U15M – Il refeto rosa è dell’argentia

Battuta d’arresto casalinga per i Tigers di Coach Andrea Corvi, sconfitti per 72 a 59 dall’Argentia Gorgonzola, nella penultima partita della fase Gold.

Buon inizio dei nostri ragazzi che, nei primi minuti, a ranghi completi, ribattono colpo su colpo e si portano subito in vantaggio. Prima però che siano trascorsi cinque minuti di gioco, ha inizio la falcidia dei nostri lunghi che, tra errori di persona nell’assegnazione dei falli e grosse, imperdonabili ingenuità, si caricano subito di falli e, di fatto, regalano agli avversari, già peraltro ben più dotati in centimetri, l’assoluto dominio sotto i canestri.
Pur senza dilagare, la squadra avversaria riesce a mantenere sempre 6/8 punti di vantaggio fino alla sirena finale.
Malgrado qualche disattenzione di troppo, soprattutto nei rientri difensivi, rimane comunque la curiosità di sapere se, con tutti i nostri giocatori a disposizione, qualcosa sarebbe cambiato…

Tigers-Gorgonzola 59-72 (12-17; 25-30; 45-51)
Tigers: Obeng 11, Nardella 7, Bernago, Corno 4, Ferri 7, Cavallaro, Stanga 15, Blanco 4, Bologna 7, Calmo 4, Bianchi n.e. All. Corvi, Ass. Barbera

u15M: bella vittoria contro Pioltello

Partita ben giocata dai ragazzi Under 15, che tornano vincitori dall’insidiosa trasferta di Pioltello e, dopo alcune prestazioni sottotono (cui, vale la pena sottolineare, non sono comunque seguite altrettante sconfitte), ricominciano a mostrare le loro buone qualità.

La squadra avversaria, pur priva del giocatore più rappresentativo, ha messo in campo caparbietà ed agonismo, non rinunciando a combattere anche quando lo svantaggio, all’inizio del terzo periodo, era arrivato a sfiorare i 20 punti. Ma è stato proprio quando i padroni di casa sono riusciti a ridurre il distacco a due soli possessi, che i nostri ragazzi hanno hanno saputo mostrare le loro doti migliori.

L’imprecisione al tiro, che aveva caratterizzato i primi tre periodi di gioco, è improvvisamente scomparsa per lasciare il posto ad una rinnovata consapevolezza dei propri mezzi, tradottasi in una percentuale realizzativa foriera di un distacco che ha segnato +20 per i nostri: 60 a 40 il risultato finale.

La buona e costante intensità difensiva per tutto l’arco della partita, è stata forse la nota più positiva. Abbiamo visto come le squadre più forti e strutturate, costruiscano le loro fortune proprio sulla difesa: senza dubbio, questa è la strada da seguire.

Pioltello-Tigers 40-60 (10-14; 20-37; 33-42)

Tigers: Obeng 1, Nardella 4, Bernago, Corno 8, Pinna n.e., Cavallaro, Stanga 2, Blanco 6, Bologna 25, Calmo 11. All. Corvi, Ass. Buongiorno.

U15M – Vincono senza convincere le tigri di Coach Corvi

Le Tigri Under 15 ritornano alla vittoria contro la compagine di Teglio, sconfitta per 68 a 58. I dieci punti di vantaggio, sporadico frutto dell’allungo finale, sono l’epilogo di una partita che, dopo un primo quarto ben giocato dai nostri ragazzi, avanti di 10 punti, è stata poi di fatto sempre equilibrata.

Ben altra partita rispetto a quella dell’andata, vinta dai Tigers con 34 punti di vantaggio.
Purtroppo, la squadra vista oggi non sembra nemmeno una lontana parente di quella dell’andata.
Una difesa, salvo poche eccezioni, completamente svagata, ha consentito ai valtellinesi di arrivare molto spesso a canestro con estrema facilità. In attacco, solo in pochi sanno prendersi le proprie responsabilità, troppi si lasciano invece prendere dalla paura e dalla fretta di liberarsi della palla.

Questa preoccupante involuzione di gioco e, soprattutto, di mentalità, stupisce non poco. Dopo una serie di brillanti risultati, c’era da attendersi un ben maggiore entusiasmo da parte di tutti. Sembra che ora sia venuto meno persino l’orgoglio di migliorarsi.
L’atteggiamento visto in campo oggi, potrebbe forse essere adatto per un torneo amatoriale: lo spirito della fase Gold, continuano ad averlo solo in pochi.
Certo, la partita è stata vinta: chi si vuole accontentare solo di questo, ben venga.

Ma siamo davvero convinti che questa sia davvero una crescita?
Se si partecipa ad una fase Gold insieme alle migliori squadre della provincia, sarebbe forse meglio prendere esempio da quelli, come i ragazzi del Lissone, che anche avanti di 50 punti continuano a pressare ed attaccare con il massimo della grinta e dell’intensità.

Ben pochi tra i nostri sembrano avere imparato o, ancora peggio, voler imparare, questa lezione…

Tigers-Tellina 68-58 (22-12; 33-26; 53-45)
Tigers: Obeng 11, Nardella 2, Bernago 2, Corno 18, Pinna, Cavallaro 1, Arcadi, Stanga 12, Blanco 4, Bologna 18, Calmo, Bianchi. All. Corvi, Ass. Buongiorno

U15M: un weekend dai due volti per le Tigri classe 2001

Il primo impegno U15 del weekend era nel campionato UISP contro San Fruttuoso.

Gara facile e ben controllata dai Tigers che, pur partendo un po’ a rilento, si portano avanti già nel primo quarto con un parziale di 17-14. Un discreto gioco di squadra fa sì che alla pausa il distacco sia di 15 punti, 35 a 20 in favore dei milanesi. Alla ripresa nulla cambia e nostri continuano ad incrementare il loro punteggio, chiudendo il match 56-39.

Grazie al punteggio ormai messo in cassaforte, su richiesta del coach Corvi la squadra ha potuto concentrarsi un po’ di più nelle azioni d’attacco, alzando il ritmo nel far girare la palla per liberare l’uomo al tiro e tentando qualche “dai e vai” e qualche penetrazione ben costruita. I ragazzi hanno senz’altro bisogno di crescere ancora, di lavorare sui fondamentali e di arrivare ad una maggiore continuità per competere con le squadre più titolate che, come sappiamo, ti puniscono al minimo errore. Godetevi quindi questa vittoria, ragazzi, ma restate “sul pezzo”!

Pol. San Fruttuoso-Tigers 39-56 (14-17; 20-35; 27-45)
Tigers: Obeng, Nardella 11, Pinna 2, Castagneri 4, Mirulla 2, Cavallaro 17, Arcadi 3, Ballerini 2, Benaggia, Bianchi 8, Tarditi 3, Corbascio 4. All. Corvi.

Come di consueto, di scena anche in Fip le Tigri di Coach Corvi.

Partita molto ordinata e giudiziosa delle Tigri Under 15, che riescono a non farsi mai sopraffare dall’ansia, nonostante la continua pressione della difesa avversaria. La palla circola sempre veloce e precisa, i nostri ragazzi si propongono puntuali per la ricezione, trovando soluzioni di tiro oculate ed efficaci.

Magari fosse possibile commentare così la partita di sabato… La realtà, è tutto l’opposto.

Gli oltre 50 punti del distacco finale, non sono nemmeno sufficienti a descrivere la prova negativa dei nostri ragazzi: sono completamente in balia degli avversari, commettono ad ogni azione lo stesso identico errore, con i portatori di palla che, puntualmente, si suicidano nei raddoppi avversari, fermando il palleggio non appena superata la metà campo, ad un passo dalla linea laterale…praticamente nelle gabbie di raddoppi della difesa dei biancoblù di Lissone.

Le indicazioni dei coaches sono sempre costantemente, quanto pervicacemente, disattese, e ledistrazioni di ogni genere in attacco e in difesa fanno sì che il distacco tra le due squadre aumenti fino al -50 finale. I nostri ragazzi sembravano “pupazzi abulici” che, fra due soluzioni sceglievano sempre quella sbagliata.

L’unica nota positiva? Che ad un certo momento, ma sempre troppo tardi, la partita è finita.
Difficile dire quanto demerito delle Tigri e quanto merito degli avversari, senza dubbio di categoria superiore, vista l’imbattibilità mantenuta ad oggi da inizio stagione. Senza dubbio un’opportunità sprecata nella quale si poteva provare a giocare una partita di altissimo livello, cosa che invece i nostri ragazzi fecero qualche tempo fa nella partita del girone di andata al PalaFrigia.

Ci auguriamo che i ragazzi prendano coscienza delle loro possibilità e s’impegnino in una crescita costante, facendo propri gli insegnamenti dei coaches, rinnovando la fiducia in sé stessi per regalarci nuove emozioni. Forza ragazzi!

Apl Lissone-Tigers 83-32 (15-7; 44-18; 65-23)
Tigers: Obeng 4, Nardella 1, Bernago 1, Corno 5, Ferri 6, Pinna 2, Castagneri, Cavallaro 3, Stanga 2, Blanco, Bologna 6, Calmo 2. All. Corvi, Ass. Buongiorno.

 

U15M: due vittorie sul filo di lana per i 2001 di Coach Corvi.

Il weekend degli Under15 di Coach Corvi inizia all’insegna dell’entusiasmo e dell’adrenalina. Partita non adatta ai deboli di cuore, infatti, quella che ha visto i nostri 2001 ospiti della squadra di Arese. Basti dire che sono stati necessari due overtime per decretare la squadra vincitrice. Ma ne è valsa la pena, visto che la squadra vincitrice in questione era quella dei Tigers! I nostri ragazzi, infatti, hanno portato a casa un 106-102 di tutto rispetto.

Certo, non si può dire che sia stata una partita impeccabile: si continuano a vedere ancora troppi errori di distrazione, troppo palloni buttati via e troppi tiri sbagliati sotto canestro. E servirebbe anche un po’ di attenzione e decisione in più nel contrastare le penetrazioni avversarie in area, troppe volte oggi i nostri avversari sono entrati in terzo tempo quasi indisturbati. Abbiamo soprattutto pagato un brutto calo di concentrazione nel terzo periodo, vanificando il vantaggio accumulato nella prima metà della gara.

Per fortuna, non sono mancati l’impegno e la forza di volontà, e soprattutto la capacità di restare lucidi e concentrati nei momenti “topici” della partita, in particolare dopo che i nostri avversari avevano riacciuffato in extremis il pareggio che li ha portati all’overtime. Non di rado in queste circostanze chi recupera lo svantaggio poi vince sulle ali dell’entusiasmo. I nostri U15 hanno avuto il merito di non abbattersi e di stringere i denti nonostante la legittima stanchezza, la loro determinazione nei due periodi supplementari è stata senz’altro la parte più bella della partita, quella da cui devono ripartire per i prossimi incontri.

GSO Arese-Tigers 102-106 dopo 2 O.T. (26-30; 40-51; 66-69; 88-88; 99-99)
Tigers: Petta 8, Ferri 6, Pinna 5, Castagneri 4, Cavallaro 51, Arcadi 8, Benaggia 2, Bianchi 14, Tarditi 4, Corbascio 2. All. Corvi.

Di nuovo in campo lunedì sera per la partita del campionato FIP contro Trecella, gara in cui l’unica nota positiva delle prestazione delle nostre Tigri Under 15 è il risultato. Una vittoria di due punti che, tuttavia non basta a nascondere una pericolosa involuzione di gioco e di approccio. Viene da chiedersi per quale ragione i nostri ragazzi, con puntualità disarmante, perdano in ogni partita almeno il triplo delle palle rispetto a qualunque loro avversario. Pare, a volte, che non sappiano come passare la palla, quando passarla e a chi passarla. Evidentemente, dedichiamo troppa poca attenzione al fondamentale del passaggio. Se questo sembra poco…

Malgrado tutti questi handicap ed un inizio molto sotto tono, gli avversari non brillano in precisione e il primo quarto va in archivio con il punteggio di 18 a 15 per i nostri. Pochi canestri e una partita ancora tutta da scoprire. Nel secondo quarto, il ritmo di gioco è più vivace da entrambe le parti, ma l’equilibrio non cambia, con Trecella che chiude con un leggero vantaggio, grazie ad una maggior precisione al tiro e a una buona difesa.

Al rientro in campo dopo l’intervallo il ritmo degli avversari aumenta ulteriormente ed anche la loro precisione al tiro. Con I suoi sotto di 10 lunghezze Coach Corvi è costretto a cercare soluzioni tattiche alternative e a ruotare in continuazione I giocatroi a disposizione, per ritrovare l’equilibrio del gruppo e recuperare lo svantaggio. Finalmente, nel finale, le Tigri raccolgono tutte le energie residue e, con grande caparbietà, riagguantano la parità. Dopo un tirato punto a punto, riescono a sopravanzare gli avversari e vincono mostrando il carattere e la determinazione necessari per chiudere bene una partita difficile.

Vale la pena sottolineare che il risultato e la grinta tirata fuori nel finale rimangono le uniche note positive della gara di oggi. Un po’ poco per una squadra che sembrava in crescita e che ha dimostrato di avere notevoli qualità tecniche. Dunque… ragazzi, al lavoro!

Tigers-Trecella 66-64 (18-15; 30-34; 47-52)
Tigers: Obeng 11, Nardella 3, Bernago 4, Ferri 3, Cavallaro, Ballerini, Stanga 12, Blanco 8, Bologna 19, Calmo 19, Bianchi, Corbascio. All. Corvi, Ass. Buongiorno.

 

 

 

U15M: dopo una partita dai due volti, arriva una sconfitta da cui imparare molto

Partiamo dalla fine: ha vinto la squadra che ha meritato di più. I ragazzi di Bernareggio escono vittoriosi dal campo perché hanno giocato con maggiore intensità dei nostri per tutta la durata della gara, senza pause. La loro difesa è senz’altro una delle migliori del girone: pressing a tutto campo, difesa chiusa in area… Sono sempre riusciti a metterci in difficoltà. Precisi in attacco, anche tirando da lontano, davvero una bella squadra.

E i nostri? Da questa gara i nostri porteranno a casa due lezioni ugualmente importanti, una relativa al primo tempo e l’altra al secondo. La prima: se per due quarti continuiamo a sbagliare passaggi, perdere palloni, commettendo errori su errori anche nel tiro da sotto canestro e dimenticando di prendere i rimbalzi, a metà partita è inevitabile trovarsi sotto nel punteggio di ben 18 lunghezze. I Tigers questa volta non sono entrati in campo con la necessaria determinazione e concentrazione e questo, con una squadra aggressiva e attenta come Bernareggio (ma probabilmente con tutte le squadre di un girone Gold) è un lusso che non puoi permetterti.

La seconda: se a un certo punto decidiamo di metterci a giocare, di mettere in pratica le contromisure al pressing avversario e di adattarci anche al gioco “fisico”, allora possiamo recuperare persino uno svantaggio di 18 punti in solo periodo contro una squadra forte come i nostri avversari (come è successo nel terzo quarto).
Purtroppo non è bastato: nell’ultimo periodo gli ospiti sono stati più “freddi”, hanno risentito meno della tensione e della “paura di vincere” ed sono riusciti ad allungare quel tanto che bastava per portare a casa la partita, con un distacco finale di 10 punti.

Ora starà ai coach e ai ragazzi fare tesoro di entrambe le lezioni, per evitare le incertezze e gli errori visti nella prima metà della gara ed estendere all’intera durata della partita l’intensità e la determinazione messe in campo nella seconda parte… Buon lavoro!

Tigers-Bernareggio 50-60 (10-17; 18-31; 40-48)
Tigers: Obeng 3, Nardella 4, Bernago 4, Corno 5, Ferri, Cavallaro 4, Ballerini n.e., Stanga 8, Blanco 6, Bologna 10, Calmo 6, Bianchi. All. Corvi, Assistenti: Barbera e Buongiorno

U15M: grande cuore per gli Under 15 che resistono alla rimonta di Gorgonzola e conquistano i 2 punti.

Un’altra vittoria, questa volta di prestigio, per i Golden Boys Under 15, che riescono nell’impresa di espugnare il difficile campo della quotata Argentia Gorgonzola.

Una squadra, quest’ultima, che fa delle difesa il proprio indubbio punto di forza. Inizio davvero fulminante dei Tigers, che porta loro in dote un vantaggio di 15 punti al termine del primo quarto. Secondo periodo sostanzialmente in equilibrio, grazie anche, alla forte difesa degli avversari. Si va negli spogliatoi con un margine a favore dei Tigers che rimane di 14 punti.

La partita diventa più accesa nel terzo periodo dove, un poco alla volta, i Tigers si lasciano recuperare il vantaggio, sino a che, nell’ultimo periodo, a cinque minuti dalla fine, i nostri vanno per la prima volta sotto nel punteggio, per quanto solo di un punto. Le speranze dei padroni di casa durano però ben poco.
I Tigers vogliono proprio vincere e, da quel momento in poi, non sbagliano mai i canestri più importanti, dimostrando di essere cresciuti anche caratterialmente.

Risultato finale 66 a 59 e successo senza dubbio meritatissimo: col cuore si vince, soprattutto nel giorno di San Valentino!

Gorgonzola-Tigers 59-66 (9-23; 22-37; 40-49)
Tigers: Obeng 2, Bernago, Corno 10, Pinna, Cavallaro 13, Arcadi n.e., Ballerini n.e., Stanga 5, Blanco 5, Bologna 25, Calmo 6, Bianchi. All. Corvi, Ass. Barbera

 

U15M: Non si fermano i Tigers di Coach Corvi. Vittoria anche con Morbegno.

Ancora una vittoria per i Tigers Under 15 che, nella penombra della palestra di via Frigia, si assicurano altri 2 punti nel girone Gold, regolando per 73 a 54 gli ospiti arrivati da Morbegno.
Soltanto negli ultimi minuti di gioco gli avversari riescono a ridurre sotto i venti punti uno svantaggio che, per buona parte della partita, è stato di ben più ampie proporzioni.
Match senza sussulti, gestito in scioltezza dai nostri ragazzi ed arbitrato da un ragazzo che, seppur molto giovane, non ha mai perso le redini della gara.

Cogliamo l’occasione per sottolineare che è necessario un intervento sull’impianto luci del PalaFrigia. In fondo, se il primo giorno Dio decise di creare proprio la luce, ci sarà ben una ragione…

Tigers-Morbegno: 73-54
Tigers: Obeng 3, Bernago 5, Corno 13, Ferri, Pinna 2, Castagneri 2, Cavallaro 4, Stanga 7, Blanco 8, Bologna 12, Calmo 15, Bianchi 2. All. Corvi, Assistenti: Barbera e Buongiorno

U15M: l’ultimo turno dei campionati Fip e Uisp

Partita sicuramente segnata dalla spiacevole ‘diatriba’ relativa al punteggio durante la gara, ma bravi i ragazzi a tenere testa e nervi in campo, guidati dal loro staff tecnico.
Cestisticamente parlando, abbiamo assistito ad un incontro vibrante, che gli Under 15 hanno meritatamente vinto per 93 a 83.

Sempre avanti nel punteggio fin dal primo canestro, i nostri ragazzi hanno saputo prima conquistarsi un buon margine di vantaggio e, quindi, sono sempre stati in grado di tenere a bada le folate degli avversari che, in un’occasione, hanno ridotto il distacco a soli 5 punti, alla sirena di metà partita.

Con un terzo periodo giocato all’insegna della concretezza e della concentrazione, il margine di vantaggio è tornato ben oltre i 15 punti; nell’ultimo periodo, nonostante qualche sporadico calo di tensione, l’inerzia della partita non è mutata. Per una volta, oltre a ringraziare i ragazzi per le emozioni che ci regalano e gli allenatori per il lavoro che fanno ogni settimana in palestra, vogliamo ringraziare quei genitori che permettono ai ragazzi di disputare le partite rendendosi disponibili a fare referto e cronometro: siete parte importante e indispensabile della ‘macchina-Tigers’. Quindi, soprattutto in questo caso, grazie a Boris Bernago e alla sua pazienza e disponibilità.

Tigers-Pioltello 93-83 (28-17; 51-46; 73-58)
Tigers: Obeng 5, Bernago 4, Corno 16, Ferri 3, Cavallaro 10, Arcadi, Stanga 13, Blanco 7, Bologna 18, Calmo 17, Bianchi. All. Corvi, Assistenti: Barbera e Buongiorno.

Come di consueto i 2001 sono stati impegnati anche nel campionato Uisp, contro Uboldo, contro cui hanno portato a casa i due punti e il referto rosa, nonostante abbiano concesso qualcosa in più rispetto la partita d’andata.

In vantaggio fin dai primi minuti, hanno permesso a coach Boninsegna, eccezionalmente in panchina in sostituzione di coach Corvi, di dare spazio a tutti i ragazzi. Un po’ di tensione, qualche distrazione in difesa, ma, sostanzialmente, un buon gioco di squadra ha fatto sì che i nostri chiudessero la gara con il punteggio di 89 53.

U15M: Trasferta vincente in quel di Teglio per i tigrotti di Coach Corvi

Trasferta positiva per i ragazzi Under 15 di coach Andrea Corvi, che riprendono quota nel loro girone Gold con la vittoria, per 76 a 42, ottenuta fuori casa contro i valtellinesi della AS Tellina di Teglio.

Partita sempre saldamente nelle mani dei nostri ragazzi, che dopo avere concesso un minuto di vantaggio agli avversari, hanno subito aumentato il ritmo partita e progressivamente incrementato il divario in termini di punti, consentendo così al coach di ruotare ampiamente tutti i giocatori a propria disposizione, trovando anche il tempo per qualche esperimento difensivo.

Partita nel complesso divertente, che ha consentito di apprezzare buone giocate sotto canestro ed interessanti azioni in velocità, a coronamento di una prestazione sicuramente positiva.

Astel Tellina-Tigers 42-76 (11-22; 22-37; 31-55)
Tigers
: Obeng 4, Nardella 8, Bernago 4, Corno 9, Ferri 4, Pinna 6, Castagneri, Cavallaro 9, Stanga 18, Bologna 7, Calmo 5, Bianchi 2. All. Corvi, Ass. Barbera

U15M: Lissone è superiore, Tigers sconfitti al PalaFrigia

Una delle più grosse bugie mai dette è racchiusa nella prima regola del basket: il prof. James Naismith, cui dobbiamo l’invenzione di questo sport, aveva così esordito: “il basket NON è uno sport di contatto”.
Nella partita di oggi ne abbiamo avuto (come se ce ne fosse bisogno) un’ulteriore riprova. O meglio, questa è la lezione che i ragazzi di Lissone hanno dato ai nostri Under 15. Una squadra dalle innegabili doti tecniche e di livello superiore, come indubbiamente è Lissone, ha dimostrato di avere esattamente compreso quanto sia falsa ed anacronistica “la prima regola del basket”.

I nostri ragazzi, invece, non lo hanno ancora capito. Devono imparare che al gioco duro si risponde solo con il gioco duro, senza reazioni sopra le righe. Devono imparare che piangere e lamentarsi non serve MAI a niente. Nel loro percorso cestistico, di avversari che giocano duro, sfruttando il fisico e qualche astuzia in più, al limite del fallo se non oltre, tenendo i gomiti alti, ne troveranno sempre. Devono capire che se il divario tra due squadre è, come è stato oggi, di 20 punti, la prima cosa da fare è rimboccarsi le maniche e migliorare nel gioco e nella testa.

Detto questo, oggi si è vista una grande squadra nel primo, nel terzo e nell’ultimo quarto, una squadra capace di giocarsela allo stesso livello degli avversari, Peccato per il secondo quarto, dove invece il divario è stato quello che poi ha segnato il distacco finale. Oggi, comunque, la squadra si è vista e, contrariamente all’anno scorso contro gli stessi avversari, è stata sempre in partita.
L’ottimo lavoro di coach Corvi è evidente, ora sta ai ragazzi applicarne al meglio gli insegnamenti.

Tigers – Pall. Lissone 54-75 (16-16; 23-40; 36-62)
Tigers: Obeng 1, Nardella 4, Corno 10, Ferri, Pinna, Castagneri, Cavallaro 4, Arcadi, Stanga 11, Bologna 18, Calmo 6, Bianchi n.e. All. Corvi, Ass. Barbera

U15M: Inizia bene il girone Gold per i Tigrotti di Coach Corvi

Se uno zoologo avesse assistito ai primi due tempi della prima partita del prestigioso girone Gold, che i nostri Tigers Under 15 hanno disputato fuori casa contro l’Acli Trecelle di Pozzuolo Martesana, avrebbe certamente proposto alla Comunità Scientifica Internazionale di aggiungere i nostri ragazzi al novero degli esemplari che cadono nel profondo letargo invernale.
Pur sorretti dai migliori sentimenti verso i nostri ragazzi, non pare proprio possibile ricordare anche una sola buona giocata nel corso dei primi venti minuti di gioco. Non un rimbalzo, nemmeno in difesa, linee di passaggio astruse, palloni buttati rigorosamente alle ortiche, errori di ogni tipo… di peggio c’erano solo le trombe dei tifosi avversari! Va detto comunque che il girone di qualificazione che ci ha portato al Gold ha ampiamente dimostrato la crescita tecnica dei nostri U15, per cui quanto visto nel primo tempo non è da attribuire a deficit tecnici quanto alla notevole tensione nervosa con cui i ragazzi sono scesi in campo, nonostante non ci fossero motivi per temere una squadra avversaria buona ma senz’altro alla nostra portata.
Per quanto nella seconda parte della partita si siano raramente viste buone giocate, occorre tuttavia riconoscere che il terzo periodo è stato affrontato con ben altra determinazione, cosicchè il ritrovato spirito battagliero e la parziale riduzione degli errori, hanno alla fine consentito di recuperare lo svantaggio e vincere, con le unghie e con i denti, la prima partita di questo nuovo 2016, nonostante gli avversari abbiano persino fatto ricorso alla difesa a zona ( tre/due) nell’estremo tentativo di mettere in difficoltà le nostre Tigri. Un genere di partita che, nel campionato dello scorso anno, e questo va riconosciuto, i nostri ragazzi, molto probabilmente, non sarebbero riusciti a portare a casa. Questa la nota positiva, in attesa che altre ne arrivino, soprattutto sul piano del gioco e della concentrazione

Acli Trecella-Tigers 58-61(13-10, 27-22, 42-47)
Tigers
: Obeng 4, Nardella 2, Bernago 5, Corno, Ferri 2, Cavallaro 4, Arcadi n.e., Stanga 10, Blanco 5, Bologna 19, Calmo 8, Bianchi 2. All. Corvi. Ass.: Barbera-Buongiorno.