Coppa Lombardia – Vincono Pubblico e Organizzazione

Vince la B&P Costa Masnaga la Coppa Lombardia, avendo ragione di un’ottima Tec Mar Crema in una gara punto a punto, che replica il successo della scorsa stagione. Ma ad aver vinto è stata l’organizzazione delle sei società lombarde che hanno organizzato questa terza edizione del Trofeo rimesso in palio, lo ricordiamo, dalla Edelweiss Albino. E’ ancora il vecchio Trofeo che passa di mano in mano, come la famosa Coppa Rimet del Calcio, da vincitrice a vincitrice ogni anno.

Il successo è di pubblico, perché le quattro giornate hanno visto tribune assiepate di appassionati, famiglie e ragazze desiderose e curiose di vedere all’opera sei società che rappresentano parte del meglio della pallacanestro femminile nazionale.

Se ne sono accorti al Comitato Regionale Lombardo che, con un’operazione simpatia, ha deciso di patrocinare l’evento fornendo Arbitri e un Ufficiale di Campo. Oltre a premi per tutte le giocatrici, allenatori e dirigenti, in grande quantità, Nella speranza che questa partnership si rinnovi negli anni a venire, grazie anche alla nostra eccezionale “Madrina” Mara Invernizzi.

Se ne sono accorti anche alla Lega Basket Femminile che, dalla bocca del Presidente Massimo Protani, ha elogiato l’iniziativa, riempiendoci di complimenti bene auguranti. Della Lega sono i numerosi premi per le migliori giocatrici.

Abbiamo la fortuna in Lombardia di avere numerose tesserate, più che in ogni altra parte d’Italia. Ma non è così scontato avere un’organizzazione qualificata, che invece è presente e puntuale a ogni iniziativa ci riguardi.

Rimandiamo per i tabellini e i risultati di tutte le partite ai siti internet delle sei società, raccogliendo qua i risultati delle finali e un commento a caldo da chi ha voluto/potuto rilasciarlo subito.

Commento di Coach Gabriele Pirola per la B&P Costa Masnaga, prima classificata “Sono generalmente soddisfatto dell’andamento del Torneo. Certamente per averlo vinto, ma soprattutto per essere riusciti a integrare Camille MAHLKNECHT in così poco tempo e con margini di miglioramento corale. Sicuramente per aver messo in campo le nostre giovanissime (2002) “bimbe” che hanno quindici anni, ma che nonostante la loro giovane età hanno dimostrato di poter fare bene. Buone e ottime conferme dalla nostra “vecchia guardia” se così si può dire, con una menzione per Del Pero che ha fatto molte più cose da giocatrice matura che da ragazza di 18 anni quali ha. Insomma, abbiamo di che essere contenti, nell’attesa del pieno recupero delle indisponibili.”

Commento di Coach Diego Sguaizer per la Tec Mar Crema, seconda classificata “La Coppa ha rappresentato un bel banco di prova importante del lavoro svolto fino ad ora anche in chiave conoscitiva del gruppo che dovrò guidare. Dispiace non aver potuto contare sull’organico al completo il che mi avrebbe permesso un verifica più approfondita ma ho comunque ricevuto risposte molto positive. La squadra seppur priva di elementi fondamentali per il nostro sistema di gioco ha trovato comunque risorse tecniche ed umane per sopperire alle difficoltà crescendo di partita dopo partita. L’ultima della quale, la finale, giocata veramente ad ottimi livelli confermando le qualità ormai riconosciute alle mie giocatrici su tutte un carattere veramente encomiabile. Un plauso naturalmente lo faccio alle mie ragazze ma anche alle avversarie via via affrontate che mi hanno dato modo di intravvedere il livello di difficoltà che incontreremo in campionato”.

Commento di Coach Giuliano Stibiel per la Fassi Albino, terza classificata “Nonostante le assenze importanti nelle file del Geas, considero questa partita un bel passo avanti nella preparazione alla prima di campionato dove sicuramente troveremo delle avversarie già affamate di rivincita a cui risponderemo come fatto oggi con grande aggressività difensiva ed il coinvolgimento di tutte nel potenziale offensivo espresso dalla squadra. Siamo riuscite a sperimentare nel giro di una settimana un pò tutto quel che avevo in testa, trovando sicuramente difficoltà ma uscendone comunque a testa alta con un atteggiamento veramente positivo! Le giovani ci stanno dando risorse ed energie (quasi) inaspettate mentre nelle 3 gare a turno le più esperte o comunque leader del gruppo si sono distribuite equamente le responsabilità, tuttavia siamo ancora lontane da quella continuità di rendimento vero punto chiave di una stagione difficile ma che affrontiamo con tantissimo entusiasmo. Vedo sempre più le facce giuste in ogni occasione… la base c’è ora non ci resta altro che lavorare lavorare e ancora lavorare.”

Commento di Coach Cinzia Zanotti per il Geas Sesto San Giovanni, quarta classificata “Bella manifestazione, organizzata al meglio. Ha dato la possibilità alle squadre di far buoni test in vista dell’inizio tra due settimane e dare spunti sul lavoro da fare . Per quanto riguarda Geas , abbiamo avuto modo di dare spazio a tutte e tastare la ns condizione fisica . Alcuni infortuni ci hanno costretti a provare nuove soluzioni. Tanto il lavoro da fare.” 

Commento di Coach Andrea Piccinelli per il Carosello Carugate, quinta classificata “Un bel torneo utile per migliorare condizione e soprattutto affiatamento della squadra…pur non completi e con qualche acciacco la squadra ha risposto bene e ha tenuto il campo nelle tre partite contro tutte avversarie di livello..da parte nostra siamo sulla strada giusta ma sappiamo che c”è molto da fare…voglia ed entusiasmo non mancano.”

Commento di Coach Franz Pinotti per Il Ponte Casa d’Aste – Tramo Group Milano, sesta classificata “Non nascondo un pizzico di delusione per come abbiamo affrontato l’ultimo weekend. Certamente non avevamo l’obiettivo di vincere la Coppa Lombardia, ma la vittoria con Crema nella prima giornata, ottenuta mostrando carattere e mentalità vincente, dimostrata da tutta la squadra, unita anche alle belle prestazioni di inizio settembre anche contro Costa Masnaga stessa, ci avevano illuso di avere trovato subito una quadra che ora viene invece a mancarci clamorosamente. L’infortunio al Capitano Giulia Maffenini, di cui non conosciamo ancora l’effettiva “gravità” e nella speranza sia solo un grandissimo spavento, ci ha purtroppo condizionato ben oltre i nostri limiti tecnici. Non ci resta che ritornare in palestra e concentrarci adesso sui punti in cui abbiamo capito dover lavorare. Ma senza drammi. Abbiamo tutto il tempo per farci trovare pronti per la prima trasferta di campionato a Cagliari sponda Selargius. Subito la prova del nove, per un gruppo il cui obiettivo è di migliorare la buona stagione dello scorso anno.”

Questi i risultati delle Finali

5/6 posto Carosello Carugate – Il Ponte Casa d’Aste Milano = 71-61

3/4 posto Geas Sesto San Giovanni – Fassi Albino = 44-49

1/2  posto B&P Costa Masnaga – Tec Mar Crema = 63-60

Premi:

MIGLIOR GIOVANE DI OGNI SQUADRA

  • GIULIETTI – 1998 – Il Ponte Casa d’Aste Milano – TRAMO GROUP 
  • ZUCCHETTI – 2000 – Carosello Carugate
  • DECORTES – 1999 – Geas Sesto San Giovanni
  • ROKHYIATA TALL – 1999 – Fassi Albino
  • TOGLIANI – 1998 – Tec Mar Crema
  • DISCACCIATI – 2002 – B&P Costa Masnaga

MIGLIOR MARCATRICE DI OGNI SQUADRA

  • CANOVA – Il Ponte Casa d’Aste Milano – TRAMO GROUP 
  • ROSSI– Carosello Carugate
  • SCHIEPPATI – Geas Sesto San Giovanni
  • SILVA – Fassi Albino
  • CACCIALANZA – Tec Mar Crema
  • MAHLKNECHT – B&P Costa Masnaga

M.V.P. DI OGNI SQUADRA

  • NOVATI – Il Ponte Casa d’Aste Milano – TRAMO GROUP 
  • ALBANO – Carosello Carugate
  • ARTURI – Geas Sesto San Giovanni
  • BONVECCHIO– Fassi Albino
  • RIZZI– Tec Mar Crema
  • LONGONI– B&P Costa Masnaga

Questo il miglior quintetto premiato e relativo Allenatore

  • STARTING FIVE LOMBARDIA:

BALDELLI, DEL PERO, CACCIALANZA, RULLI, PARMESANI – Coach Gabriele PIROLA

Ufficio Stampa Coppa Lombardia – CR Lombardo 

 

Sconfitta Sanga in Coppa Lombardia con Albino

Il Sanga esce sconfitto dal match con Albino, non rimediando neppure alla differenza canestri, e dice addio ad una possibile finale di Coppa Lombardia. Si deve accontentare della finalina per il 5/6 posto contro Carugate, domenica a Costa Masnaga alle ore 15.30.

Finale1/2 posto  ore 19.30 Costa Masnaga – Crema 

Finale 3/4 posto ore 17.30 Albino – Geas 

Si capisce subito dalle prime contese sotto canestro che sarà una partita molto fisica. L’avvio delle ragazze del Sanga, ancora senza Maffennini, non è dei migliori e Albino scappa subito 5-0. Canova e Pozzecco sono due leonesse, guidano la riscossa e riportano sotto le compagne. Si gioca punto a punto con le difese che non fanno passare uno spillo e anzi fanno inceppare gli attacchi. Giulietti si danna l’anima fra le braccia della retroguardia ospite e prende un ottimo gioco da 3 facendo scappare il Sanga 12-7. Albino ribatte colpo su colpo ma il primo parziale è delle milanesi 14-10. Nel secondo quarto la musica non cambia, Albino sembra più convinta e riesce a rientrare in partita. Sotto canestro continua la battaglia e qualche volta ci scappa anche qualche colpo proibito. A farne le spese è Guarneri che esce per un colpo al volto. Le bergamasche intanto trovano sempre più maggior precisione al tiro e vanno al riposo sul 30-26. In apertura di terza frazione le biancorosse di Albino partono meglio e volano sul 36-28 complice l’ottima serata al tiro di Marulli, il Sanga invece non trova tiri buoni e soprattutto tiri da fuori. A metà tempo si accendono Novati e Giulietti che trovano tre triple di fila, le prime della serata, per il Sanga, che torna sotto 37-38. Albino sprinta ancora, Picotti risponde sempre dalla lunga distanza e il risultato rimane in bilico al suono della terza sirena (42-46). Albino riparte più cattiva e decisa e si ritrova ben presto a più 8 con Pinotti che cerca di dare la scossa alternando Canova e Martelliano, ma ormai è tardi, Albino sempre avanti, rallenta il ritmo e riesce a far passare il tempo facendo girare bene la palla trovando spesso tiri puliti. A 2’ dalla fine le milanesi sotto di 11 provano l’ultimo sforzo, il tempo però corre e non aiuta. Albino controlla e chiude la contesa sul 59-48. Per il Sanga nessuna giocatrice in doppia cifra e solo un 4 su 25 da 3 punti che alla fine pesa tanto sul risultato finale. Migliore a referto è Picotti con 9 punti

A fine gara coach Pinotti sottolinea i difetti ancora da correggere in questa fase prestagionale: “Non siamo contenti della nostra prova difensiva, abbiamo concesso troppi tiri comodi alle nostre avversarie più pericolose. C’è da lavorare molto anche in attacco dove l’assenza di Maffenini pesa ancora più del previsto. Purtroppo dalla possibilità di giocarci il trofeo siamo scivolati alla finalina per il quinto posto, peccato. Ora niente drammi, faremo ancora più lavoro in palestra e ci concentreremo sui nostri difetti odierni, consci che abbiamo ancora due settimane per affinare i nostri meccanismi”. 

Ufficio Stampa Sanga Milano 

Per aspera sic itur ad astra

Weekend che si prospetta ancora colmo di emozioni, il prossimo fine settimana in Lombardia, per il basket femminile di serie A. Sabato e domenica si giocheranno l’ultima giornata e le finali che si definiranno proprio nella notte di sabato sera in quel di Carugate.

Questi i risultati delle prime due giornate:

  • GEAS – CARUGATE: 61-44 (18-16, 31-29, 45-40)
  • SANGA MILANO – BASKET TEAM CREMA: 54-52 (14-12, 25-25, 34-33, 46-46)
  • BASKET TEAM CREMA – ALBINO: 47-32 (15-15, 27-20, 36-27)
  • COSTA MASNAGA – GEAS SESTO TEAM CREMA – ALBINO: 69-64 (17-9, 31-26, 54-41)

queste invece le partite ancora da disputare:

Sabato 16 settembre a Carugate in Via del Ginestrino

  • Ore 19.00 CARUGATE – COSTA MASNAGA
  • Ore 21.00 SANGA MILANO –ALBINO

Domenica 17 settembre FINALI A COSTA MASNAGA Via Verdi

  • Ore 15.30 Finale 5° e 6° posto
  • Ore 17.30 Finale 3° e 4° posto
  • Ore 19.30 Finale 1° e 2° posto

Accolto con simpatia e favore, il beneaugurante saluto giunto in Lombardia, dal Presidente della Lega Basket Femminile Massimo Protani, uno dei massimi esponenti del movimento che tanto sta lavorando per migliorare la visibilità dei campionati nazionali. Sollecitato dal Vice Presidente Paolo Manclossi, ha espresso parole di apprezzamento per l’importante sforzo delle società lombarde sia a livello Senior che giovanile:

“Per aspera sic itur ad astra” – diceva bene Seneca, “Attraverso le asperità si arriva alle stelle”. E’ la prima cosa che ho pensato quando ho letto le squadre partecipanti alla terza edizione della Coppa Lombardia, regione che non a caso rappresenta un’eccellenza della pallacanestro femminile ai massimi livelli. Le asperità sono rappresentate dal valore delle sfide che si svolgeranno nei palasport di Carugate, Crema e Costa Masnaga, fino alle finali di domenica 17 settembre.

Sei squadre coinvolte, tutte partecipanti al campionato di Serie A2 e tutte con ambizioni di ben figurare nella stagione che prenderà il via nel week end a cavallo tra la fine di questo mese e il primo giorno di ottobre. Un test event impegnativo ed affascinante perché ogni partita sarà un derby, una Coppa Lombardia che, sono sicuro, sarà una conferma dell’elevato gradimento da parte di atlete, addetti ai lavori e tifosi, nei confronti di quelle formule simili all’Opening Day.

A due settimane dell’inizio di una nuova ed affascinante stagione, per ognuna delle sei squadre partecipanti (Albino, Carugate, Costa Masnaga, Crema, Milano e Sesto San Giovanni in ordine rigorosamente alfabetico) avrà modo per testare le proprie ambizioni.

Colgo l’occasione per augurare agli organizzatori, agli amici dirigenti e a tutte le atlete un sincero “in bocca al lupo” non solo per questa edizione della Coppa ma anche per il campionato.”

L’ingresso alle partite sarà ancora libero. Sono invitati tutti gli appassionati a sostenere le società di serie A Femminile, ma in particolare tutte le bambine e le giovani che praticano questo meraviglioso Sport in “rosa”. Chissà che non ci sia già da domenica, qualche “campionessa” in erba che vedendo giocare dal vero tante ottime atlete, tra l’altro molte giovani nazionali italiane, possa appassionarsi e iniziare a giocare sin dal Minibasket.

Domenica alla Premiazione interverrà un rappresentante della Fip Comitato Regionale Lombardo che patrocina e sostiene la Coppa Lombardia 2017, e che ringraziamo per la sensibilità dimostrata verso un settore, quello femminile, che ha tanto bisogno di idee e programmazione.

La Lega Basket Femminile ha messo a disposizione ben 18 Premi individuali.

Ogni società partecipante vedrà premiate tra le proprie atlete, ognuna:

  • La Miglior Giovane partecipante alla Coppa Lombardia di serie A2;
  • La Miglior Marcatrice in questa serie di partite
  • La Miglior giocatrice per ogni squadra, M.V.P.

UFFICIO STAMPA COPPA LOMBARDIA – CRL  

E’ GIA’ UN SANGA DA BATTAGLIA, DOMATA CREMA IN OVERTIME, 54-52

Sfida mai banale quella tra Ponte Casa d’Aste Milano e TecMar Crema, l’ennesima conferma arriva dalla prima gara della Coppa Lombardia 2017 chiusa dopo un overtime che premia grinta e lucidità delle orange nei momenti chiave.

Partita sempre in grande equilibrio con le difese, anche qui leitmotive delle tante battaglie delle ultime stagioni, grandi protagoniste. Capitan Maffenini e compagne rispondono colpo su colpo alle fiammate di Caccialanza e Capoferri. Incertezza che sembra allentarsi in apertura di quarto periodo con Canova che firma un mini strappo, 41-35. Crema regge sfruttando alcune chiamate arbitrali che penalizzano eccessivamente le lunghe milanesi, assai discutibile il quinto fallo di Guarneri (ben 8 i recuperi della guerriera novarese). Le cremasche mettono la freccia e sul più 4 sentono profumo di vittoria con soli 50 secondi sul cronometro. Canova, in contumacia Maffenini tenuta precauzionalmente ai box, si issa sulle spalle il peso offensivo della squadra siglando la tripla rabbiosa del meno 1, Crema stecca un libero e Milano impatta forzando il supplementare.

Nel prolungamento coach Pinotti pesca dal mazzo il jolly Giulietti al posto di una spenta Pozzecco. Proprio la guardia orange sigilla due liberi decisivi in modo glaciale, la mano educata di Novati (3/5 da tre) spara il siluro che fa barcollare le rivali, la difesa di una commovente Martelliano (ben 11 rimbalzi) e la sapienza cestistica di Picotti fanno il resto, 54-52 il finale.

Note liete anche dalla panchina Sanga, minuti preziosi e di qualità delle giovanissime Quaroni e Grassia, ora per la truppa di coach Pinotti in arrivo il secondo appuntamento, questa volta con Albino, sempre a Carugate sabato 16 settembre alle 21.

IL PONTE CASA D’ASTE: Canova 15, Novati 11, Martelliano e Picotti 8, Guarneri 5, Maffenini 4, Giuletti 2, Grassia 1. 

Ufficio Stampa Sanga Milano