Maffenini fa urlare il PalaGiordani, battuta Costa 68-65

Un Sanga tutto cuore piega in rimonta Costa Masnaga e si gode il ritorno di una super Maffe (16 punti e 12 rimbalzi). E’ infatti il capitano Orange a sparare la tripla in transizione che doma le rivali con meno di 1 secondo sulla sirena finale. Gara orgogliosa, e nettamente la migliore per spirito e qualità delle rivali, delle ragazze di coach Franz Pinotti che partono con il piede giusto nel primo dei quattro derby che aspettano Il Ponte Casa d’Aste a fine 2017.

LA GARA
Partenza da urlo per le Orange che trovano una Canova sinfonica in avvio, dell’ex di giornata e di Maffenini i sigilli del 10-3. Non mancano talento e punti nelle mani al quintetto di coach Pirola che risponde subito, primi squilli di Baldelli e Rulli, di Del Pero il sorpasso, 12-13. Fatica in area colorata Il Ponte Casa d’Aste con Mahlknecht che fa valere la sua legge, la risposta arriva ancora dal dinamico duo Canova-Maffenini, 23-21. Alza il ritmo Costa Masnaga con Baldelli, il play ospite e Del Pero timbrano il più 5 a fine primo tempo, 32-37. In apertura di ripresa il momento più difficile per le padrone di casa, Mahlknecht crea ancora problemi nonostante un’eroica Guarneri, Rulli è il motore del massimo vantaggio della B&P, 36-47. Orange colpite ma tutt’altro che domate, il quintetto “leggero” voluto da coach Franz Pinotti regge l’urto e tiene in partita Milano. I lampi di una positiva Grassia all’interno del meno 8 con cui si chiude la penultima frazione, 48-56. Costa non da il colpo del KO ed il Sanga trova energie insperate per un finale leggendario. Guarneri si esalta contro Mahlknecht, Novati, Pozzecco e Picotti (sin li opache) trovano le giocate più importanti, è sorpasso, 63-62. Le ospiti non ci stanno, Baldelli inventa il 2+1, risponde ancora Picotti pescata da Pozzecco, 65-65. La B&P affretta il tiro e lascia 8 secondi alle Orange, capitan Maffenini fa tutto il campo e poi si arresta per la tripla che fa esplodere il PalaGiordani, 68-65 con 5 decimi sul cronometro. C’è tempo per la rimessa della speranza per le lecchesi, i tifosi milanesi trattengono il respiro sulla bomba di Rulli ma il ferro respinge il siluro dell’overtime.

COACH PINOTTI: “Una partita davvero ben giocata, molto importante il recupero nel finale che inverte una tendenza dopo le sconfitte ad esempio con Marghera e Castelnuovo. Splendida reazione ma anche lucidità nei momenti chiave contro un’avversaria fortissima, che a mio parere gioca il miglior basket del girone Nord. Stiamo recuperando fiducia e consapevolezza nei nostri mezzi, altro segnale molto importante in vista dei prossimi tre derby lombardi che ci aspettano con Carugate, Crema ed Albino”.

IL PONTE CASA D’ASTE MILANO vs B&P COSTA MASNAGA 68-65
21-21 (21-21), 32-37 (11-16), 48-56 (16-19), 68-65 (20-9)

IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Pozzecco 4 (2/5, 0/2), Maffenini 16 (5/13, 2/3), Canova 15 (4/8, 2/4), Picotti 8 (3/7, 0/2), Guarneri 7 (2/7), Martelliano 5 (1/4, 0/1), Novati 3 (0/3, 1/2) Grassia 10 (4/7, 0/2), Quaroni, NE: Trianti, Perini e Giulietti. All. Pinotti

Tiri da 2: 21/54, Tiri da 3: 5/16, Tl: 11/16, Rimbalzi: 36 (Maffenini 12), Assist 20 (Pozzecco 7), Recuperi 10 (Maffenini 4).

B&P COSTA MASNAGA: Baldelli 18, Rulli 13, Del Pero e Mahlknecht 11, Visconti 5, Tibè 4, Meroni 3

Sanga nella tana del Cus Cagliari

Nuova trasferta in terra sarda per Il Ponte Casa d’Aste Milano, dopo l’esordio in campionato a Selargius questa volta sarà il CUS Cagliari ad ospitare le Orange, palla a due sabato alle ore 16.00.

LE AVVERSARIE
Cus Cagliari reduce dalla sconfitta interna contro Castelnuovo, non sono mancate però le attenuanti alle sarde che, contro il Sanga, riavranno Chiara Rossi e la straniera Tomasovic. Da tenere d’occhio anche l’esterna Ridolfi e la lunga Caldaro, 12 rimbalzi catturati la scorsa settimana.

CASA SANGA
Sempre affollata l’infermeria Orange: primi allenamenti ma niente parquet per capitan Maffenini, a riposo Giuletti (ancora caviglia destra dolorante), fuori ancora Giulia Rossi che deve recuperare dal problema alla mano sinistra. Per Milano occasione ghiotta per dare continuità al bel successo interno contro Pordenone come spiega coach Franz Pinotti: “Siamo sempre alle prese con mille imprevisti ed infortuni ma dipenderà come sempre molto da noi. Da come approcceremo la partita e dalla fame di vittoria che avremo. Il gruppo mi sembra carico e concentrato, le giovani stanno scalpitando e questo può essere un ottimo sprone anche per le veterane. Cagliari ha sete di rivincita e, rispetto alla sfida con Castelnuovo, ritroverà Rossi e Tomasovic, dovremo farci trovare pronti e reattivi”

MEDIA – Aggiornamenti sui canali social Sanga Basket, diretta video sulla pagina facebook Directa Sports Live TV (https://www.facebook.com/directasport/) e play-by-play sul sito ufficiale della Legabasketfemminile.

Vujovic domina, Rossi da leader, il Sanga passa ad Alghero

Primo colpo esterno per il Ponte Casa d’Aste Milano che vince con autorità ad Alghero. Prova collettiva molto confortante delle Orange con Dunja Vujovic dominante nella prima parte di gara ed una Giulia Rossi in versione trascinatrice nella ripresa. Eccellente anche l’impatto di tutta la panchina del Sanga che supplito all’assenza nella ripresa di Giulia Maffenini, bloccata da un virus gastrointestinale, ed alla giornata opaca di capitan Gottardi. Per le ragazze di coach Franz Pinotti una vittoria che le tiene ancora in corsa nella lotta per l’ultimo posto disponibile per la poule promozione.

LA GARA
Subito tonico l’impatto delle Orange in avvio, preme sull’acceleratore Giulia Maffenini che sigla il primo allungo ospite, 4-10. Vujovic e Calastri fanno il vuoto a rimbalzo d’attacco ma sprecano qualche comodo lay-up che limita il volo del Sanga. Bene invece il lavoro delle due lunghe contro Sanchez che fatica a trovare le solite conclusioni anche perimetrali. Falli prematuri anche per Giulia Rossi che ha di fronte un avversario scomodo ed esperto come Azzellini, ancora di Vujovic le zampate per il nuovo sprint di Milano, 14-26. E’ un monologo del centro di Sarajevo che spara una serie di canestri d’autore, ottimo anche il contributo delle ragazze della panchina di coach Franz Pinotti. Preziosa l’energia di Valentina Ruisi, lo splendido assist di Federica Bottari sulla sirena dei 24 secondi per Vujovic l’emblema della buona qualità delle esecuzioni offensive delle Orange nella prima parte di gara. Alghero fatica nonostante la verve di Azzellini e le stoccate della promettente Lucrezia Zanetti, nella ripresa inizia però il Giulia Rossi show. Il play di Legnano incanta per autorità e leadership e mette i canestri che chiudono di fatto la contesa già dopo 25 minuti, 33-55. Gestiscono con tranquillità il finale le Orange con il buon contributo di Colli, Taverna e Falcone che vanno a referto limitando l’assenza di Maffenini nel secondo tempo e la serata difficile al tiro di Silvia Gottardi. Successo che tiene ancora accese le speranze di qualificazione alla poule promozione ma che è soprattutto un bel segnale per il futuro di questo gruppo come sottolinea il GM Massimo Bianchetto:” Siamo sicuramente soddisfatti non solo per la prima vittoria esterna ma per la crescita in generale di tutto il gruppo in questo ultimo periodo. Le vittorie contro Broni, Genova ed Alghero sono li a testimoniarlo. Per il passaggio alla poule promozione sappiamo che non dipenderà solo dai nostri risultati ma sicuramente è incoraggiante vedere la voglia di lavorare e l’applicazione delle ragazze. Cercheremo di metterci la stessa energia anche le prossime due partite senza fare programmi o calcoli particolari”.
 
Mercede Alghero:Sanchez 17, Zanetti 15, Azzellini 14.
Ponte Casa d’Aste Milano: Rossi 21, Vujovic 20, Calastri 9, Maffenini e Ruisi 8, Colli e Taverna 4, Falcone 3