubbio punto di forza. Inizio davvero fulminante dei Tigers, che porta loro in dote un vantaggio di 15 punti al termine del primo quarto. Secondo periodo sostanzialmente in equilibrio, grazie anche, alla forte difesa degli avversari. Si va negli spogliatoi con un margine a favore dei Tigers che rimane di 14 punti.

La partita diventa più accesa nel terzo periodo dove, un poco alla volta, i Tigers si lasciano recuperare il vantaggio, sino a che, nell’ultimo periodo, a cinque minuti dalla fine, i nostri vanno per la prima volta sotto nel punteggio, per quanto solo di un punto. Le speranze dei padroni di casa durano però ben poco.
I Tigers vogliono proprio vincere e, da quel momento in poi, non sbagliano mai i canestri più importanti, dimostrando di essere cresciuti anche caratterialmente.

Risultato finale 66 a 59 e successo senza dubbio meritatissimo: col cuore si vince, soprattutto nel giorno di San Valentino!

Gorgonzola-Tigers 59-66 (9-23; 22-37; 40-49)
Tigers: Obeng 2, Bernago, Corno 10, Pinna, Cavallaro 13, Arcadi n.e., Ballerini n.e., Stanga 5, Blanco 5, Bologna 25, Calmo 6, Bianchi. All. Corvi, Ass. Barbera

 

U15M: Non si fermano i Tigers di Coach Corvi. Vittoria anche con Morbegno.

Ancora una vittoria per i Tigers Under 15 che, nella penombra della palestra di via Frigia, si assicurano altri 2 punti nel girone Gold, regolando per 73 a 54 gli ospiti arrivati da Morbegno.
Soltanto negli ultimi minuti di gioco gli avversari riescono a ridurre sotto i venti punti uno svantaggio che, per buona parte della partita, è stato di ben più ampie proporzioni.
Match senza sussulti, gestito in scioltezza dai nostri ragazzi ed arbitrato da un ragazzo che, seppur molto giovane, non ha mai perso le redini della gara.

Cogliamo l’occasione per sottolineare che è necessario un intervento sull’impianto luci del PalaFrigia. In fondo, se il primo giorno Dio decise di creare proprio la luce, ci sarà ben una ragione…

Tigers-Morbegno: 73-54
Tigers: Obeng 3, Bernago 5, Corno 13, Ferri, Pinna 2, Castagneri 2, Cavallaro 4, Stanga 7, Blanco 8, Bologna 12, Calmo 15, Bianchi 2. All. Corvi, Assistenti: Barbera e Buongiorno

U15M: l’ultimo turno dei campionati Fip e Uisp

Partita sicuramente segnata dalla spiacevole ‘diatriba’ relativa al punteggio durante la gara, ma bravi i ragazzi a tenere testa e nervi in campo, guidati dal loro staff tecnico.
Cestisticamente parlando, abbiamo assistito ad un incontro vibrante, che gli Under 15 hanno meritatamente vinto per 93 a 83.

Sempre avanti nel punteggio fin dal primo canestro, i nostri ragazzi hanno saputo prima conquistarsi un buon margine di vantaggio e, quindi, sono sempre stati in grado di tenere a bada le folate degli avversari che, in un’occasione, hanno ridotto il distacco a soli 5 punti, alla sirena di metà partita.

Con un terzo periodo giocato all’insegna della concretezza e della concentrazione, il margine di vantaggio è tornato ben oltre i 15 punti; nell’ultimo periodo, nonostante qualche sporadico calo di tensione, l’inerzia della partita non è mutata. Per una volta, oltre a ringraziare i ragazzi per le emozioni che ci regalano e gli allenatori per il lavoro che fanno ogni settimana in palestra, vogliamo ringraziare quei genitori che permettono ai ragazzi di disputare le partite rendendosi disponibili a fare referto e cronometro: siete parte importante e indispensabile della ‘macchina-Tigers’. Quindi, soprattutto in questo caso, grazie a Boris Bernago e alla sua pazienza e disponibilità.

Tigers-Pioltello 93-83 (28-17; 51-46; 73-58)
Tigers: Obeng 5, Bernago 4, Corno 16, Ferri 3, Cavallaro 10, Arcadi, Stanga 13, Blanco 7, Bologna 18, Calmo 17, Bianchi. All. Corvi, Assistenti: Barbera e Buongiorno.

Come di consueto i 2001 sono stati impegnati anche nel campionato Uisp, contro Uboldo, contro cui hanno portato a casa i due punti e il referto rosa, nonostante abbiano concesso qualcosa in più rispetto la partita d’andata.

In vantaggio fin dai primi minuti, hanno permesso a coach Boninsegna, eccezionalmente in panchina in sostituzione di coach Corvi, di dare spazio a tutti i ragazzi. Un po’ di tensione, qualche distrazione in difesa, ma, sostanzialmente, un buon gioco di squadra ha fatto sì che i nostri chiudessero la gara con il punteggio di 89 53.