RISING ORANGE: PAOLA NOVATI E VALENTINA GIULIETTI

La nostra serie A2 femminile riposa (la gara con Geas prevista per il weekend 11-12 è già stata giocata) ma il Mondo Sanga non si ferma mai e allora eccoci alla seconda puntata della rubrica Rising Orange alla scoperta del pianeta giovanile arancio-nero. Con noi questa volta Paola Novati e Valentina Giulietti.

Da dove nasce la vostra passione per il gioco, le vostre prime esperienze e contatti con il basket giovanile.

NOVATI: “La passione nasce in famiglia. Ho iniziato a giocare a 6 anni e dal primo giorno di minibasket è stato amore a prima vista. Ho fatto tutto il minibasket nella Comense e sono rimasta lì fino a quando, purtroppo, è fallita nel 2011. Questo non ha tolto nulla alla mia passione che, anzi, è aumentata, osservando ed ammirando le giocatrici di A1 che seguivo costantemente.”

GIULIETTI: “Gioco a basket da sempre. Ero all’ultimo anno di asilo e con gli altri bambini abbiamo cominciato a giocare a micro-basket perché i ragazzi della serie C di Bernareggio erano venuti a farci qualche lezione. All’epoca i miei genitori mi avevano iscritto ad un corso di ginnastica artistica, ma abbiamo capito subito tutti che il body e le scarpette non facevano per me. Il colpo di grazia poi è stato il film “Space Jam” del quale ho completamente consumato il nastro del videoregistratore. Michael Jordan e i Looney Tunes di fatto hanno cambiato tutto il resto. Dopo aver fatto tutto il percorso minibasket a Bernareggio a 11 anni ho cominciato a giocare in una squadra femminile Brianzola con la quale ho costruito molte amicizie e colto molte soddisfazioni personali”.

Come ti trovi in questa esperienza Sanga e come in A2 anche con le compagne?

NOVATI:“Al Sanga mi trovo bene, è una società che mi piace, mi sta dando molta fiducia, nella quale riesco a a migliorarmi giorno per giorno. È un ambiente positivo perché, soprattutto con le compagne, mi trovo molto bene, sia nel giovanile che in prima squadra. Ho un bel rapporto con tutte e sicuramente questa solidarietà riesce a farci lavorare bene in palestra”.

GIULIETTI: “Sono a Sanga da 3 anni, dopo la sofferta decisione di lasciare la squadra che mi aveva cresciuta e fatto esordire anche in A, ma per certi versi deluso nel periodo prima del cambio. L’arrivo al Sanga è stato da subito molto apprezzato a partire dallo staff per arrivare alle compagne. Compagne nuove ed esperte con la prima squadra. Lavorare duro con le senior e anche con una ragazza straniera: Lavinia nel primo anno e Liga nel secondo. Abbiamo avuto due buoni anni con l’U20 nei quali la soddisfazione maggiore ci ha sfiorata di poco. Molte amiche nuove ma anche alcune rincontrate dalle esperienze precedenti. Il gruppo è grosso modo rimasto invariato e abbiamo cementato le amicizie. Giocavo già con Paola e Giada (ma anche Picarelli che ha purtroppo abbandonato) con le quali ho già condiviso tornei, Finali Nazionali e premi. Ho avuto modo di stringere belle e nuove amicizie con Alice, Giulia e Ludovica (Rossini che è andata a Carugate ma con la quale siamo ancora in contatto). Ci hanno raggiunto per le Finali Giulia Vincenzi e Susanna Toffali, quest’anno anche Grassia, con le quali ho fatto tutto il percorso di Azzurrina. Insomma per farla breve sono molto contenta di quello che faccio, con chi e dove lo sto facendo. Sanga poi ha una lato sociale che forse non tutte le società di Basket hanno e che aggiunge valore a tutto il resto; anche se a volte pesa dover quadrare i propri impegni con quelli extra palestra della Società.

Aspirazioni, obiettivi e vostre personali aree di miglioramento, cosa chiedete a questa stagione?

NOVATI:“Quest’anno per me è un anno impegnativo, abbiamo tre grandi obiettivi: le finali nazionali u20, puntare alla promozione in B con la squadra di serie C e i play off con la serie A.
Sicuramente questi traguardi aumentano la voglia di lavorare duro giorno per giorno in palestra. Parlando di me, sto iniziando a proiettarmi in una visione più da esterna, nel senso che Franz mi sta dando fiducia anche da 3 e questo per me significa molto. Imparare a giocare in ruoli diversi significa saper vedere il gioco da diversi punti di vista, questo ti consente di aiutare la squadra nel miglior modo possibile. Voglio essere il più ‘produttiva’ per tutti e tre i campionati in cui sono inserita e non nego che spero che questa cosa possa aiutarmi per confermarmi nel giro della nazionale, ma di questo se ne parlerà ovviamente a fine stagione”.

GIULIETTI:Vorrei poter avere più spazio in A ma sono serena, sapendo che pur in un inizio d’anno complicato per noi le occasioni non mancheranno (Franz lo sa). Voglia di far bene ne abbiamo tanta e in abbondanza. Con l’Under 20 vorrei poter vincere il mio ultimo titolo regionale giovanile per poi giocarci le nostre chance alle Finali Nazionali. Ho praticamente giocato in tutte le finali giovanili disponibili (U15, U17, U19 e U20) ed essendo l’ultima sarebbe ora di vincere. Con le altre giovani stiamo tentando l’avventura (in ottica preparazione) della Serie C. Vista la formula e le avversarie, un campionato sfidante, la Final Four potrebbe essere alla portata: noi ci crediamo. Se dovessi sognare più in grande, mi piacerebbe che qualcuno in azzurro notasse il mio impegno e l’etica del lavoro che nel piccolo hanno sempre prodotto buoni risultati dovunque ho giocato. Fin ora da quel lato qualche soddisfazione è arrivata in passato ma sarebbe bello rinfrescarla”.

Quanto spazio occupa il basket nella tua vita?

NOVATI: “Il basket sicuramente occupa uno spazio molto grande nella mia vita, praticamente vivo in palestra! Avendo iniziato l’università quest’anno i tempi da gestire sono cambiati molto ma per ora non sto avendo molti problemi. Giocare a basket mi piace e, per quanto possa esserci stanchezza fisica, questa non toglierà mai nulla la mia voglia di stare in palestra e lavorare!”.

GIULIETTI:

3 Paola Novati

14 Valentina Giulietti

La mia vita è divisa tra studio, faccio il primo anno di Design al Politecnico di Milano, qualche amicizia, ma soprattutto tante ore tra palestre e partite. In tutto quello che faccio metto sempre tutto quello che ho e quindi rimane veramente poco tempo per fare altro. Recupero durante l’estate facendo viaggi e sperimentando con i miei genitori o da sola in giro per il mondo”.

Serie C Prova di Forza con la capolista Siziano

Vittoria di forza delle Sanga girls che centrano un importante successo contro una delle due capolista, raggiungendola così al secondo posto. Il quintetto Giulietti, Quaroni, Novati, Perini e Trianti ha la faccia giusta per l’occasione.

14 Valentina Giulietti

Partite subito fortissimo e concertate fanno capire il marchio di fabbrica del campo. Un bruciante 8-0 obbliga la coach avversaria a sprecare il primo minuto. Al rientro in campo il verso della partita non cambia concedendo solo due punti alle avversarie e al decimo il tabellone segna 20-2. Coralmente tutte le ragazze corrono, si servono numerosi assist e recuperano palle e rimbalzi. Sugli scudi diverse accoppiate di gioco: Giulietti-Novati, Quaroni-Perini, Novati-Quaroni e Giulietti-Trianti. 22 gli assist complessivi a fine partita. Difficile per le avversarie adattarsi ai continui cambi di gioco e alle ripartenze dal palleggio.

I cambi cominciano già al quinto del primo quarto e proseguono fino alla fine del primo tempo  concedendo molti minuti a 10 delle 11 convocate. Linda Ferrazzi e Alice Matteoni in tribuna ( la seconda momentaneamente ai box per un lieve infortunio rimediato in allenamento).

Negli spogliatoi ci andiamo con un interessante quanto inatteso divario di 33 punti, che concede alla triade dei coach di sperimentare nuove formule di gioco concedendo più spazio alle piccole, ma anche alle avversarie.

Molte le giocate sfortunate di Tafuro e Pagani questa sera non proprio in palla. Ma tutte stringono i denti e contengono un ispirata ex (Arianna Pilvirenti) in campo a trascinare le azzurre di Siziano al rientro dall’intervallo lungo.

Coach pollice usa sapientemente tutta la panchina nel secondo tempo e chiede al gruppo massima concentrazione. Giulietti in doppia-doppia ne mette 16 e Novati 12. Tutte partecipano brillantemente ad allungare il tabellino e concedere una bella vittoria casalinga con 74 tiri dal campo.

Serie C

Tramo Group Sanga Milano – Here you can Siziano 72-37 (20-2, 45-12, 61-25)

Monti, Novati 12, Perini 6, Pagani 5, Calciano 5, Giulietti 16, Taverna 8, Tafuro, Quaroni 6, Trianti 8, Stilo 6

Prossima partita il 12 Novembre alle ore 15:45 sul campo di casa contro la diretta contendente alla seconda piazza: Eureka Monza.

 

 

Rising Orange: Valentina Grassia ed Elena Quaroni

Iniziano ad entrare nel vivo le competizioni che coinvolgono le squadre Orange di Serie A, U20, e Serie C. Tra le protagoniste due giovani arrivate quest’anno nel pianeta Sanga, Valentina Grassia ed Elena Quaroni, che andiamo a conoscere più da vicino nella nostra nuova rubrica Rising Orange.

12 Valentina Grassia

Da dove nasce la vostra passione per il gioco, le vostre prime esperienze e contatti con il basket giovanile.

GRASSIA:Ho iniziato a giocare a basket da quando avevo 6 anni. I miei genitori volevano farmi provare uno sport di squadra per aiutarmi a combattere un po’ la mia timidezza. Così ho fatto il primo provino alla Sandamianese basket e ad ora sono 13 anni che vivo in palestra. Ho giocato con i maschi fino a 10 anni, poi mi sono spostata nella squadra femminile dell’Eureka Monza sino ai 12. Nel 2011 mi sono tesserata al Geas Sesto San Giovanni, anno da matricola che è stata l’autentica scoperta di un “nuovo” mondo, passando da un campionato regionale ad uno élite. Ho ottenuto grandi soddisfazioni: ho vinto il Join The Game (torneo 3vs3 a livello nazionale) con Perini, Sanna e Bumeliana e ho fatto parte della squadra che ha portato a casa lo scudetto U15 nelle finali di Bormio. Mi hanno sempre dato la possibilità di allenarmi con le ragazze più grandi, fino ad arrivare con la prima squadra (nel 2015 mi hanno inserita nel roster della serie A1). Da due anni sto cercando di guadagnarmi minuti ed esperienza nelle partite di A2. Dopo ben 6 anni di divisa Geas, ho deciso di cambiare aria. Ed ora eccomi qui al Sanga Milano”.

QUARONI: “Ho iniziato a giocare a basket a 6 anni nel Cavallino Bianco, la squadra di Poasco, il paesino in cui abito. Un giorno, per caso, l’allenatrice della squadra di minibasket, mi ha proposto di provare a fare qualche allenamento e da quel momento mi sono appassionata sempre di più a questo sport. Ho giocato nel Cavallino Bianco per tutti gli anni del minibasket. A 11 anni sono passata al Milano 3 per i primi due anni di giovanile, per poi trasferirmi a Milano Basket Stars, dove sono stata per sei anni arrivando due volte alle finali nazionali. L’ultimo anno sino ai playoff di serie B per salire in A2. L’anno scorso invece sono passata al Sant’Ambrogio in serie C sfiorando la promozione in B ed, a fine stagione, mi ha contattata il Sanga”.

21 Elena Quaroni

Stagione di esordio in maglia Orange, come vi state trovando, esperienza e prime impressioni

GRASSIA:L’esordio in A2 in maglia Sanga è stato tanto emozionante. Nonostante fossi agitatissima, l’incoraggiamento e la fiducia delle mie compagne sono stati fondamentali. Allenamento dopo allenamento e partita dopo partita sto imparando a conoscere le caratteristiche di tutte e sto riuscendo a fare sempre meglio. Non solo con l’A2, ma anche in U20 siamo partite con buoni risultati. Il campionato è appena iniziato, ma puntiamo ad arrivare il più avanti possibile. Purtroppo non ho ancora il prestito per la serie C, quindi per ora mi è toccato seguire le partite dalla tribuna. Ma mi piacerebbe tantissimo avere la possibilità di fare esperienza in una senior con ragazze della mia età e giocare faccia a faccia contro ex-giocatrici di campionati maggiori”.

QUARONI:Ho deciso quindi di cogliere questa opportunità con il Sanga per provare a mettermi in gioco, e per confrontarmi con una realtà completamente diversa da quelle a cui ero abituata. Infatti inizialmente ero molto timorosa perché non sapevo bene cosa aspettarmi, ma mi sono trovata bene sin da subito. Sia con lo staff che con le mie compagne che hanno saputo accogliermi al meglio, facendomi sentire subito parte del gruppo. L’esordio in A2 contro Vicenza è stato davvero emozionante, ero agitatissima. Ma, con il trascorrere delle partite, e degli allenamenti, ho acquisito sicurezza, fino a che contro Pordenone e Cagliari sono riuscita a giocare con più tranquillità. Anche in serie C ed in Under 20 mi sto trovando bene, stiamo ottenendo dei buoni risultati e partita dopo partita miglioriamo come squadra, stiamo imparando a conoscerci ed a giocare insieme”.

Aspirazioni, obbiettivi e vostre personali aree di miglioramenti, cosa chiedete a questa stagione?

GRASSIA:Gli obiettivi di quest’anno sono comunque tanti. Sicuramente fare un buon campionato U20, dato che è l’ultimo anno di giovanile. Continuare a lavorare duro per migliorare tecnicamente, ma soprattutto cercare di acquisire quella fiducia in me stessa che mi farebbe scendere in campo più sicura ed aggressiva”.

QUARONI:In tutti e tre i campionati aspiriamo ad arrivare il più avanti possibile, in particolare in under 20, dato che sarà il nostro ultimo anno di giovanile, puntiamo alle finali nazionali. Sono molto felice di giocare in questa società e sicuramente l’opportunità che mi è stata data di far parte di una squadra che milita nel campionato di serie A2, mi darà la possibilità di crescere sia sul piano tecnico che caratteriale”.

U20 Tramo Group Sanga Milano – Broni 65-45

Partita insidiosa contro Broni, che tra le outsider di questo girone é quella più quotata nella lotta per l’accesso alle finali.

Non delude il loro inizio rampante, che mette subito in difficoltà le padrone di casa. Gravate da qualche fischio di troppo Giulietti e compagne incappano in un break iniziale fatto di fisicità nel pitturato (in campo dall’ inizio anche Castello) e triple piazzate dall’ala. Pinotti registra la difesa e le ragazze mettono qualche buona azione di contropiede. Solo la giostra dei tiri liberi premia le Pavesine che non sbagliano un colpo e chiudono in vantaggio di stretta misura il quarto.

Le Orange non perdono il ritmo e l’intensità accumulando altri falli (totali falli fatti 23 contro in 13 subiti, 4 Giulietti e Pagani, 3 Perini Grassia e Quaroni a fine partita) ma chiudendo il secondo parziale sul +1 per un totale 27 pari alla sirena che rimanda le squadre negli spogliatoi.

Il rientro in campo é però la nota più piacevole della partita poiché la giovane Pagani supportata da Novati permette a Sanga di accelerare con una buona sequenza di contropiedi. Perini alterna ottime giocate a qualche sbavatura ma costantemente muove Il tabellino. Broni passa a zona e le padrone di casa fanno ben circolare la palla trovando sempre buoni tiri.

Le ospiti giocano gli ultimi 10 minuti con un po’ di scoramento mentre le padrone di casa traghettano la partita sul più 20 finale. Risultato fin troppo severo viste le premesse iniziali. Giusto nella sostanza considerando la differenza esperienza complessiva in questo tipo di competizione e l’apporto di tutta la panchina. Buona la mole dei tiri ma da rivedere le percentuali di realizzazione.

Tramo Group Sanga Milano – Broni 65-45 (14-15, 13-12, 20-10)

Angeretti, Pagani. 17, Novati 15, Perini 11, Grassia 3, Calciano 2, Giulietti 3, Taverna 7, Quaroni 5, Cirelli 2, Mavellia, Stilo.

Prossimo appuntamento con le U20 in un altro interessante appuntamento a Lodi contro Fanfulla2000 in via Giovanni XXIII 7 il 9/11 alle ore 19:40

U20 TRAMO GROUP batte B.F.M Milano = 102 – 23

Squadra minimal a ranghi ridottissimi (solo 8 le ragazze schierate) a causa di contemporaneità con una partita under 18.

Le 98 e 99 a disposizione non prendono sotto gamba l’impegno con le volenterose avversarie bianco-azzure e basta un quarto per indirizzare la partita.
Tutte e otto a referto e tanti minuti per tutte.

8 Giada Perini

12 Valentina Grassia

 

Molti gli spunti positivi per questo allenamento di lusso che arriva in coda al trittico di vittorie con la serie A giocata sabato e la C di domenica.
Note positive arrivano dalla vena realizzativa di Perini e Grassia (22 punti a testa) e Taverna (19): con un mix fatto di molti contropiede, tiri piazzati e lotte a rimbalzo per strappare il secondo tiro. 

Prossimo appuntamento con le U20 Lunedì 30 alle ore 19:15 al Palagiordani di via Cambini a Milano

BFM-TRAMO Milano 23-102 (8-22, 0-35, 9-22)
Novati 9, Perini 22, Grassia 22, Calciano 11, Giulietti 5, Taverna 19, Tafuro 6, Quaroni 8

Vittuone-TRAMO GROUP=46-63

 

TRAMO GROUP SANGA U20 ricomincia da Vittuone il percorso interrotto a Roseto degli Abruzzi la scorsa Pasqua con qualche rammarico per il podio sfuggito dalle mani negli ultimi istanti di gara.

Le classe 98 di casa Orange interamente confermate e coadiuvate da qualche arrivo estivo nelle file delle pari età (Quaroni e Grassia), aprono le danze con una bella vittoria di carattere sull’ostico campo di Vittuone. La partita ha offerto molti interessanti spunti: su tutti la capacità di reagire alle difficoltà. Partite “ad handicap” a causa di un difficile metro arbitrale finiscono la prima frazione di gioco quasi in parità ma con un carico di falli fischiati che al 10mo dirà 3-8, Grassia già gravata di 3 infrazioni e Taverna colpita da un tecnico inspiegabile. Solo le piccole Cirelli, Mavellia e Pagani non calcano il parquet nel quarto ma supportano le più grandi dalla panchina.

Molti i minuti di zona per evitare un aggravio ulteriore di infrazioni e la lancetta dell’arbitraggio gira di nuovo il segno 4-1 i falli del secondo quarto lasciando correre quasi tutti i contatti. Brave le ragazze a rimanere concentrate e a non reagire. Belle le giocate sull’asse Quaroni-Giulietti-Novati, e l’inserimento delle giovani Cirelli-Pagani permettono a tutte di rifiatare, ben gestendo in qualche buona occasione l’intensità in attacco.

Al rientro dagli spogliatoi le ragazze cedono un po’ alla voglia di riscatto delle padrone di casa perdendo il quarto di 4 punti, ma dando ottimi minuti a Stilo e Mavellia. 

Il finale è in surplus e le forze in campo vengono riequilibrate sui giusti valori con la volenterosa Vittuone in affanno. 

Baskettiamo Vittuone  – TRAMO GROUP=46-63 (15-17; 24-34, 39-45)

Pagani 4, Novati 12, Perini 5, Grassia 10, Calciano 2, Giulietti 7, Taverna 2, Quaroni 15, Cirelli 2, Mavellia, Stilo 4

Prossimo appuntamento in casa del Basket Femminile Milano alle ore 21:15, ma in una palestra a noi vicinissima CRESPI di VIA VALVASSOR PERONI, lunedì 23 ottobre.

Serie C SANGA Milano – BK Borgo San Giovanni 76-33

Le ragazze partono contratte in questo esordio di campionato giocato tra le mura amiche di un rinnovato Centro Sportivo Cambini.

Causa sovrapposizione di impegni e allenamenti della prima squadra, pochissime le occasioni avute fin qui per oliare gli ingranaggi di questo team.

Dopo i primi 5 minuti giocati con un po’ di affanno difensivo le ragazze cominciano a macinare il loro gioco in attacco. Le avversarie, neopromosse dalla promozione, faticano, ma tengono il campo cercando di non farsi sopraffare.

Ampie rotazioni dalla panchina e per tutto il resto della partita si sperimentano quintetti e situazioni diverse. Sia in attacco che in difesa.

Per un lungo periodo le avversarie si schierano a zona per cercare di contenere il gioco delle padrone di casa, ma a parte qualche imprecisione, le ragazze guidate per l’occasione da Franz Pinotti (Pollice out per una sanzione comminata alla fine dello scorso campionato) muovono palla, conquistano vantaggi importanti e tirano, segnando, da 3.

Tutte a referto le orange e molte azioni in cui tutte e cinque le ragazze sul parquet toccano velocemente palla prima del tiro. 

SANGA Milano – BK Borgo San Giovanni 76-33 (14-10, 37-17, 50-31)

Monti 2, Novati 8, Perini 5, Pagani 6, Calciano 6, Giulietti 15, Taverna 10, Quaroni 4, Trianti 4, Mateoni 9, Ferrazzi 5, Stilo2.

Prossimo appuntamento Sabato 14/10 alle ore 20:30 contro WAL-COR Pontevico presso la palestra Comunale di Via Cavalieri di V.Veneto a Pontevico.