UN SANGA PAZZESCO DOMINA E MATA VILLAFRANCA 61-55

Un Sanga da urlo si regala una Befana da sogno battendo 61-55 l’Alpo Villafranca e iniziando nel migliore dei modi il 2018. Una prestazione davvero convincente per le Orange che soffrono solamente negli ultimi 5’ minuti quando le veronesi provano il tutto per tutto e con un parziale di 15-0 rientrano fino al -3 dopo aver navigato sempre fra il -14 e il -18. Fra le milanesi ottima prova corale con una super difesa che ha mandato spesso in confusione le avversarie costringendole a tiri poco puliti. E c’è anche tempo e voglia per festeggiare il Maxibasket Milano Over 55 che nell’intervallo delizia il numeroso pubblico sfidando la Nazionale Maxibasket Over 60.

Fin dall’avvio si capisce che può essere la giornata perfetta con Maffenini, Canova e Pozzecco che, supportate da una difesa impenetrabile, in un attimo portano le compagne sul 10-0. La palla gira bene e veloce mentre dietro non passa uno spillo e i primi punti veneti arrivano dopo 3 minuti abbondanti. Pozzecco in regia chiama in causa tutte le compagne che rispondono presente e bucano spesso la retina. A metà quarto le Orange sono 16-10 e guidano con autorità, le venete provano a riemergere con le giocate di Zampieri e Vespignani ma una tripla di Martelliano a 30” dalla prima sirena le ricaccia indietro, 22-16 per la prima pausa. Milano tira con il 7/8 da due e con Canova sugli scudi conduce con merito anche perché dietro tutte fanno un gran lavoro, specialmente Trianti che stoppa per 2 volte Dall’Olio e poi si regala una bomba dalla distanza, imitata da Rossi e Martelliano ancora per un più 13 dopo un paio di minuti. Villafranca ricorre alla zona ma davanti non riesce mai a sfondare complice anche una coriacea Picotti che chiude ogni varco. Si chiude la seconda frazione con un siluro da 7 mt di Maffeninj per il 40-26. Dopo l’esibizione da applausi nell’intervallo degli Over che trattano la palla come dei globetrotter si riparte con Milano che continua a spingere e l’Alpo che prova a districare il bandolo di una matassa sempre più ingarbugliata. Dopo 4 minuti il tabellone dice Milano più 12, ma poco dopo un tecnico a Soave coach ospite, un antisportivo e un assist al bacio di Pozzecco per Picotti fanno volare le milanesi a più 18 prima di chiudere 52-36. Nell’ultimo quarto il Ponte Casa d’Aste rallenta il ritmo ma imperversa ancora da 3 con Novati, sempre molto precisa e in forma. Dopo 4 minuti Villafranca decide che o la va o la spacca e con Vespignani e Zampieri mette un parziale di 15-0 che fa tremare il folto pubblico del Pala Giordani. Il Sanga fatica, le venete arrivano anche a -3, ma non si pezza, Picotti freddissima fa più 5 a 1’15 dalla fine, Zampieri invece sbaglia 2 volte dalla linea della carità e cosi, quando Pozzecco si prende un antisportivo che costa il secondo tecnico a Soave, il pubblico e i tanti bambini sugli spalti possono esultare per un meritato 61-55 finale e per un’altra illustre vittima domata dopo Costa Masnaga.

DICHIARAZIONI POST GARA:

Coach Pinotti: “Una vittoria strameritata in una giornata speciale dove abbiamo ammirato le magie del Maxibasket Milano e della Nazionale Over 60. Le ragazze sono state bravissime e dimostrato che a pieno organico siamo davvero fra le squadre migliori del campionato. Voglio arrivare il più in alto possibile e con questo atteggiamento e questa fiducia possiamo farlo. In una partita cosi faccio fatica a trovare le migliori, da Maffenini a Picotti fino a Canova, Novati e Guarneri che ha avuto meno minuti del solito, tutte hanno rispettato il piano partita. Brava anche Giulietti che è entrata senza paura e si è fatta valere. Ora testa a San Martino”.

Tabellino:

Il Ponte Casa d’Aste Milano – Alpo Bk Villafranca 61 – 55 (22-16, 40-26, 52-36, 61-55)


IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Novati* 6 (1/2, 1/6), Pozzecco* 8 (1/5, 0/3), Guarneri 7 (3/6 da 2), Rossi 5 (1/1, 1/1), Martelliano 7 (2/5 da 3), Perini NE, Canova* 10 (4/6, 0/2), Maffenini* 11 (3/5, 1/2), Grassia, Giulietti, Picotti* 4 (2/3, 0/1), Trianti 3 (1/2 da 3)

Allenatore: Pinotti U.

Tiri da 2: 15/28 – Tiri da 3: 6/23 – Tiri Liberi: 13/20 – Rimbalzi: 32 4+28 (Maffenini 7) – Assist: 18 (Pozzecco 4) – Palle Recuperate: 8 (Novati 2) – Palle Perse: 15 (Martelliano 4)

ALPO BK VILLAFRANCA: Vespignani* 4 (1/4 da 2), Toffali 6 (3/5 da 2), Dell’Olio* 6 (3/10 da 2), Viviani NE, Zanella, Scarsi 4 (2/3 da 2), Pusceddu NE, Zanardelli NE, Zampieri* 24 (3/9, 2/5), Ramò* 3 (0/4, 1/3),Mancinelli* 8 (3/7 da 2), De Marchi NE

Allenatore: Soave N.

Tiri da 2: 15/44 – Tiri da 3: 3/8 – Tiri Liberi: 16/20 – Rimbalzi: 35 6+29 (Vespignani 7) – Assist: 14 (Vespignani 7) – Palle Recuperate: 5 (Vespignani 2) – Palle Perse: 18 (Dell’Olio 7) – Cinque Falli: Vespignani

Arbitri: Mura E., Canali S.

GEAS VINCE IL DERBY, SANGA KO CON RIMPIANTI

Nulla da fare per il Ponte Casa d’Aste nell’atteso derby con il Geas Sesto San Giovanni. Le ragazze di Coach Cinzia Zanotti vincono 63-49 e rimangono in testa alla classifica a punteggio pieno. Per il Sanga tanti rimpianti, qualche ingenuità di troppo, ma la consapevolezza che lottando su ogni palla con convinzione si può trovare la strada giusta e arrivare lontano.

Cronaca

L’anticipo della settima giornata per Il Ponte Casa d’Aste è di quelle gare che contano e possibilmente da non sbagliare. L’avversario si chiama Geas Sesto San Giovanni e una vittoria sul loro parquet varrebbe veramente tanto, sia a livello di graduatoria ma anche soprattutto per il morale. Maffenini è di nuovo tra i convocati e siede in panchina. Le due squadre partono bene con buoni ritmi e i due attacchi rispondono colpo su colpo. A metà quarto il Sanga ha però 3 falli di squadra e le padrone di casa riescono cosi a scappare con un mini break per il 10-6 grazie alla buona vena di Barberis e Arturi. Le orange non demordono ma soffrono a rimbalzo, Geas riesce a orchestrare meglio il gioco in area e dal campo e chiude la prima frazione 18-10 nonostante un gran lavoro di Guarneri sotto canestro. Nei secondi dieci partono forte Schieppati e compagne a cui prova rispondere Rossi con una bella “bomba” dalla distanza (21-10). Le rossonere fanno girare bene la palla in attacco, corrono tanto e trovano spesso buoni tiri. A 6’36” dalla sirena il tabellone recita un impietoso 29-13 e allora Coach Pinotti prova a cambiare qualcosa inserendo forze fresche dalla panchina con Picotti e Novati che trova un tiro da 3 che suona la carica per le milanesi. Ancora Guarneri aiutata da Canova ricuce lo strappo per un 33-22 che sa di scossa a 2′ dalla fine della frazione. Barberis, sempre precisa, va però a segno con un gioco da tre punti (fallo + libero) che ricaccia indietro le ospiti nonostante la lucidità ai liberi di Guarneri. La sirena sancisce il 38-24 per le ragazze di Sesto. Si riparte e dopo due minuti in cui non segna nessuno Picotti rianima il Sanga con una “bomba” che mette paura e fa risvegliare il tifo di casa che comincia a incitare a gran voce le proprie beniamine. La difesa milanese serra le maglie e inceppa il gioco offensivo fino a quel momento fluido del quintetto di Zanotti. Martelliano lotta e sgomita e con un bel gioco da tre fa -10 (40-30). La partita sembra cambiare ma un dubbio antisportivo fischiato a Guarneri in difesa su una penetrazione blocca la rincorsa Sanga che però continua a testa bassa e va anche a – 7 (42-35) con Grassia che sfrutta una palla rubata di Pozzecco. Si chiude con un facile appoggio di Decortes da dentro l’area e una bomba a fil di sirena di Rossi per il 50-38. Nell’ultimo quarto Canova apre subito fulminando la retina dalla distanza (50-41) e riportando sotto le compagne. Geas non si disunisce e complice qualche chiamata arbitrale dubbia (con tecnico a Pinotti) contiene il ritorno ospite. Sanga non molla, ha qualche possibilità per andare anche a – 6 ma pasticcia troppo. Poco dopo arrivano due belle stoppate con Guarneri e Novati che si esalta anche da 3 per il – 8 (57-49) ma è troppo tardi. Geas amministra bene, gioca con il tempo e con esperienza porta a casa il bottino pieno. Per il Ponte Casa d’Aste un’occasione persa, sabato arriva al Cambini ore 18.00 Marghera per un pronto riscatto.


Coach Pinotti: “Il metro arbitrale mi lascia molto perplesso. Il livello è questo ma non tutela il gioco, peccato. Geas ha messo in campo grande fisicità e grande esperienza, a noi invece è mancata proprio l’esperienza e 38 punti presi nel primo tempo a noi seconda difesa del torneo sono troppi. Abbiamo perso troppe palle e ci sono mancati i punti di Maffenini che in una partita come questa servivano eccome. Era in panca ma non ho voluto rischiarla, ci sarà sicuramente con Marghera. Senza Ercoli invece loro hanno trovato buone alternative, provato a correre di più, a giocare con maggior intensità e sono riuscite a tirare bene lo stesso e anche meglio. Buona prova di Martelliano, Picotti e Guarneri ma non è bastato. Pensiamo alla gara con Marghera”.

GEAS Sesto San Giovanni – Il Ponte Casa d’Aste Milano 63 – 49 (18-10, 38-24, 50-38, 63-49)
GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Schieppati* 14 (6/10 da 2), Arturi* 5 (1/6, 0/3), Zagni* 8 (3/5, 0/1), Pellegrini NE, Mariani, Decortes 2 (1/2 da 2), Gambarini* 4 (2/8, 0/1), Panzera 10 (3/6, 1/3), Barberis* 20 (4/8, 2/4), Grassia NE, Pusca NE
Allenatore: Zanotti C.

Tiri da 2: 20/45 – Tiri da 3: 3/12 – Tiri Liberi: 14/16 – Rimbalzi: 41 15+26 (Schieppati 12) – Assist: 18 (Arturi 6) – Palle Recuperate: 2 (Schieppati 1) – Palle Perse: 14 (Arturi 3)


IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Novati 6 (0/1, 2/5), Pozzecco*, Guarneri* 10 (3/6 da 2), Rossi 6 (0/2, 2/2), Martelliano* 7 (3/6, 0/4), Perini, Canova* 5 (1/3, 1/2), Maffenini NE, Grassia 4 (2/5 da 2), Picotti* 11 (3/11, 1/3), Quaroni NE, Trianti
Allenatore: Pinotti U.

Tiri da 2: 12/36 – Tiri da 3: 6/21 – Tiri Liberi: 7/8 – Rimbalzi: 32 12+20 (Picotti 10) – Assist: 12 (Pozzecco 3) – Palle Recuperate: 3 (Novati 1) – Palle Perse: 14 (Pozzecco 4) – Cinque Falli: Guarneri


Arbitri: Barbagallo L., Mignogna C.

SANGA AUTORITARIO A CAGLIARI, CUS BATTUTO 39-67

Cagliari 28 ottobre 2017 – E’ un super Sanga da esportazione quello che passa con forza sul campo del CUS Cagliari. Si scatenano nella ripresa le Orange che paralizzano l’attacco delle sarde e sfruttano la gran giornata di Picotti (23 con 10 rimbalzi, nella foto con Roberta Martelliano), ben spalleggiata da una solida Canova (13 con 6 rimbalzi). Eccellente l’impatto di Grassia (12 con 8 rimbalzi), importanti le mani veloci in difesa di Trianti e Martelliano, positivo anche il rientro dopo l’infortunio di Giulia Rossi ed i 5 minuti di qualità di Quaroni nel break che spacca la gara.


LA GARA

E’ un botta e risposta di classe tra Tomasovic e Picotti l’avvio della sfida, all’ala croata risponde la lunga Orange, 10 pari al 5′. Perdono fluidità ed efficacia gli attacchi verso la fine del primo periodo, Picotti con il buzzer beater sigilla un super primo quarto per il vantaggio ospite, 12-14. Aumenta l’aggressività delle sarde in avvio di seconda frazione, Pozzecco soffre il pressing delle rivali, primo break CUS con Ridolfi, 19-14.

Immediata la replica delle ragazze di coach Franz Pinotti che escono dal time out con la giusta concentrazione dopo aver riordinato le idee, prima con la solita Picotti poi un ruggito di Canova che infila tre conclusioni ravvicinate, 19-22. Spreca con Novati un paio di possessi importanti per scappare Il Ponte Casa d’Aste, Caldaro punisce riportando avanti Cagliari, 23-22. C’è ancora Canova con una tripla importante nel nuovo strappo milanese, 23-27, poi riappare Tomasovic che, con Chiara Rossi, tiene a contatto le padrone di casa all’intervallo, 31-33.

Dopo la pausa lunga in campo solo il Sanga, stringono le maglie difensive Martelliano e compagne, il dinamico duo Picotti-Canova per il primo allungo, 31-42. Lo strappo definitivo lo firmano invece le giovani emergenti Quaroni-Grassia, la prima ispira e si mette, quando serve, in proprio, la seconda è un terminale offensivo silenzioso ed efficiente.

Volano le Orange sino al più 21, 31-52, stordite le rossoblu che siglano il primo, ed unico, canestro del quarto con Caldaro dopo oltre nove minuti. Altra nota lieta il rientro in campo di Giulia Rossi che in apertura di quarto periodo firma un furto con scasso in contropiede, oltre ad un assist prezioso per Grassia, 33-56. Il quarto periodo è pura formalità con Rossi e Pozzecco ad amministrare, 39-67.

 

COACH PINOTTI: “La chiave è stata quando abbiamo deciso di tirare giù la saracinesca nel terzo quarto. Abbiamo avuto una grande intensità difensiva come piace a me e portato a casa un risultato importantissimo. La partita era iniziata punto a punto, le ragazze non si sono mai disunite e con la buona difesa abbiamo recuperato molte palle e innescato un sacco di contropiedi. Abbiamo recuperato Giulia Rossi dopo l’infortunio e ha fatto molto bene, peccato solo per Giulietti assente per infortunio alla caviglia ma non è niente di grave. Anche aggi abbiamo segnato tanto senza Maffenini che solitamente ne segna 20 a partita e questo è un dato interessante e incoraggiante. Il girone si conferma molto equilibrato, tutte le squadre possono vincere con tutte, noi ci siamo e le ultime due vittorie lo confermano. Oggi Mvp Picotti ma un grande applauso e premio intensità a Martelliano che ha contenuto e poi spento Rossi il faro e la miglior marcatrice delle ultime uscite del Cus. Bene anche Quaroni 4 minuti, 4 punti e un grande impatto. Complimenti davvero a tutte le ragazze non si sono disunite quando il punteggio era punto a punto, hanno sempre ragionato con il cervello e giocato anche con il cuore. Una bella vittoria di carattere e forza. Ora studiamo le prossime avversarie e concentriamoci subito su Geas (anticipo 2 novembre a Sesto San Giovanni) e Marghera”.

 

 

CUS CAGLIARI-IL PONTE CASA D’ASTE MILAN0 39-67 (12-14,19-19; 2-19, 6-15)

CUS CAGLIARI: Ridolfi 3, Caldaro 12, Niola, Tomasovic 10, C.Rossi 8, Gaetani, V.Zucca 2, C.Zucca, Aielli, Madeddu 4, Santoru, Gallo. All. Xaxa

IL PONTE CASA D’ASTE MILAN0: Pozzecco 7 (3/5 0/3), Martelliano (0/6, 0/3), Canova 13 (5/10, 1/4), Picotti 23 (9/13, 0/1), Guarneri 4 (2/3); Novati (0/4, 0/1), Grassia 12 (6/12), Quaroni 4 (2/3) Trianti (0/2, 0/1), Rossi 4 (2/6). All. Pinotti.

Tiri da 2: CA 16/46, MI 29/64; tiri da 3: CA 0/5, MI 1/13; tiri liberi: CA 7/13, MI 6/11; rimbalzi: CA 39 (Niola 6, Tomasovic 6), MI 48 (Picotti 10); assist: CA 11 (Ridolfi 4), MI 20 (Pozzecco 5).

 

Ufficio Stampa Sanga Milano

Sanga buona la prima: giovani, difesa e Pozzecco!

Il Ponte Casa d’Aste si mette alle spalle l’emergenza infortuni (Giulietti, scavigliata in corso, si aggiunge a Maffenini e Canova) ed anche Selargius in un esordio, giustamente, temuto alla vigilia.

Giovani e “meno giovani” hanno subito risposto presente all’esordio in campionato e tante sono state le protagoniste che si sono passate il testimone: cinque in doppia cifra con una buona distribuzione di tiri e punti tra esterne ed interne, decisivo un 15-2 di parziale in chiusura di primo tempo (23-35) e un altro break ad inizio ultimo quarto (da 38-42 a 40-49 al 32′).

Contenuta molto bene Fabbri, con un lavoro di squadra e raddoppi, ma più in generale l’intera difesa ha funzionato, tenendo le padrone di casa al 36% e forzando 23 palle perse.

 

CRONACA – Primo periodo senza padroni, anche se è del Sanga il primo allungo con Pozzecco e Picotti a siglare il 12-20 all’8′. Arioli e Masic equilibrano il punteggio a inizio 2° quarto (21-20 al 12′), ma sarà questo l’ultimo vantaggio di Selargius: Rossi e Guarneri ispirano un altro break Orange ed il 15-2, chiuso da Martelliano in contropiede, regala la doppia cifra di vantaggio a metà gara (23-35 al 20′).

Nella ripresa, giocata senza Giulietti scavigliata, Selargius si fa sotto in chiusura di 3° periodo, coinvolgendo vicino a canestro Fabbri (10-0 casalingo e 38-42 al 30′) e schierando la zona 2-3 che fa perdere ritmo alla squadra di Pollice. Ma il mini-intervallo fa bene al Sanga: Pozzecco, con tripla, assist per Guarneri e canestro dal mezzo-angolo, garantisce un nuovo +9 e nel finale la coppia Rossi-Martelliano impazza per il +17 finale.

 

ANTONIO POLLICE: “E’ motivo di orgoglio vincere in condizioni di rotazioni davvero limitate, ma abbiamo raccolto aspetti positivi, la squadra è sempre stata compatta ed unita, seguendo con attenzione e molto bene il piano partita preparata ed anche le giovani ci hanno dato buone risposte”.

FRANZ PINOTTI: “Complimenti davvero a tutti, al doc Maniero che ci ha consentito di mettere in campo alcune ragazze, ai preparatori fisici per il lavoro che ci ha portato ad essere brilantissimi oggi, a tutte le ragazze senza distinzioni d’eta per la forza mentale, agli allenatori che sono andati in panchina e al lavoro che abbiamo fatto di preparazione della gara, che è stato interpretato ancora meglio dalle ragazze”.

 

SELARGIUS-PONTE CASA D’ASTE MILANO 47-64 (16-20, 23-35; 38-42)
Selargius: Masic 13, Arioli 9, Gagliano 6, Lussu, Fabbri 14; Cordola 3, Laccorte 2, Mura, Pinna, Melis ne, Pohlig ne, Loddo ne. All. Staico.
Milano: Pozzecco 15 (4/6, 1/5), Martelliano 10 (4/6, 0/6), Novati 1 (0/1), Picotti 12 (3/9, 1/2), Guarneri 14 (5/14, 0/1); Rossi 10 (4/7, 0/2), Trianti 2 (1/2, 0/2)), Giulietti (0/2), Canova ne. All. Pollice.

Tiri da 2: S 15/38, M 21/49; tiri da 3: S 2/8, M 2/18; tiri liberi: S 11/17, M 16/22; rimbalzi: S 37 (off 6, Fabbri 11), M 41 (off 14, Guarneri 11); assist: S 13 (Masic 4), M 11 (tre con 3); recuperi: S 4 (Gagliano 2), M 14 (Martelliano 4)

 

Ufficio Stampa Sanga Milano

San Gabriele Milano Settore femminile: tutte le partite delle tigri neroarancioni in questo weekend

Si annuncia un weekend interessante per le tigrotte del San Gabriele Milano attese da un calendario partite tutte molte importanti nelle varie categorie femminili. Su tutte spicca la sfida per il 3° posto di serie A2, in programma domenica 26 tra Orvieto e Ponte Casa D’Aste  mentre sabato la sfida playoff di serie C Sanga-Visconti Brignano.

 

SABATO 25 MARZO

Ore 17 Under16 EliteF: Vittuone-San Gabriele Milano

Palestra via Pertini, Vittuone

Ore 20.30 Serie C F: San Gabriele Milano-Visconti Brignano

Palestra via Frigia, Milano

DOMENICA 26 MARZO

Ore 18 Serie A2F: Ceprini Costruzioni Orvieto-Ponte Casa d’Aste Milano

MERCOLEDI’ 29 MARZO

Ore 21.30 Under18 Gold F: Unica Milano-Sanga Milano

Centro Oasi, Lacchiarella

 

San Gabriele Milano serie A F: super doppietta del Ponte Casa d’Aste, tutto tecnica e cuore, prima stoppa Orvieto poi sbanca in rimonta Alghero

sanga-alghero-vittoria

Si sapeva fin dalla vigilia che sarebbe stato un doppio turno ravvicinato intenso quanto cruciale per la prima parte della stagione del Ponte Casa d’Aste, quello che è andato in scena a cavallo del ponte dell’Immacolata. E così è stato: intenso, adrenalinico, ricco di emozioni ma soprattutto vincente perché le tigri di coach Franz Pinoti sono state più forti di tutte e  di tutto, brave a centrare una bella doppietta vincente che vale molto di più dei quattro punti messi in classifica. Già perché se ora l’obiettivo Coppa Italia appare più vicino, le due vittorie centrate prima con Orvieto giovedì 8 e poi ad Alghero già l’indomani venerdì 9 hanno avuto una valenza che va oltre il risultato sul campo, per come sono state conquistate, fortemente volute e alla fine strappate con le unghie. Due vittorie pesanti ma molto diverse tra loro. La prima come detto è stata centrata giovedì 8 quando al PalaIseo il Sanga ha ospitato lo scontro diretto con la temuta Ceprini Orvieto. Un avversario tosto che ha dato filo da torcere per oltre 30’ prima di cedere sotto i colpi delle tigri milanesi trascinate dall’mvp Liga Vente liga-vente-300

protagonista forse del sua migliore prestazione da quando è in Italia con una doppia doppia pazzesca: 20 punti + 16 rimbalzi per un superlativo 35 di valutazione totale. Con la lunga lettone sugli scudi in cabina di regia Federica Pozzecco

federica-pozzecco-300 determinante anche dalla lunga distanza, Sara Canova, la giovane Paola Novati e un’encomiabile Giulia Maffenini che pur non al meglio  fisicamente da grande capitana ha voluto essere al fianco della sua squadra nel momento decisivo.

sanga-orvieto-vittoria

Il tabellino  di Ponte Casa d’Aste Milano-Ceprini Orvieto 66-54 (15-16, 31-26, 40-36)

Milano: Bottari, Novati 7, Pozzecco 12, Rossini ne, Guarneri 6, Martelliano 5, Canova 8, Maffenini 8, Giulietti ne, Valli ne, Vente 20, Galiano ne.

sanga-orvieto-selfie

Sulle ali di questa vittoria importante, il Ponte Casa d’Aste già all’indomani ha preso il volo per la Sardegna direzione Alghero dove nella serata di venerdì 9 ha reso visita al fanalino di coda Mercede. Una squadra a cui lo 0 in classifica non rende assolutamente  onore visto che ancora una volta ha giocato una partita tanto generosa quanto combattiva mettendo alle corde un acciaccato quintetto milanese. Che sarebbe stata una gara non facile coach Pinotti lo aveva detto alla vigilia e così è stato. Dopo un primo quarto assolutamente equilibrato, le padroni di casa trascinate in cabina di regia da Azzellini, dai numeri della giovane guardia Georgieva e da un’incisiva Barbone hanno preso in mano la gara approfittando dei tanti errori commessi dalla squadra ospite. Così Alghero ha chiuso avanti al riposo per 31-26 per poi volare a metà del terzo quarto addirittura sul +14 (40-26) portando Milano sull’orlo del baratro. Con la fatica del doppio turno in 24 ore, con troppe amnesie sia in attacco che in difesa, il Ponte Casa d’Aste ha barcollato ma è stato bravo a non crollare anzi nel momento più diffcile con l’organico debilitato, già privo dell’infortunata Maffenini, con Novati fuori per falli dopo 12’, ecco che le tigrotte hanno cambiato volto e si sono compattate come mai prima d’ora. Dopo 6’ di digiuno nel terzo quarto, una volta sbloccatosi da quota 26 il Ponte Casa d’Aste trascinato dall’ex di turno Roberta Martelliano roberta-martelliano-300

e da un’incontenibile Sara Canova (per lei 10 punti ma soprattutto 15 rimbalzi)

sara-canova-300 ha iniziato una lenta ma inesorabile rimonta di grinta e cuore tanto che alla terza sirena il tabellone recitava 41-38. Partita riaperta, Milano ancora viva. La quarta e ultima frazione è stata di fatto una partita nella partita giocata a viso aperto e senza esclusioni di colpi da entrambe le squadre: Sanga prima pareggia poi si complica di nuovo la vita e Alghero prova a scappare via riportandosi a + 4. Ma ormai le tigri di milano sono tornate , sono in gas e come Rocky Balboa ad ogni colpo incassato ribattono con ancora più forza. A metà della frazione però un’altra tegola rischia di compromettere tutto: si ferma anche Liga Vente per un problema al piede. Ma è proprio la lettone (protagonista pur zoppa, con una doppia doppia d’applausi con 16 punti + 11 rimbalzi e 19 di valutazione) che stringe i denti e torna  in  campo per tirare i tiri liberi sanzionati per un antisportivo che costa il quinto fallo a Georgieva. Freddezza glaciale per la giovane tigre dell’est che porta avanti Milano per poi tornare in panchina. Stesso percorso che di lì a poco compie anche la capitana Maffenini giulia-maffenini-300

che buttata in campo nel rush finale si è prima guagagnata i liberi che poi ha segnato e che di fatto hanno spianato la strada per una delle vittorie più sofferte ma determinanti della stagione come ha ammesso un adrenalinico coach Franz Pinotti nel dopo gara:

sanga-franz-pinotti-testina“Perché abbiamo vinto due partite, una contro Alghero che ha giocato alla “morte”, e una contro tutte le avversità del mondo. Questa volta le nostre SANGA GIRLS hanno imparato cosa significa RESILIENZA. Una vittoria 55-59 colta partendo dal -14 del 26′ (40-26). Fuori capitan Maffe, fuori Liga, fuori Stefania, fuori anche Novati per il quinto fallo dopo 12′. Sono sincero è stata una grandissima Impresa, si co la I maiuscola, che vale il terzo posto in classifica anzi molto di più!!!”

sanga-alghero-selfie

Il tabellino di Mercede Alghero-Ponte Casa d’Aste Milano 55-59 (15-15, 33-26, 41-38)

Sanga: Novati 2, Pozzecco 7, Rossini, Guarneri 9, Martelliano 10, Perini 3, Canova 10, Maffenini 2, Taverna ne, Vente (16). All. Pinotti.

sanga-staff-ad-alghero

Ora il Ponte Casa d’Aste tornerà in campo sabato.17 dicembre in casa al PalaIseo quando davanti ai suoi tifosi saluterà il 2016 ospitando un altro big match contro il Castelnuovo Scrivia (ore 21).

Classifca girone A di serie A2 all’11° turno: Geas Sesto 20; Empoli 18; Ponte Casa d’Aste Milano, Costa Masnaga 16; Orvieto*, Crema, Castelnuovo 14; Albino, Selargius 10; Virtus Cagliari 8; Carugate*, Bolzano 4; Cus Cagliari* 2; Alghero* 0. (* 1 gara in meno)

San Gabriele Milano serie A2 F: derby a Carugate per il Ponte Casa d’Aste che sabato 3 apre il tour de force di tre partite in sette giorni

sanga-carugate-locandina

Il Ponte Casa d’Aste Milano rilanciato dal bel successo ottenuto nel recupero di martedì scorso contro la Virtus Cagliari, a coronamento di “una delle più belle partite della stagione” come ha detto coach Franz Pinotti, ora è pronto a tornare in campo per una delle grandi classiche degli ultimi anni di serie A2: il derby contro il Castel Carugate in programma per il 9° turno d’andata sabato 3 dicembre alle ore 20.30 (arbitri Mura-Martinelli) sul nuovo parquet del Palasport di via Ginestrino. Una gara sempre sentita che di fatto apre un vero tour de force per le tigrotte milanesi che sono attese da tre partite in sette giorni: sabato come detto a Carugate poi giovedì 8 il turno casalingo infrasettimanale contro la pariclassifica Orvieto e quindi solo 24 ore dopo, venerdì 9, la trasferta ad Alghero. Un bel programmino non c’è che dire quello che aspetta capitan Giulia Maffenini&C. giulia-maffenini-300che però sono concentrate solo sul derby di sabato. Una sfida da prendere con le molle visto che il Castel ci arriva sulle ali del primo successo stagionale ottenuto in volata sul campo del Cus Cagliari per 54-56.

Decisiva la zampata vincente a 3” dalla sirena della lunga azzurra Emily Correal (per lei uno score super di 26 punti, 20 rimbalzi e  38 di valutazione)

sanga-carugate-correal-emilyvero totem e mvp del team di coach Paolo Re. Correal infatti primeggia in tutte le classifiche individuali viaggiando a una media di oltre 20 punti a partita conditi da ottime percentuali al tiro (45% da due, 33%da 3, 81%ai liberi) oltre a quasi 12 rimbalzi. Tutto da seguire il duello nel pitturato tra la tigrotta lettone di Milano Liga Vente sanga-bolzano-liga-vente

e la fortissima lunga originaria della Pennsylvania, il principale punto di riferimento del quintetto Castel ben timonato da un tecnico esperto e di lungo corso come Paolo Re che nell’ultimo periodo ha dovuto far fronte ad una serie di infortuni che hanno condizionato il cammino della sua squadra. A cominciare da alcune illustri ex Sanga come l’indimenticata play Susanna Stabile sanga-susanna-stabile

e l’ala d’assalto Claudia Colli

sanga-claudia-collireduci da problemi fisici che ne mettono in forte dubbio la presenza sabato. Out anche la giovane Sara Polato mentre sarà del match un’altra grande ex che ha vestito solo nella passata stagione la maglia nero arancio del San Gabriele. Stiamo parlando di Cecilia Albano

sanga-carugate-cecilia-albanol’ala piemontese classe 1996 che l’anno scorso s’impose non solo vincendo il titolo lombardo Under20 con il team Sanga

 

sanga-milano-campione-u20-lombardo

ma anche dando il suo prezioso contributo in prima squadra conquistandosi sempre più spazio a coronamento di una costante crescita. Cecilia con Marta Scarsi garantisce un buon supporto a Correal vicino all’area coloraa mentre in cabina di regia sta crescendo bene il tandem classe 1997 formato da Laura Rossi e Francesca Diotti, sul perimetro occhio invece alla mano calda di Carlotta Picco. Notizia degli ultimi giorni l’addio della guardia Linda Manzini che si è trasferita ad Albino. Spostandoci in casa del Ponte Casa d’Aste è tornato l’entusiasmo dopo la bella vittoria contro la Virtus. Il primo ad essere contento è coach Franz Pinotti che però tiene tutti sul pezzo:sanga-franz-pinotti-testina “E’ vero martedì abbiamo giocato una delle più belle partite della  stagione, per continuità forse la migliore ma ora dobbiamo rimanere concentrati e proseguire su questo rendimento visto che ci attendono tre partite importanti molto ravvicinate. La cosa che mi da fiducia è che ho ritrovato il vero Sanga quello che gioca divertendosi e divertendo,  in velocità ma difendendo sempre forte, con la sua famelica feroce determinazione. Ecco è questo il Sanga che voglio sabato per il derby contro Carugate”.

Così il prossimo turno, 9° d’andata: sabato 3 dicembre,  Castel Carugate-Ponte Casa d’Aste Milano (ore 20.30), Costa Masnaga-Cus Cagliari, Castelnuovo-Alghero, Geas-Albino, Empoli-Bolzano; domenica 4 Orvieto-Virtus Cagliari, Crema-Selargius.

sanga-costa-inno

La nuova classifica Girone A: Geas Sesto 16; Empoli 14; Ponte Casa d’Aste Milano, Costa Masnaga, Orvieto*, Crema, Castelnuovo Scrivia 10; Albino, Selargius 8; Virtus Cagliari, Bolzano 4; Cus Cagliari * , Carugate*, Alghero* 0. (* 1 gara in meno).

San Gabriele Milano serie C F: le tigri sempre all’assalto, vincono il derby e conquistano il primo posto nel girone A

sanga-serie-c-idea

Doppio colpo grosso nel campionato di serie C per le tigrotte del San Gabriele che domenica hanno vinto il derby sul campo dell’Idea Sport Milano per 51-71 e, approfittando del ko di Melzo, hanno conquistato anche la vetta del girone A. Un bel risultato per il team diretto da coach Maurzio “Yanez” Mazzetto e dal fido Nik Zappettimazzetto-zappetti

, che ha cosi inanellato il 6° referto rosa in 7 partite giocate confermando la crescita costante del gruppo e delle singole. “Ancora una volta la squadra – dice un soddisfatto coach Mazzetto – è stata protagonista di una buona prova corale. Tutte le ragazze sono scese in campo concentrate e determinate dal primo al 40’ sia in difesa che in attacco. Il parziale decisivo lo abbiamo piazzato nel terzo quarto e questo ci ha poi consentito di gestire con tranquillità fino al termine.  Mi fa piacere che ancora una volta tutte le ragazze siano andate a referto segno di grande distribuzione di punti e responsabilità nel gruppo”.

Tra le singole in evidenza Giada Perini giada-perini-300

 

 

 

 

 

 

e Alice Taverna in attaccoalice-taverna-300

 

 

 

 

 

 

mentre in difesa su tutte Giulia Trianti

giulia-trianti-300protagonista di una prova super. Ora il San Gabriele Milano da neo capolista, è attesa dal big match domenica prossima 27 novembre al PalaIseo dove ospiterà la pari classifica Fortitudo Brescia (ore 18).

 

 

 

 

Il tabellino di Idea Sport-San Gabriele  51-71 (14-18, 26-35, 39-50)

San Gabriele: Monti 4, Michelini 6, Calciano 4, Perini 12, Angeretti 2, Taverna 12, Trianti 8, Stilo 5, Matteoni 9, Hernandez 9. All. Mazzetto. Vice: Zappetti).

Gli altri risultati del 7° truno di andata: Crema-Unica 55-29, Fortitudo Brescia-QSA 54-48, Sustinente-Melzo 57-42, San Pio X-San Giorgio 31-80, Siziano-Pizzighettone 68-42, Visconti Brignano-Assisi Milano 44-27.

Classifica: San Gabriele Milano, Fortitudo Brescia, Melzo, Sustinente 12; Siziano , San Giorgio Mantova 10; Visconti Brignano 8; Idea Sport, Pizzighettone 6; QSA, Crema 4; Unica, San Pio X Milano 0.

San Gabriele Milano eventi: 27-10-2016 una giornata storica per il Mondo Sanga in festa a Palazzo Marino

sanga-evento-foto-di-gruppone

Giovedì 27 ottobre 2016, una data storica, indimenticabile e nel segno dell’Eccellenza per il San Gabriele Milano. sanga-evento-locandinaUna data che ha certificato la società fondata da Franz Pinotti nell’ottobre del 1999 come splendida realtà, presente e sempre più pulsante, nel cuore di Milano. Un alto riconoscimento attestato in grande stile proprio dalla città e dalle sue autorità giovedì mattina con una presentazione-evento che si è svolta presso la prestigiosa Sala Alessi di Palazzo Marino dove accompagnato dalla voce del presentatore d’eccezione l’amico Sandro Pugliese (giornalista de Il Giorno) sanga-evento-slide-eccellenzaè sfilato tutto il mondo Sanga con il suo padre fondatore in testa Franz Pinotti: dalla squadra di serie A2 femminile prima in classifica in campionato, a tutto il suo settore giovanile, al team di BaskIN al settore maschile dei Tigers. sanga-evento-panoramica-sala

Ad aprire la giornata davanti a una platea di oltre 300 persone è stato proprio Franz Pinotti che visibilmente emozionato ha voluto prima ringraziare le autorità e le istituzioni intervenute

sanga-evento-franz-pinotti-spiega per poi presentare la sua “creatura” spiegando come è nata nel 1999 dall’Orarorio San Gabriele Arcangelo in Mater Dei di via Termopoli e come giorno dopo giorno è cresciuta “sul campo” nello sport come nel sociale diventando una realtà d’Eccellenza non solo in provincia ma anche in Lombardia e sul territorio nazionale. Tanto lavoro sul campo, passione e sacrificio così si spiega l’Eccellenza della prima squadra femminile griffata Ponte Casa d’Aste capolista in serie A2, sanga-evento-squadra-a2-funica rappresentante in categoria del capoluogo lombardo e fiore all’occhiello di un movimento cestistico arancione sempre più in espansione, ma anche l’Eccellenza del basket integrato ed inclusivo che ha nella squadra di BaskIN campione d’Italia in carica la sua portabandiera sanga-evento-baskinma anche l’Eccellenza nel sociale con progetti mirati all’accoglienza e alla solidarietà anche in collaborazione con le scuole cittadine. “Sono felice – ha sottolineato Pinotti – perché il Sanga Milano ha riempito la Sala Alessi di Palazzo Marino con Sport, Gioia, Giovani, Politica, Solidarietà, Accoglienza, Innovazione, Internazionalità, Progetti, Scuola, Condivisione, Allegria, Determinazione, Obiettivi, Rispetto, Creatività, Amicizia, Lealtà, Inclusione, Servizio, Scambio, Ascolto, Proposte, Chiarezza e… tanto tanto RITMO SANGA! E’ stata una giornata speciale e importante per noi tutti che abbiamo lavorato insieme con grande fatica. Abbiamo camminato insieme e continueremo a farlo, in direzione ostinata e contraria alla “normalità” del resto del mondo, perchè ci crediamo. Si, possiamo davvero cambiarlo, questo mondo, partendo da dove viviamo, dalle piccole cose, dal nostro intorno, dai più giovani con determinazione chiarezza degli obiettivi. E chissene… se qualcuno non capisce. Grazie di Cuore a tutti i nostri compagni di viaggio, tutti, da sempre e per sempre. Ma ricordatevi, questa giornata per noi non è stata un punto di arrivo ma solo…di partenza!”. La parola poi è passata ai padroni di casa di Palazzo Marino alla vicesindaco Anna Scavuzzo e al presidente della Commissione Sport del Comune di Milano Marco Fumagalli sanga-evento-pinotti-e-autorita-comunaliche hanno ringraziato e sottolineato l’importanza dell’attività svolta in questi anni dal Mondo Sanga augurando un futuro ancora più radioso. Quindi parole speciali e appassionate sono arrivare da Maria Teresa Baldini,sanga-evento-ex-campionessa lei che dopo essere stata grande campionessa sul parquet vincendo anche la Coppa dei Campioni ora è attiva in politica come consigliere regionale particolarmente sensibile al ruolo della donna nello sport e nella società. Passione e gratitudine anche nell’intervento di un’altra grande campionessa dello sport come Clauda Giordani (figlia dell’indimenticato grande papà Aldo) ora rappresentante del CONI così come da parte di Angela Albini che in qualità di consigliere federale FIP  e responsabile del settore giovanile Squadre Nazionali ha ringraziato di cuore l’attività a 360° del Sanga e dello staff di Franz Pinotti indicandola come modello da seguire. Sono poi seguiti gli interventi di Antonio Iannetta portavoce di Uisp Milano sanga-evento-antonio-iannetta-uispdove anche il Sanga opera con le sue attività e le sue squadre, di Davide Losi da sempre amico di Pinotti e da anni dirigente  responsabile del settore minibasket dell’Olimpia Milano con cui il Sanga collabora come con il Progetto Armani Junior di cui si è fatto portavoce il responsabile Davide Destro. Momento particolarmente emozionante è stata la presentazione della squadra BaskIN del Sanga che accompagnata dal suo responsabile Davide Motta ha voluto consegnare le magliette arancioni personalizzate al sindaco Beppe Sala

sanga-evento-sindaco-beppe-sala-con-maglia-sangae alla vicesindaco Scavuzzo. sanga-evento-baskein-e-vicesindaco

Quindi sul palco spazio a Paolo Salvetti sanga-evento-poalo-salvettiportavoce del settore  Tiger’s maschile realtà più giovane ma già in grande crescita, al responsabile del settore minibasket Mariangelo Maiocchi, visibilmente emozionato per una giornata che ha coronato anni di attività sul campo e nel tessuto sociale, a Giovanna Baderna portavoce di Genitori Attivi della scuola Italo Calvino e ad Antonella Dell’Orto portavoce della Casa del Sole Parco Trotter dove da anni il Sanga è presente operando con progetti concreti e importanti. Prima del gran finale microfono anche ad un grande amico di vecchia data di Franz Pinotti quale Stefano Moretti che negli ultimi anni si è avvicinato al Mondo Sanga diventando compagno di viaggio come responsabile della Tramo Art in Motion società leader a livello internazionale nella logistica e nel trasporto di mobili e complementi d’arredo ma sempre di grande pregio:sanga-evento-stefano-moretti-tramo “Siamo diventati compagni di viaggio del Sanga perché nel Sanga rivediamo  e ritroviamo i nostri stessi valori di Lealtà, Eccellenza e Ambizione sempre nel Rispetto delle Regole”. Quindi sul palco foto per tutti, dalle giocatrici della serie A2 ai giovani atleti del settore femminile  e maschile, dai baby del minibasket a campioni d’Italia del BaskIN: sorrisi, emozioni, applausi per tutti e ovviamente la foto finale del Mondo Sanga al gran completo tra gli affreschi della Sala Alessi di Palazzo Marino con l’augurio di ritornarci molto presto per nuove celebrazioni, grazie al nostro angelo custode Anna De Censi. Perché questo per il Mondo Sanga non è il punto d’arrivo… ma la partenza!sanga-evento-foto-di-gruppone

sanga-evento-staff

San Gabriele femminile: un weekend di fuoco per il mondo Sanga, in campo A2, Serie C, U18, U16 e U13

sanga-costa-tifosiSi annuncia un weekend di fuoco per il mondo femminile del San Gabriele Milano che sarà in campo con tante sue squadre dalle “grandicelle” della serie A2 alle baby U13.
sanga-costa-inno
SERIE A2 F: ad aprire le danze sarà proprio il Ponte Casa d’Aste che per il 2° turno del campionato nazionale di serie A2 sabato 15 anticipa alle ore 16 la sfida casalinga contro il Cus Cagliari. Per la squadra di coach Franz Pinotti si tratta dell’esordio tra le mura amiche in campionato dopo il bel successo corsaro ottenuto sabato scorso a Costa Masnaga. Una sfida quella contro il Cus che non si annuncia certo facile visto che le sarde hanno vinto anche loro all’esordio il derby contro Alghero per 73-57. Punti di forza del quintetto allenato da coach Marcello Ibba sono la guizzante giovane play Alesiani classe 1997, le veloci esterne Niola e l’ex Broni Dettori, mentre vicino al pitturato assicurano esperienza, fisico e punti l’ala forte Elena Riccardi, cresciuta nel Pool Comense e con una lunga carriera tra A1 e A2, e la lunga lituana Julita Bungaitè già vista nella passata stagione in Italia. Sul fronte Sanga morale alto e tutte abili arruolate, quindi a suonare la carica ci pensa un fiducioso coach Pinotti:
sanga-costa-coach-franz “Il Cus è una squadra da prendere con le pinze perchè ha un quintetto di valore che abbina velocità e corsa con le piccole ma anche fisico e solidità vicino a canestro. Da parte nostra però stiamo bene, ci siamo allenati bene e vogliamo quindi continuare a fare… benissimo! Sempre con Feroce Determinazione!”.
sanga-costa-fine-2
Completano il 2° turno del girone A: sabato 15 Virtus Cagliari-Bolzano, Alghero-Albino, Carugate-Selargius; domenica 16 Crema-Geas, Orvieto-Empoli; mercoledì 19 Castelnuovo-Costa. Classifica: Ponte Casa D’Aste Milano, Crema, Geas Sesto, Cus Cagliari, Orvieto, Empoli, Selargius 2; Basket Costa, Carugate-Castelnuovo, Alghero, Virtus Cagliari, Albino 0.
picarelli-trianti
Under18 F: sabato alle ore 18 scatta ufficialmente anche il campionato per le tigrotte Under18 (1999-2000-01) del San Gabriele che inserite nel girone C lombardo debutteranno sul campo del San Vittore Olona. Per il team diretto da coach Niccolò Zappetti subito una trasferta importante per provare a strappare il primo referto rosa corsaro e iniziare così con il piede giusto questo torneo. Il San Gabriele nella prima fase del girone C sfiderà con partite di sola andata anche il Vittuone A, Tradate, Varese, Pro Patria Busto, Antoniano Busto, Corsico, Bollate. Obiettivo cercare di qualificarsi per la seconda fase Elite.
sanga-u12-2-a-crema
Under16 F Elite: a un’ora di distanza dalle cuginotte U18, sempre sabato 15 alle ore 19 scenderanno in campo anche le tigrotte Under16 (2001-02-03) del San Gabriele Milano che esordiranno nel campionato Elite lombardo ospitando tra le mura amche della palestra di via Frigia l’Unica Milano. Subito un derby, remake di quello appena vinto al Torneo di Pioltello, contro un avversario di valore per testare la condizione e le ambizioni del gruppo U16 neroarancio. Il San Gabriele Milano nel corso del girone Elite affronterà nell’ordine anche Excelsior Bergamo, Brixia Brescia, Basket Costa Masnaga, Geas B, Geas A, Pro Patria Busto, Usmate, Mariano, Vittuone. L’obbiettivo e giocare al massimo tutte le partite e contro tutti per lottare fino alla fine per un posto alla fase interzonale.
sanga-u14-torneo-bielmonte-2

Under13 F: weekend ad alta quota per le cucciolotte 2005 allenate da Lorena Villa che sabato si recheranno in Piemonte per partecipare al tradizionale Torneo di Bielmonte. Una due giorni di basket e divertimento per continuare nel percorso di crescita immersi nella meravigliosa oasi naturale biellese.
sanga-c-timeout
Serie C F: domenica 16 sarà la volta del San Gabriele MIlano diretto da coach Maurizio Mazzetto scendere in campo per il 2° turno di serie C alle ore 14.30 sul parquet amico del PalaIseo dove ospiterà il San Pio X MIlano. L’occasione ideale per le giovani neroarancio di bissare il bel successo centrato al debutto sul campo del Pizzighettone. All’esordio il S. Pio invece ha perso in casa con Idea Sport per 30-81. “Non ci nascondiamo – dice coach Mazzetto- vogliamo continuare sulla strada che abbiamo da poco intrapreso ma già con il piede giusto: vogliamo vincere anche la seconda partita, festeggiare così al meglio il nostro esordio casalingo e proseguire nella nostra crescita. Sono fiducioso perché le ragazze lavorano bene in palestra e ogni allenamento dimostrano di crescere. Sono segnali importanti che ci fanno ben sperare”. Completano il 2° turno: Siziano-Unica, QSA-San Giorgio Mantova, Crema-Sustinente, Brescia-Pizzighettone, Assisi-Melzo, Idea Sport-Visconti Brignano. Classifica: San Gabriele Milano, Melzo, Idea Sport, Siziano, San Giorgio Mantova, Sustinente, Brignano 2; QSA, Brescia, Unica, Pizzighettone, Crema, Assisi, Pio X 0.
BUON WEEKEND NEROARANCIO A TUTTI!
sanga-pyrates

San Gabriele Milano news: Giorgia Colombo inserita nello staff del Centro Tecnico Lombardo, sarà assistente del gruppo 2000-01

sanga-2004-con-coach-giorgia-colombo
In queste ore è arrivata una bella notizia per lo staff tecnico e per tutto il mondo Sanga. La giovane ma già esperta allenatrice Giorgia Colombo, che quest’anno dirige il gruppo 2003-04-05 con il suo tradizionale cocktail di competenza, simpatia, entusiasmo e grande passione, è stata inserita nei quadri tecnici del Progetto Azzurro del Centro Tecnico Regionale Lombardia per la stagione 2016/17 che coinvolgerà le annate dal 2000 al 2003. Il responsabile tecnico del Progetto Roberto Riccardi infatti ha scelto Giorgia per ricoprire il ruolo di assistente del capo allenatore Marino Mannis, per il gruppo CTFA che lavorerà con le migliori ragazze lombarde nate nel 2000-01.
SangaComplimenti a Giorgia … continua così!
sanga-u14-torneo-bielmonte-1

San Gabriele serie C: ultimo test precampionato domenica a Legnano

Messa in bacheca la coppa del terzo posto conquistato nel weekend scorso in occasione del Torneo quadrangolare di Melzo, la giovane squadra di serie C del San Gabriele Milano vede ormai nel mirino il debutto in campionato previsto per venerdì 7 ottobre a San Bassano campo del Pizzighettone. Ecco allora che a meno di una settimana dall’atteso esordio il team nero arancio timonato dal prode Maurizio Mazzetto e dal fido assistente Nik Zappetti, ritorna in campo per l’ultimo test precampionato. Domenca 2 ottobre infatti alle ore 18 il Sanga sarà ospite, per un’amichevole di pari categoria, a Legnano della Virtus Carroccio formazione anch’essa prossima all’esordio in serie C ma nel girone B. Un’ultima sgambata utile alle tigrotte milanesi, reduci da una buon periodo di allenamenti in palestra, per oliare schemi ed equilibri perchè tra meno di una settimana si farà su serio e si giocherà per i primi due punti.
sanga-serie-c-selfie-torneo-melzo