Grassia & Novati show, il Sanga brinda contro Albino, 64-52

Si regala un dolce Natale Il Ponte Casa d’Aste Milano, piega Albino ed incassa una vittoria che lascia le Orange in piena zona playoff a fine 2017. Gara sempre controllata dal Sanga che, nonostante le fiammate di Silva e Bonvecchio, riesce a tenere lontane le bergamasche. Eccellente impatto di Novati e Grassia protagoniste su entrambi i lati del campo, positiva, in attacco, Pozzecco, non sono mancate le zampate di capitan Maffenini per sigillare il successo.

LA GARA
Parte subito forte il Sanga con una difesa blindata che costringe a tanti errori la temuta Joseph, 8-0. Paura per Guarneri dopo un contatto proprio contro il poderoso centro inglese, botta che mette KO la guerriera di coach Pinotti. Ponte Casa d’Aste che sembra volare sul velluto, prime firme di Pozzecco e Grassia, imbeccata da una Novati ispiratissima in versione play aggiunto, 18-2. Timido risveglio orobico in avvio di secondo periodo, Silva si carica sulle spalle la Fassi, 24-15 a metà gara. Si bloccano le Orange, meno fluido l’attacco ancora una tripla di Pozzecco e la splendida intesa Novati-Grassia per il più 15, 42-27. Albino non molla e prova a rientrare in apertura di quarto periodo sorretto dalle iniziative di Bonvecchio e Lussana. Le ospiti non scollinano però oltre il meno 8, 51-43, l’adrenalina di Maffenini ed ancora Graassia per i punti della staffa, 59-48.

COACH PINOTTI: “Siamo molto contenti di aver chiuso bene il 2017 con una bella vittoria. Molto bene sia le senior che le nostre giovani giovani, che aspettiamo adesso per la grande sfida di U20 con Lodi il prossimo 8 gennaio. E’ un campionato difficile, come testimonia anche la sconfitta di GEAS a Villafranca, si alza l’asticella e vedremo di farci trovare pronti per la gara proprio contro Alpo alla riapertura di campionato”.

IL PONTE CASA D’ASTE MILANO vs FASSI ALBINO 64-52
(18-3, 24-15, 42-35)

IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Pozzecco 12 (5/9, 2/4), Maffenini 11 (4/7, 1/3), Canova 4 (2/4, 0/2), Picotti 4 (1/4, 0/1), Guarneri 2 (1/1), Rossi 3 (0/2, 1/1), Martelliano 5 (2/4, 0/1), Novati 12 (3/5, 2/4), Grassia 11 (5/7), Giulietti (0/1 da tre), Trianti, NE: Taverna. All. Pinotti

Tiri da 2: 21/40, Tiri da 3: 6/17, Tl: 4/11, Rimbalzi: 43 (Maffenini 9), Assist 18 (Novati 5), Recuperi 9 (Martelliano 3).

FASSI ALBINO: Silva e Bonvecchio 12, Lussana 9, Joseph 6, Marulli e DeVicenzi 5, Valente 2, Gionchile 1

Il Sanga ci prende gusto e cala il tris a Carugate, 49-60

Terza in fila per Il Ponte Casa d’Aste che agguanta anche il derby con Carugate, e consolida la classifica in zona playoff. Sempre avanti le ragazze di coach Franz Pinotti che prima sfruttano la verve di capitan Maffenini, poi gestiscono con più tranquillità nella ripresa, bene la difesa Orange, positiva Canova e l’impatto dalla panchina di Trianti.

 

LA GARA
Partenza con difese non ferree ed attacchi assai disinvolti, Carugate punta tutte le sue fiches su Zelnyte, risponde Guarneri per Il Ponte Casa d’Aste, 8-11. Accende i motori turboMaffe ed è primo parziale Orange, contropiede e tripla della guardia comasca, 10-16. Rallentano le Orange e le padrone di casa provano a rientrare, meno 4 alla prima sirena con Albano protagonista, 14-18. Brilla Giulia Rossi nel nuovo sprint ospite, tripla del play ex Varese e più 7 all’intervallo nonostante qualche timido balbettio contro la zona predisposta dal grande ex, coach Piccinelli, 24-31. Dopo la pausa lunga Albano da la spinta al Carosello con una tripla in transizione, il Sanga si scuote e prova la spallata. Martelliano e Trianti, entrata al posto di una spenta Novati, regalano brani di difesa superlativa, Canova fa una fiammata che certifica la fuga buona, 37-50 dopo una tripla dall’angolo di Rossi. Carugate non ha energie e lucidità, le Orange controllano ritmo e partita, il finale è sul velluto, il tris è servito.

COACH PINOTTI: “Buonissima partita, giocata con attenzione e cura del particolare. Molto positiva anche la mentalità con cui abbiamo attaccato la zona dopo un paio di possessi iniziali difficili. Stiamo continuando a crescere, c’è stato anche un contributo positivo dalla panchina con minuti di ottima qualità di Trianti. Adesso proveremo ancora a dare un’ulteriore segnale positivo con le prossime due partite, altri due derby difficili ma la squadra sta davvero rispondendo bene”.

CAROSELLO CARUGATE VS IL PONTE CASA D’ASTE MILANO 49-60 (14-18, 24-31, 35-45)

IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Pozzecco 8 (1/1, 1/3), Maffenini 14 (4/6, 2/4), Canova 11 (2/6, 1/4), Picotti 6 (2/3, 0/2), Guarneri 5 (1/6), Martelliano 2 (0/2, 0/2), Novati 2 (0/3 da tre) Grassia 4 (2/6), Rossi 6 (0/3, 2/3), Trianti 2 (1/1, 0/1), Taverna (0/1) NE: Quaroni. All. Pinotti

Tiri da 2: 13/37, Tiri da 3: 7/22, Tl: 13/19, Rimbalzi: 36 (Maffenini 11), Assist 1 (Picotti 1), Recuperi 10 (Maffenini 4).

CAROSELLO CARUGATE: Zelnyte 18, Albano 13, Diotti 6, Rossi 4, Rossini 2, Macalli 2, Zolfanelli 2, Gombac 2.

Sanga ecco un altro derby, sfida a Carugate

I derby non finiscono mai per Il Ponte Casa d’Aste, per le ragazze di coach Franz Pinotti dopo Costa Masnaga è il turno del Carosello Carugate, palla a due sabato 9 alle 20.30.

LE AVVERSARIE
Sfida dal sapore particolare al Palasport di Carugate, Carosello ricco di ex Sanga a partire da coach Andrea Piccinelli, oltre alla neo arrivata Contestabile, Rossini ed Albano in campo. Squadra da battaglia quella carugatese, con un backcourt giovane e con potenziale, il pericolo ancora più rilevante sotto canestro con la lituana Zelnyte spesso protagonista di grandi partite.

CASA SANGA
Sanga in cerca del tris di vittorie in fila, dopo la vittoria sofferta di Bolzano e la gran gioia contro Costa Masnaga per le Orange (ancora senza Rossi) il derby con Carugate fissa ancora più in alto l’asticella. Mai facile passare sul campo delle rivali che, rinfrancate dal blitz ad Albino, vogliono consolidare la loro posizione di classifica. Ponte Casa d’Aste che sembra aver ritrovato qualità di esecuzione e momenti “clutch”, fattori che hanno regalato i due ultimi successi in volata. Serve applicazione ma anche tanta umiltà come predica coach Franz Pinotti: “Stiamo iniziando a raccogliere i frutti del lavoro delle ultime settimane. Guai però a rilassarsi, ci aspetta una bella battaglia a Carugate. Squadra ben allenata dal nostro amico Piccinelli e che ha ben tre convocate nel raduno nazionale. Sarà una sfida che ci servirà per capire se davvero possiamo continuare la nostra crescita”.

MEDIA – Aggiornamenti sui canali social Sanga Basket e play-by-play sul sito ufficiale della Legabasketfemminile.

Il Sanga tenta l’impresa contro Costa Masnaga

Super derby lombardo al PalaGiordani di via Cambini, il Ponte Casa d’Aste ospita l’ambiziosa Costa Masnaga. Palla a due sabato alle ore 18.00.

LE AVVERSARIE
Un solo KO ed otto vittorie per la squadra guidata da coach Pirola, unico neo la sconfitta contro Bolzano in trasferta. Nell’ultimo turno le lecchesi hanno travolto a domicilio Pordenone, in forma strepitosa Giulia Rulli autrice di 29 punti. Collettivo che impressiona quello della B&P che brilla in ogni settore: Mahlknecht un’assoluta garanzia in vernice, Baldelli spesso ispirata in cabina di regia, Visconti sempre pericolosa da fuori. Importante anche l’impatto di Del Pero e, dell’ex di giornata, Tibè dalla panchina.

CASA SANGA
La vittoria strappata a Bolzano ha dato vigore e nuove certezze alle ragazze Orange. Vera e propria impresa sarebbe quella di fermare la corazzata Costa Masnaga ma il ruolo di underdog potrebbe dare una grande spinta emotiva al Sanga come racconta coach Franz Pinotti: “Sappiamo che sarà una vera e propria montagna da scalare contro Costa Masnaga. Loro sono una squadra con tanto talento in ogni reparto, Rulli è in grandissima forma e tutto il quintetto produce un grande eccellente basket offensivo. Dovremo essere noi a cercare di bloccarle, entrando nelle pieghe della partita e non sbagliando nessun dettaglio. Dovremo farci trovare pronte per tutti e 40 i minuti, diversamente, contro una squadra del genere, è molto difficile riuscire a prevalere”.

MEDIA Aggiornamenti sui canali social Sanga Basket e play-by-play sul sito ufficiale della Legabasketfemminile.

Torna in campo il Sanga, al PalaGiordani c’è Castelnuovo Scrivia

Torna in campo Il Ponte Casa d’Aste Milano che, dopo i 15 giorni di sosta, ospita al PalaGiordani la EcoProgram Castelnuovo Scrivia. Palla a due alle ore 18.00.

Esultanza post Selargius-Sanga del 29 settembre 2017

LE AVVERSARIE
Al Cambini in arrivo una delle squadre più difficili da analizzare. Molto talento, su tutte Madonna e Ljubenovic, la grande sorpresa Katshitshi, le sempre pericolose Rosso e Claudia Colli, grande ex di giornata. Le piemontesi però, complici anche qualche infortunio, hanno un rendimento ondivago e sono reduci da due nette sconfitte contro GEAS e Crema.

CASA SANGA
Finalmente al completo il Sanga che ha avuto dieci giorni di tempo per riassorbire i due recenti stop, in particolare quello interno contro Marghera. Voglia di lavorare, di tornare al successo, e di riprendere la marcia come conferma coach Franz Pinotti: “Abbiamo sfruttato bene questi giorni di pausa lavorando con grande attenzione su tanti particolari, sia tecnici che emotivi. Avere ritrovato tutto il gruppo (dopo i tanti guai di inizio stagione) è un fattore importante, dovremo essere molto continui e molto concentrati per tutta la gara. Castelnuovo è una squadra con talento e pericolosità offensiva (Ljubenovic e Madonna in particolare), con una grande novità come Katshitshi che si confermando ad alto livello in questo inizio di stagione”.

 

MEDIA Aggiornamenti sui canali social Sanga Basket e play-by-play sul sito ufficiale della Legabasketfemminile.

Il Sanga riabbraccia il suo capitano nella sfida con Marghera

Archiviato il derby con GEAS ed è già tempo di un altro turno di campionato per Il Ponte Casa d’Aste. Al PalaGiordani in arrivo le Giants di Marghera, palla due sabato alle ore 18.00.

10 Giulia Maffenini

 

LE AVVERSARIE
Prima vittoria in campionato, battuta la Fanola San Martino, per le ragazze di coach Paolo Seletti. Squadra giovane con tanta aggressività e voglia di emergere dopo un’estate con tanti cambiamenti e con un roster meno ambizioso rispetto alla scorsa stagione. Da tenere d’occhio Pieropan e Granzotto, oltre all’argentina Llorente.

CASA SANGA
E’ il gran giorno del rientro di Giulia Maffenini, il capitano avrà minuti a disposizione per ritrovare la giusta forma dopo lo stop forzato di oltre un mese. Arruolate le altre Orange che dovranno subito organizzarsi per ritrovare il feeling con la vittoria. Coach Franz Pinotti focalizza i punti chiave della sfida: “Veniamo dal derby con GEAS, squadra solida ed esperta, ora andiamo ad affrontare un gruppo più giovane ma aggressivo e con tanta voglia di emergere. Dovremo stare attente alle loro giocatrici più intraprendenti, Pieropan e Llorente su tutte, ed anche alla loro difesa pressing tutto campo che può creare diversi problemi”.

MEDIA – Aggiornamenti sui canali social Sanga Basket e play-by-play sul sito ufficiale della Legabasketfemminile.