SANGA , CON FIDUCIA ED ENTUSIASMO CONTRO LA TEMIBILE CREMA

Altro derby tutto da seguire per Il Ponte Casa d’Aste, le Orange vanno a far visita alla tana dell’ambiziosa Tec-Mar Crema.

LE AVVERSARIE

Dopo le tre vittorie consecutive arriva la terza sfida tutta lombarda per il Sanga. Crema campo difficilissimo, e tradizionalmente proibitivo nelle tre ultime stagioni di campionato per le Orange. Di fronte una squadra dal roster completo e con legittime ambizioni di altissima classifica. Non mancano le tiratrici perimetrali, Parmesani, Caccialanza e Capoferri abbinano pericolosità offensiva ed esperienza. Malizia e talento interno anche in area colorata per Nori, cliente scomodo nel pitturato per le lunghe milanesi.

COACH PINOTTI:

“C’è molta fiducia, entusiasmo e grande consapevolezza di essere in crescita. Momento positivo da certificare andando a cercare una vera impresa, che sarebbe quella di battere a domicilio una squadra davvero molto forte e completa come Crema. Dovremo fare attenzione ad ogni singolo particolare, le cremasche sono pericolose in tutti i settori. Devastanti dall’arco, con Parmesani, Caccialanza e Capoferri, creano giochi molto insidiosi per attaccanti come Rizzi e Togliani, dentro l’area hanno poi Nori che è diventata una grande giocatrice nel pitturato”. 

MEDIA – Aggiornamenti sui canali social Sanga Basket e play-by-play sul sito ufficiale della Legabasketfemminile.

GEAS VINCE IL DERBY, SANGA KO CON RIMPIANTI

Nulla da fare per il Ponte Casa d’Aste nell’atteso derby con il Geas Sesto San Giovanni. Le ragazze di Coach Cinzia Zanotti vincono 63-49 e rimangono in testa alla classifica a punteggio pieno. Per il Sanga tanti rimpianti, qualche ingenuità di troppo, ma la consapevolezza che lottando su ogni palla con convinzione si può trovare la strada giusta e arrivare lontano.

Cronaca

L’anticipo della settima giornata per Il Ponte Casa d’Aste è di quelle gare che contano e possibilmente da non sbagliare. L’avversario si chiama Geas Sesto San Giovanni e una vittoria sul loro parquet varrebbe veramente tanto, sia a livello di graduatoria ma anche soprattutto per il morale. Maffenini è di nuovo tra i convocati e siede in panchina. Le due squadre partono bene con buoni ritmi e i due attacchi rispondono colpo su colpo. A metà quarto il Sanga ha però 3 falli di squadra e le padrone di casa riescono cosi a scappare con un mini break per il 10-6 grazie alla buona vena di Barberis e Arturi. Le orange non demordono ma soffrono a rimbalzo, Geas riesce a orchestrare meglio il gioco in area e dal campo e chiude la prima frazione 18-10 nonostante un gran lavoro di Guarneri sotto canestro. Nei secondi dieci partono forte Schieppati e compagne a cui prova rispondere Rossi con una bella “bomba” dalla distanza (21-10). Le rossonere fanno girare bene la palla in attacco, corrono tanto e trovano spesso buoni tiri. A 6’36” dalla sirena il tabellone recita un impietoso 29-13 e allora Coach Pinotti prova a cambiare qualcosa inserendo forze fresche dalla panchina con Picotti e Novati che trova un tiro da 3 che suona la carica per le milanesi. Ancora Guarneri aiutata da Canova ricuce lo strappo per un 33-22 che sa di scossa a 2′ dalla fine della frazione. Barberis, sempre precisa, va però a segno con un gioco da tre punti (fallo + libero) che ricaccia indietro le ospiti nonostante la lucidità ai liberi di Guarneri. La sirena sancisce il 38-24 per le ragazze di Sesto. Si riparte e dopo due minuti in cui non segna nessuno Picotti rianima il Sanga con una “bomba” che mette paura e fa risvegliare il tifo di casa che comincia a incitare a gran voce le proprie beniamine. La difesa milanese serra le maglie e inceppa il gioco offensivo fino a quel momento fluido del quintetto di Zanotti. Martelliano lotta e sgomita e con un bel gioco da tre fa -10 (40-30). La partita sembra cambiare ma un dubbio antisportivo fischiato a Guarneri in difesa su una penetrazione blocca la rincorsa Sanga che però continua a testa bassa e va anche a – 7 (42-35) con Grassia che sfrutta una palla rubata di Pozzecco. Si chiude con un facile appoggio di Decortes da dentro l’area e una bomba a fil di sirena di Rossi per il 50-38. Nell’ultimo quarto Canova apre subito fulminando la retina dalla distanza (50-41) e riportando sotto le compagne. Geas non si disunisce e complice qualche chiamata arbitrale dubbia (con tecnico a Pinotti) contiene il ritorno ospite. Sanga non molla, ha qualche possibilità per andare anche a – 6 ma pasticcia troppo. Poco dopo arrivano due belle stoppate con Guarneri e Novati che si esalta anche da 3 per il – 8 (57-49) ma è troppo tardi. Geas amministra bene, gioca con il tempo e con esperienza porta a casa il bottino pieno. Per il Ponte Casa d’Aste un’occasione persa, sabato arriva al Cambini ore 18.00 Marghera per un pronto riscatto.


Coach Pinotti: “Il metro arbitrale mi lascia molto perplesso. Il livello è questo ma non tutela il gioco, peccato. Geas ha messo in campo grande fisicità e grande esperienza, a noi invece è mancata proprio l’esperienza e 38 punti presi nel primo tempo a noi seconda difesa del torneo sono troppi. Abbiamo perso troppe palle e ci sono mancati i punti di Maffenini che in una partita come questa servivano eccome. Era in panca ma non ho voluto rischiarla, ci sarà sicuramente con Marghera. Senza Ercoli invece loro hanno trovato buone alternative, provato a correre di più, a giocare con maggior intensità e sono riuscite a tirare bene lo stesso e anche meglio. Buona prova di Martelliano, Picotti e Guarneri ma non è bastato. Pensiamo alla gara con Marghera”.

GEAS Sesto San Giovanni – Il Ponte Casa d’Aste Milano 63 – 49 (18-10, 38-24, 50-38, 63-49)
GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Schieppati* 14 (6/10 da 2), Arturi* 5 (1/6, 0/3), Zagni* 8 (3/5, 0/1), Pellegrini NE, Mariani, Decortes 2 (1/2 da 2), Gambarini* 4 (2/8, 0/1), Panzera 10 (3/6, 1/3), Barberis* 20 (4/8, 2/4), Grassia NE, Pusca NE
Allenatore: Zanotti C.

Tiri da 2: 20/45 – Tiri da 3: 3/12 – Tiri Liberi: 14/16 – Rimbalzi: 41 15+26 (Schieppati 12) – Assist: 18 (Arturi 6) – Palle Recuperate: 2 (Schieppati 1) – Palle Perse: 14 (Arturi 3)


IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Novati 6 (0/1, 2/5), Pozzecco*, Guarneri* 10 (3/6 da 2), Rossi 6 (0/2, 2/2), Martelliano* 7 (3/6, 0/4), Perini, Canova* 5 (1/3, 1/2), Maffenini NE, Grassia 4 (2/5 da 2), Picotti* 11 (3/11, 1/3), Quaroni NE, Trianti
Allenatore: Pinotti U.

Tiri da 2: 12/36 – Tiri da 3: 6/21 – Tiri Liberi: 7/8 – Rimbalzi: 32 12+20 (Picotti 10) – Assist: 12 (Pozzecco 3) – Palle Recuperate: 3 (Novati 1) – Palle Perse: 14 (Pozzecco 4) – Cinque Falli: Guarneri


Arbitri: Barbagallo L., Mignogna C.

San Gabriele Milano serie A2 F: al Ponte Casa d’Aste è proprio indigesta Crema, fuori dai playoff , il bilancio di coach Pinotti che pensa già alla nuova stagione

Mai come quest’anno Crema si è rivelata amara per il Ponte Casa d’Aste. Il team milanese infatti è stato eliminato con un secco 2-0 dai quarti di finale dei playoff di serie A2 dalla Tec Mar Crema che così ha bissato il doppio successo nei match giocati durante la regular season. Dopo aver perso gara 1 in trasferta per 74-61, le tigri di coach Franz Pinotti si sono arrese anche in gara 2 giocata al PalaIseo per 52-61 dopo aver comandato per oltre due quarti. La volata finale però ancora una volta come nei tre precedenti stagionali ha sorriso al team cremasco di coach Luca Visconti che ad onor del vero ha dimostrato di avere qualcosa in più rispetto alle milanesi. Un’eliminazione amara, come detto, anche manifestata dalle parole di coach Pinotti:

“Purtroppo ci dobbiamo leccare le ferite per questa eliminazione che brucia per tante colpe nostre ma anche per un metro arbitrale che proprio non ho capito perché spesso è cambiato nel corso della gara. Comunque non voglio togliere i meriti di Crema che ha vinto sul campo. Voglio però analizzare il nostro rendimento che contro Crema è sempre stato lo stesso. Per quattro volte quest’anno siamo sempre partiti meglio e stati avanti per poi calare alla distanza. Ripeto molto per colpa nostra. Peccato perché sono convinto ancora che non siamo inferiori a Crema”. Poi Pinotti traccia un bilancio della stagione: “A conti fatti penso che abbiamo disputato una stagione meno buona di quella passata anche se abbiamo centrato l’obiettivo playoff conquistando gli stessi punti in regular season ma con una squadra onestamente superiore. Purtroppo ci sono mancate un po’ di determinazione e risolutrici nei momenti più caldi delle partite e non solo contro Crema. E’ stata purtroppo una costante negativa… abbiamo perso troppe partite già vinte e dominate perché nelle fasi decisive o nel finale alcune giocatrici determinanti sono uscite mentalmente dalla gara. Un vero peccato”.

Resta però la soddisfazione di avere avuto a lungo durante la stagione la miglior difesa di serie A2, essere stata una delle squadre migliori a rimbalzo, senza dimenticare la capitana Giulia Maffenini

stabilimente nella top ten delle marcatrici e ben due giocatrici convocate in nazionale: la giovane Paola Novati

con l’Italia Under19 e la straniera Liga Vente

chiamata per la prima volta con la sua nazionale maggiore della Lettonia in preparazione degli Europei. Ora dopo una settimana di riposo , il Sanga tornerà a lavorare con allenamenti individuali e di gruppo ma già la società sta pensando alla prossima stagione come ammette lo stesso coach Pinotti: “Assolutamente sì prima parleremo con le nostre giocatrici e valuteremo come muoverci sul mercato tra conferme e nuovi arrivi per allestire ancora una volta un Sanga d’assalto che abbia la feroce determinazione e possa ountare ai vertici del campionato di serie A2 2017/18.

San Gabriele Milono serie A2 F: Il Ponte Casa d’Aste con le spalle al muro, stasera al PalaIseo gara 2 dei quarti contro Crema, coach Franz Pinotti crede nell’impresa

“Io credo in questo Sanga gruppo e sono convinto che stasera faremo un’impresa”. Parole da condottiero quelle pronunciate a poche ore dalla palla due del return match dei quarti di finale playoff da Franz Pinotti

coach del Ponte Casa d’Aste Milano che oggi è con le spalle al muro contro la TecMar Crema. Già perché stasera il team neroarancio può  e deve solo vincere per tenere aperta la serie e non finire qui la stagione. “Oggi scenderemo in campo per vendere cara la pelle. Abbiamo fame di vincere finalmente contro Crema. Daremo l’anima e anche di più per pareggiare la serie e tornare domenica 30 a Crema”. Franz è carico come una molla e spera che lo siano anche le sue tigrotte: “Domenica scorsa in gara 1 abbiamo perso troppi palloni banalmente e avuto poco da Maffenini, Pozzecco e dalla panchina che ci deve dare di più sia in attacco che in difesa. Crema è un’ottima squadra con un ottimo allenatore come Luca Visconti ma io continuo a credere che il Sanga giochi meglio e che abbia tutte le carte in regola per ribaltare la serie e passare il turno. Dobbiamo però essere concentrati e determinati per tutti 40’ e non solo a tratti o in avvio di gara come è sempre capitato nelle tre precedenti gare con Crema, tutte perse.. fino ad oggi. Sono certo che se Maffenini&compagne lo vogliono e ci credono oggi possiamo fare l’impresa. Io ci credo!!”. Pinotti per questo chiama a raccolta anche tutta la sua trubù orange:

“Carissimo popolo in orange, abbiamo bisogno del tuo sostegno questa sera per ribaltare il pronostico che ci vede sotto 0-1 con Crema.
NON POSSIAMO E NON VOGLIAMO PERDERE QUESTA PARTITA, perché significherebbe terminare il campionato. Mentre noi vogliamo continuare a giocarlo. Vogliamo la sesta giocatrice in campo: LE NOSTRE SANGA FAMIGLIE E TUTTE LE RAGAZZE E I BAMBINI DEL SANGA A TIFARE E SOSTENERE LE NOSTRE GRANDONE:
Abbiamo bisogno di Voi”. Palla a due stasera al PalaIseo ore 20.30. L’eventuale gara 3 è prevista per doemnica 30 a Crema ore 18.

La vincente sfiderà in semifinale Vicenza che ha già eliminato Alpo Verona con un secco 2-0.

San Gabriele Milano serie A2 F: Il Ponte Casa d’Aste perde gara1 a Crema ma già giovedì si torna in campo per la seconda sfida al PalaIseo… per riaprire la serie

Iniziano male i playoff del Ponte Casa d’Aste Milano che domenica nella prima partita dei quarti di finale contro la TecMar Crema ha dovuto incassare un’amara sconfitta per 74-61.

E pensare che la gara 1

si era messa subito bene per le tigri neroarancio che trascinate da Roberta Martelliano

, Sara Canova  e sotto le plance da una precisa Liga Vente

, hanno condotto la prima frazione anche di 8 chiudendo avanti 15-18. Come era nelle previsioni la reazione delle locali non si è fatta attendere e spinte da una mortifera Caccialanza, autrice di tre triple di fila, hanno piazzato un terribile parziale di 27-11 che ha di fatto cambiato l’inerzia ma anche le sorti del match. Crema infatti ha chiuso avanti all’intervallo 42-29, vantaggio che poi si è rivelato decisivo visto che non è più cambiato fino al 40’ nonostante due tempi giocati con grande agonismo e senza esclusioni di colpi su entrambi i fronti. Nell’ultima frazione le milanesi guidate da Federica Pozzecco

hanno provato il tutto per tutto e sono arrivate anche a -6 prima che l’ex Picotti, un ottima Capoferri e l’mvp Caccialanza chiudessero i conti regalando il primo punto della serie alla TecMar. Chi ha già resettato è il coach del Sanga Franz Pinotti

carico per gara 2: “Purtroppo per la terza volta questa stagione abbiamo perso con Crema, peccato perché avevamo iniziato bene poi però le tante palle perse banalmente ci hanno penalizzato. Giovedì al PalaIseo però scenderemo in campo per vendere cara la pelle. Abbiamo fame di vincere. Daremo l’anima e anche di più per pareggiare la serie e tornare domenica 30 a Crema”. La serie infatti si sposta già giovedì 27 a Milano (ore 20.30) dove il Ponte Casa d’Aste davanti al suo pubblico vuole allungare la serie ed evitare di chiudere la stagione.

Il tabellino di gara1

Tec-Mar CremaIl Ponte Casa D’Aste Milano 7461 (15-18, 42-29, 60-53)

TEC-MAR CREMA: Visigalli ne, Conti 2, Zagni 5, Capoferri 12, Veinberga 13, Caccialanza 19, Parmesani, Cerri ne, Rossi ne, Maiocchi ne, Rizzi 15, Picotti 8. All. Visconti.

IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Novati , Pozzecco 14 , Rossini, Guarneri, Martelliano8, Perini ne, Canova18 , Maffenini 5, Taverna ne, Vente 16, Trianti ne, Galiano ne. All. Pinotti

Gli altri risultati di gara1 quarti di finale Play Off del tabellone 2

Matteiplast Bologna-Fanola San Martino 68-38 [1-0]
Tec-Mar Crema-Il Ponte Casa D’Aste Milano 74-61 [1-0]
Velco Vicenza-Ecodent Point Alpo 78-50 [1-0]
Ceprini Costruzioni Orvieto-B&P Autoricambi Costa Masnaga 48-73 [0-1]

San Gabriele Milano Settore femminile: tutte le partite delle tigri neroarancioni in questo weekend

Si annuncia un weekend interessante per le tigrotte del San Gabriele Milano attese da un calendario partite tutte molte importanti nelle varie categorie femminili. Su tutte spicca la sfida per il 3° posto di serie A2, in programma domenica 26 tra Orvieto e Ponte Casa D’Aste  mentre sabato la sfida playoff di serie C Sanga-Visconti Brignano.

 

SABATO 25 MARZO

Ore 17 Under16 EliteF: Vittuone-San Gabriele Milano

Palestra via Pertini, Vittuone

Ore 20.30 Serie C F: San Gabriele Milano-Visconti Brignano

Palestra via Frigia, Milano

DOMENICA 26 MARZO

Ore 18 Serie A2F: Ceprini Costruzioni Orvieto-Ponte Casa d’Aste Milano

MERCOLEDI’ 29 MARZO

Ore 21.30 Under18 Gold F: Unica Milano-Sanga Milano

Centro Oasi, Lacchiarella

 

San Gabriele Milano Under20 F: le tigri del Sanga esordiranno alle finali tricolori di Roseto venerdì 14 aprile contro Orvieto

Si è svolto oggi presso la sede della Federazione Italiana Pallacanestro il sorteggio relativo alle Final Eight del campionato Italiano Under20 femminile che si giocheranno a Roseto degli Abruzzi nel periodo di Pasqua dal 14 al 16 aprile. Tra le magnifiche otto squadre d’Italia c’è anche il Sanga Milano, unica rappresentante lombarda,  che dopo 10 anni di assenza torna alle finali nazionali come campione regionale in carica.  Dopo i recenti interzona si sono qualificate per la Final Eight di Roseto il San Raffaele Basket, la Cestistica Savonese, la Cestistica Azzurra Orvieto, e il Salerno Basket 92 che come vincitrici dei loro Concentramenti interregionali hanno così raggiunto all’evento tricolore le già qualificate Minibasket Battipaglia (campione d’Italia in carica), il Sistema Rosa Pallacanestro, il Girls Golfo dei Poeti, e appunto la Pall. Sanga Milano. L’urna ha voluto che sia proprio il Sanga ad inaugurare la manifestazione esordendo nei quarti contro Orvieto alle ore 14 di venerdì 14 aprile. Orvieto che nell’interzona ha eliminato Biassono, Selargius e Fortitudo Rosa Bologna. Questo in dettaglio tutto il calendario delle final eight di Roseto.

Finale Nazionale Under 20 femminile
PalaMaggetti (P.zza Olimpia, 64026 Roseto degli Abruzzi)

Quarti
venerdì 14 aprile

Gara 1 ore 14:00 Pall. Sanga Milano – Cestistica Azzurra Orvieto
Gara 2 ore 16:00 Minibasket Battipaglia – Cestistica Savonese
Gara 3 ore 18:00 Girls Golfo dei Poeti – San Raffaele Basket
Gara 4 ore 20:00 Sistema Rosa Pall. – Salerno Basket 92

Semifinali
sabato 15 aprile

Gara 5 ore 15:00 vincente Gara 1 – vincente Gara 2
Gara 6 ore 17:00 vincente Gara 3 – vincente Gara 4

Finali
domenica 16 aprile

Gara 7 ore 17:00 perdente Gara 5 – perdente Gara 6
Gara 8 ore 19:00 vincente Gara 5 – vincente Gara 6

San Gabriele Milano serie A2 F: il Ponte Casa d’Aste Tramo doma Carugate e conquista una vittoria con il sorriso che la lancia al terzo posto

Nel giorno della festa del Papà e della presentazione ufficiale del nuovo sponsor Vitaldent con  tanto di mascotte ufficiale, il Ponte Casa D’Aste Tramo Milano domenica ha conquistato una vittoria con il sorriso che la lancia al terzo posto in classifica quando mancano solo 4 giornate al termine della regular season. Le neroarancioni di coach Franz Pinotti sapendo del ko di Orvieto a Cagliari non si sono fatte sfuggire l’occasione e hanno sfruttato a dovere il turno casalingo domando alla distanza un buon Castel Carugate per 64-49.

Nonostante l’assenza dell’arrembante Roberta Martelliano tenuta a riposo precauzionale, il Sanga è partito subito bene gestendo una decina di punti di vantaggio senza però trovare l’allungo decisivo nella prima parte. Così chiuso all’intervallo sul 32-22 al rietro in campo Carugate ci ha provato e punto su punto ha recuperato completamente lo svantaggio pareggiando al 25’. A quel punto è stata però capitan Giulia Maffenini

a suonare la carica e a riportare avanti le tigri milanesi che hanno chiuso alla terza frazione sul 43-38. Nell’ultimo quarto la gara è stata dominata dalle padroni di casa trascinate dal fosforo di Federica Pozzecco

e le incursioni di Sara Canova. Alla fine ben cinque tigrotte in doppia cifra e festa grande in campo con le giocatrici e staff che hanno potuto festeggiare con i bimbi del minibasket Sanga e con il nuovo sponsor Vitaldent aspettando lo scontro diretto per il terzo posto in programma domenica prossima ad Orvieto.  Visibilmente soddisfatto a fine gara coach Franz Pinotti: “Si perché per noi questa è una vittoria importante che ci riporta al terzo posto. Sapevamo che non sarebbe stato facile perchè ci aspettavamo un Carugate in salute avendo recuperato tutte le sue giocatrici e infatti ha giocato una buona gara soprattutto le nostre ex Albano e Colli e ovviamente Correl che è sempre una signora giocatrice. Sapevamo anche che avrebbero giocato tanto a zona ma ci siamo preparati bene e non è la zona che può fermare questo Sanga. Scherzi a parte abbiamo avuto il nostro solito calo, questa volta a metà della terza frazione, ma sinceramente non ho mai temuto di non vincere la partita. E’ bastato infatti rimetterci un pò a posto e ritrovare gli equilibri e poi abbiamo ripreso in mano la gara come piace a noi difendendo forte e correndo. Trascinati dalla nostra capitana Maffenini (doppia doppia così come per la guerriera Stefania Guarneri ) super non solo per i punti segnati ma anche per i tanti rimbalzi conquistati volando al ferro, gli ultimi 10’ sono stati senza storia e abbiamo vinto con merito. Ora ci attendono le ultime  4 gare regolari: domenica a Orvieto sarà uno snodo cruciale per il nostro futuro e i nostri playoff, poi in casa con Alghero quindi traferta a Castelnuovo mai semplice per poi chiudere in casa con Empoli. Due settimane fa eravamo quinti, settimana scorsa quarti ora siamo terzi, chissà in futuro dove saremo…”

Questo il tabellino di Ponte Casa D’Aste Milano – Castel Carugate 64 – 49 (16-8, 32-22, 43-38)
IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Bottari 2, Novati, Pozzecco 12, Rossini 2, Guarneri 11, Martelliano ne, Canova 10, Maffenini 15, Giulietti , Vente 12. All. Pinotti Ugo Franz.
CASTEL CARUGATE: Zucchetti , Denti ne, Beretta 10, Correal 8, Diotti, Picco 1, Colli 8 , Rossi 4 , Beccaria 2, Albano 13, Polato , Scarsi 3, All. Re Paolo.
ARBITRI:Laura Pallaoro, Corrado Isimbaldi.

Risultati A2 Femminile – Girone A –
9° turno di ritorno: Surgical Virtus Cagliari-Ceprini Costruzioni Orvieto 68-58, Cus Cagliari-B&P Autoricambi Costa Masnaga 48-70, S.Salvatore Selargius-Tec-Mar Crema 70-73 dts, Mercede Alghero-EcoProgram Castelnuovo Scrivia 52-63, Alperia Itas Bolzano-Scotti Use Rosa Empoli 54-57, Fassi Albino-Geas Sesto San Giovanni 27-74, Il Ponte Casa D’Aste Milano-Castel Carugate 64-49.

CLASSIFICA: Geas Sesto 40; Scotti Use Rosa Empoli 38; Il Ponte Casa D’Aste Milano, Ceprini Costruzioni Orvieto 32; Tec-Mar Crema 30; B&P Autoricambi Costa Masnaga 28; EcoProgram Castelnuovo Scrivia 26; Fassi Albino 18; S.Salvatore Selargius, Surgical Virtus Cagliari 16; Castel Carugate 12; Alperia Itas Bolzano 10; Cus Cagliari 8; Mercede Alghero 2.

Così il prossimo turno: sabato 25 Castelnuovo-Selargius, Alghero-Virtus Cagliari, Carugate-Albino, Empoli-Geas; domenica 26 Crema-Cus Cagliari, Orvieto-Milano (ore 18), Costa Masnaga-Bolzano.

San Gabriele Milano serie A2 F: posticipo domenicale di lusso per il Ponte Casa d’Aste che ospita il derby con Carugate

Sulla scia degli ultimi due successi consecutivi il Ponte Casa D’Aste si prepara a vivere una domenica speciale. Nel giorno della festa del Papà la squadra milanese ospiterà infatti nell’insolito orario delle 18 il derby contro il Castel Carugate. Una sfida sempre sentita tra due squadre che ci arrivano sulla scia di due importanti vittorie ma con obiettivi differenti. Le tigri neroarancio di coach Franz Pinotti infatti sono ora al 4° posto solitario ma non nascondono di puntare al podio quando mancano solo 5 partite al termine della regular season. Per farlo però dovranno superare un ostacolo mai facile come Carugate che mira alla salvezza senza passare dai playout. Un obiettivo alla portata del team di coach Paolo Re che poggia sul talento del centro italoamericano Emily Rose Correal

seconda marcatrice del torneo e totem nell’area pitturata. Con lei osservate speciali le due ex di turno le due ali di telento Claudia Colli

e Cecilia Albano

così come sul perimetro meritano attenzione sia le due registe Rossi e Diotti che le ottime guardie Picco e Beretta. Sotto le plance assicurano presenza e atletismo Scarsi e Polato. Un avversario quindi da prendere con le molle anche perché si presenta ben diverso da quello battuto a domicilio nel match d’andata come assicura il coach milanese Franz Pinotti:

“Sicuramente sarà una partita differente e più difficile di quella vinta all’andata da loro quando giocarono  incomplete. Ora hanno recuperato una pedina importante come Beretta e anche le altre stanno giocando bene. Il pericolo numero uno è ovviamente Correal ma occhio anche alle loro bocche da fuoco sul perimetro. La partita è un derby ed è sempre molto sentita quanto suggestiva. Noi dovremo stare attenti anche alla loro difesa a zona ma in settimana ci siamo preparati e allenati bene. Per noi è una partita importante – conclude il guru neroarancione – perché vogliamo continuare nel nostro percorso di crescita e di consapevolezza che possiamo ambire a posizioni e traguardi importanti. Sempre con la nostra tradizionale Feroce Determinazione”.

Così il prossimo turno, 22°: venerdì 17 Virtus Cagliari-Orvieto; sabato 18 Selargius-Crema, Alghero-Castelnuovo, Bolzano-Empoli, Albino-Geas; domenica 19 Cus Cagliari-Costa Masnaga, Ponte Casa d’Aste Milano-Castel Carugate (ore 18).

CLASSIFICA:
Geas Sesto San Giovanni 38; Scotti Use Rosa Empoli 36; Ceprini Costruzioni Orvieto 32; Il Ponte Casa D’Aste Milano 30; Tec-Mar Crema 28; B&P Autoricambi Costa Masnaga 26; EcoProgram Castelnuovo Scrivia 24; Fassi Albino 18; S.Salvatore Selargius 16; Surgical Virtus Cagliari 14; Castel Carugate 12; Alperia Itas Bolzano 10; CUS Cagliari 8; Mercede Alghero 2.

San Gabriele Milano Settore femminile: tutte le partite delle tigri neroarancioni in questo weekend

Si annuncia un weekend molto intenso e lungo per le tigrotte del San Gabriele Milano attese da un calendario ricco di partite tutte molte importanti nelle varie categorie femminili. Su tutte spicca il derby di serie A2, in programma domenica 19  al PalaIseo tra Ponte Casa D’Aste e Castel Carugate e quasi in contemporanea la sfida playoff di serie C QSA-Sanga.

SABATO 18 MARZO

Ore 15.15 Under16 EliteF: San Gabriele Milano-Cra Mariano Comense

Palestra via Frigia Milano

DOMENICA 19 MARZO

Ore 15.15 Under14 F: San Gabriele Milano-San Giorgio Mantova

Palestra via Frigia Milano

Ore 18 Serie A2F: Ponte Casa d’Aste Milano-Castel Carugate

PalaIseo, Milano

Ore 20,30 Serie CF: QSA Milano-San Gabriele Milano

Palestra Casarile

MARTEDI’ 21 MARZO

Ore 19.15 Under18 Gold F: Sanga Milano- Geas Sesto

PalaIseo, Milano

San Gabriele Milano Serie A2 femminile: il Ponte Casa d’Aste vince il derby con Albino e si conferma quarta forza del campionato

Il Ponte Casa d’Aste ricomincia da dove aveva terminato prima della sosta per la Coppa Italia: vincendo. Sabato sera infatti tra le mura amiche del PalaIseo le tigri di coach Pinotti non hanno deluso e hanno conquistato contro un coriaceo  Fassi Albino il primo dei due derby casalinghi consecutivi che tra sette giorni le vedrà sfidare anche Carugate. Due punti fondamenteli per il team milanese che sale al quarto posto solitario in classifica in virtù del contemporaneo stop interno di Crema contro Costa. Alla vigilia coach Pinotti aveva etichettato come partita della svolta il derby contro Albino e le sue tigrotte hanno risposto presente nonostante la generosa prova del team bergamasco ben gestito da coach Stibiel che di fatto è sempre restato in partita alzando bandiera bianca solo nell’ultimo quarto. Milano infatti è sempre stata in vantaggio di 6 punti, senza mai riuscire a scrollarsi di dosso le avversarie  per poi allungare sensibilmente grazie allo sprint finale propiziato da Sara Canova .

Sugli scudi nella prima parte un’ispiratissima Federica Pozzecco

a cui ha risposto dall’altra parte la pari ruolo, l’elettrica Packovski che come nel match d’andata si è rivelata assoluta protagonista per le rosse del Fassi. Determinante nell’area pitturata anche la lettone Liga Vente in doppia cifra con 15 punti 12 rimbalzi e 24 di valutazione complessiva che ha ben duellato con Elisa Silva ultima ad arrendersi nelle file di Albino. Soddisfatto a fine gara coach Franz Pinotti:

“Come avevo detto alla vigilia mi auguro che questa sia veramente la partita della svolta e non solo perché abbiamo vinto rispetto alla gara d’andata. Avevo già visto segnali importanti a Cagliari e contro Albino ho avuto altre conferme. Abbiamo lavorato bene in settimana e il campo ci ha premiato contro una squadra che ha giocato con grande intensità, grande corsa  e che ha avuto una Packosvki a tratti immarcabile. Poi però noi abbiamo trovato le contromisure sia sul piano del gioco che mentalmente. Forse non è stata una bellissima partita ma ho avuto risposte positive anche in termini numerici: quattro giocatrci in doppia cifra, abbiamo vinto a rimbalzo (45-24) e abbiamo tirato con percentuali migliori da 2 (53%) rispetto al solito. Sappiamo che abbiamo ampi margini di miglioramento per esempio nel servire le lunghe ma ci stiamo lavorando. Bene Pozzecco ma può fare ancora meglio, eroica Martelliano che ha giocato su una gamba  sola, brave le under20 Rossini e Giulietti.. insomma sono soddisfatto ma non ci accontentiamo Ora pensiamo già al derby di domenica prossima conro Carugate. Nel giorno della festa del papà mi pacerebbe vedere tante famiglie al PalaIseo: Abbiamo bisogno del calore e del sostegno dei nostri tifosi per continuare a salire!! Forza Sanga” .

Il tabellino completo de Il Ponte Casa D’Aste Milano – Fassi Albino 68 – 60 (20-14, 35-29, 52-46)
IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Bottari, Novati, Pozzecco 20, Rossini 1, Guarneri 2, Martelliano 6, Canova 12 , Maffenini 12, Giulietti , Vente 15, Trianti ne, Galiano ne. All. Pinotti.
FASSI ALBINO: Birolini, Birolini M. 1, Vincenzi 2 , Silva 15, Packovski 22, Panseri 4, Devincenzi 2, Lussana ne, Valente 5,  Marulli 5, Manzini 4, Pintossi ne. All. Stibiel.

Tutti i risultati 8° turno ritorno  Girone A: Scotti Use Rosa Empoli-S.Salvatore Selargius 70-62, Ceprini Costruzioni Orvieto-Mercede Alghero 73-51, Castel Carugate-C.U.S. Cagliari 72-61, EcoProgram Castelnuovo S.-Surgical Virtus Cagliari 40-54, Geas Sesto San Giovanni-Alperia Itas Bolzano 76-50, Il Ponte Casa D’Aste Milano-Fassi Albino 68-60, Tec-Mar Crema-B&P Autoricambi Costa Masnaga 54-59.

CLASSIFICA:
Geas Sesto San Giovanni 38; Scotti Use Rosa Empoli 36; Ceprini Costruzioni Orvieto 32; Il Ponte Casa D’Aste Milano 30; Tec-Mar Crema 28; B&P Autoricambi Costa Masnaga 26; EcoProgram Castelnuovo Scrivia 24; Fassi Albino 18; S.Salvatore Selargius 16; Surgical Virtus Cagliari 14; Castel Carugate 12; Alperia Itas Bolzano 10; CUS Cagliari 8; Mercede Alghero 2.

Così il prossimo turno: venerdì 17 Virtus Cagliari-Orvieto; sabato 18 Selargius-Crema, Alghero-Castelnuovo, Bolzano-Empoli, Albino-Geas; domenica 19 Cus Cagliari-Costa Masnaga, Ponte Casa d’Aste Milano-Castel Carugate (ore 18)

San Gabriele Milano Serie A2 F: Il Ponte Casa d’Aste lancia il rush finale verso i playoff e sabato ospita il derby con Albino

Con il biglietto per i playoff già in tasca, il Ponte Casa d’Aste torna in campo dopo la sosta per la Coppa Italia, e per il 21° turno di campionato ospita sabato 11 il derby contro la Fassi Alino (ore 21 PalaIseo). Una sfida cruciale per più di un motivo e anche per vendicare la sconfitta sanguinosaa dell’andata persa sul campo bergamasco dopo aver a lungo dominato. Da fermare il folletto Packovski all’andata match winner così come sul perimetro la giovane Lussana e la nuova arrivata Manzini prelevata da Carugate. Vicino al pitturato coach Stibiel può contare sull’esperienza di Silva e Marulli ma anche sui centimetri delle giovani azzurre Valente e Vincenzi che è appena stata tesserata in prestito dal Sanga per giocare le finali nazionali Under20. Una sfida importante contro un’avversaria che punta a qualificarsi anch’essa per i playoff e quindi da non sottovalutare come ammette il coach milanese Franz Pinotti:

“La partita con Albino per noi è un vero crocevia della stagione per capire dove potremo arrivare e per cosa dovremo lottare. Già nell’ultimo match vinto a Cagliari ho avuto segnali positivi dal gruppo e la vittoria eventuale con la Fassi fortificherebbe questa mia convinzione. Ci ricordiamo bene della partita dell’andata che fu per noi e la nostra classifica molto dolorosa quindi sabato faremo molta attenzione. La cosa più importante sarà iniziare subito forte con grande intensità e concentrazione”.

La classifica del girone A di serie A2: Geas Sesto 36; Empoli 34; Orvieto 30; Milano, Crema 28; Costa Masnaga, Castelnuovo 24; Albino 18; Selargius 16; Virtus Cagliari 12; Bolzano, Carugate 10; Cus Cagliari 8; Alghero 2.