Sanga buona la prima: giovani, difesa e Pozzecco!

Il Ponte Casa d’Aste si mette alle spalle l’emergenza infortuni (Giulietti, scavigliata in corso, si aggiunge a Maffenini e Canova) ed anche Selargius in un esordio, giustamente, temuto alla vigilia.

Giovani e “meno giovani” hanno subito risposto presente all’esordio in campionato e tante sono state le protagoniste che si sono passate il testimone: cinque in doppia cifra con una buona distribuzione di tiri e punti tra esterne ed interne, decisivo un 15-2 di parziale in chiusura di primo tempo (23-35) e un altro break ad inizio ultimo quarto (da 38-42 a 40-49 al 32′).

Contenuta molto bene Fabbri, con un lavoro di squadra e raddoppi, ma più in generale l’intera difesa ha funzionato, tenendo le padrone di casa al 36% e forzando 23 palle perse.

 

CRONACA – Primo periodo senza padroni, anche se è del Sanga il primo allungo con Pozzecco e Picotti a siglare il 12-20 all’8′. Arioli e Masic equilibrano il punteggio a inizio 2° quarto (21-20 al 12′), ma sarà questo l’ultimo vantaggio di Selargius: Rossi e Guarneri ispirano un altro break Orange ed il 15-2, chiuso da Martelliano in contropiede, regala la doppia cifra di vantaggio a metà gara (23-35 al 20′).

Nella ripresa, giocata senza Giulietti scavigliata, Selargius si fa sotto in chiusura di 3° periodo, coinvolgendo vicino a canestro Fabbri (10-0 casalingo e 38-42 al 30′) e schierando la zona 2-3 che fa perdere ritmo alla squadra di Pollice. Ma il mini-intervallo fa bene al Sanga: Pozzecco, con tripla, assist per Guarneri e canestro dal mezzo-angolo, garantisce un nuovo +9 e nel finale la coppia Rossi-Martelliano impazza per il +17 finale.

 

ANTONIO POLLICE: “E’ motivo di orgoglio vincere in condizioni di rotazioni davvero limitate, ma abbiamo raccolto aspetti positivi, la squadra è sempre stata compatta ed unita, seguendo con attenzione e molto bene il piano partita preparata ed anche le giovani ci hanno dato buone risposte”.

FRANZ PINOTTI: “Complimenti davvero a tutti, al doc Maniero che ci ha consentito di mettere in campo alcune ragazze, ai preparatori fisici per il lavoro che ci ha portato ad essere brilantissimi oggi, a tutte le ragazze senza distinzioni d’eta per la forza mentale, agli allenatori che sono andati in panchina e al lavoro che abbiamo fatto di preparazione della gara, che è stato interpretato ancora meglio dalle ragazze”.

 

SELARGIUS-PONTE CASA D’ASTE MILANO 47-64 (16-20, 23-35; 38-42)
Selargius: Masic 13, Arioli 9, Gagliano 6, Lussu, Fabbri 14; Cordola 3, Laccorte 2, Mura, Pinna, Melis ne, Pohlig ne, Loddo ne. All. Staico.
Milano: Pozzecco 15 (4/6, 1/5), Martelliano 10 (4/6, 0/6), Novati 1 (0/1), Picotti 12 (3/9, 1/2), Guarneri 14 (5/14, 0/1); Rossi 10 (4/7, 0/2), Trianti 2 (1/2, 0/2)), Giulietti (0/2), Canova ne. All. Pollice.

Tiri da 2: S 15/38, M 21/49; tiri da 3: S 2/8, M 2/18; tiri liberi: S 11/17, M 16/22; rimbalzi: S 37 (off 6, Fabbri 11), M 41 (off 14, Guarneri 11); assist: S 13 (Masic 4), M 11 (tre con 3); recuperi: S 4 (Gagliano 2), M 14 (Martelliano 4)

 

Ufficio Stampa Sanga Milano

Esordio di fuoco a Selargius. Pinotti: “Panchina determinante”

Milano 28 settembre 2017 – Primo appuntamento di campionato in arrivo per Il Ponte Casa d’Aste Milano, atteso dalla trasferta più che insidiosa sul parquet di Selargius: palla a due venerdì alle ore 16.

L’AVVERSARIO – La squadra sarda ha conservato alcune delle sue preziose veterane: Anna Lussu sempre in cabina di regia, Cinzia Arioli in guardia e le giovane Ilenia Cordola e Delia Gagliano in area colorata, oltre alla preziosa riserva dalla panchina Michela Laccorte, primo cambio delle guardie.

Importanti e di grande qualità le addizioni per il confermato coach Fabrizio Staico: in area colorata c’è la presenza rilevante di Valentina Fabbri, centro con militanza anche in A1 con Priolo e Napoli, dal perimetro occhio alla croata Mia Masic, tiratrice mancina di rara pericolosità. Mai banali, e spesso tiratissime, le sfide con le giallonere, basti pensare alla contesa thrilling al Cambini di tre stagioni fa finita con il successo milanese dopo un overtime grazie ai 40 punti di un’immensa Maffenini.

Coach Franz Pinotti

CASA SANGA – Il capitano Orange Giulia Maffenini non sarà della gara, così come la sempre solida Sara Canova, entrambe ferme ai box per oltre tre settimane. Un problema che coach Franz Pinotti vuole ovviare facendo leva sull’orgoglio ed un gran lavoro difensivo di tutto il gruppo: “Sarà una partita molto difficile, Selargius è squadra ricca di esperienza ma anche di talento e centimetri, in particolare quelli del nuovo arrivo Fabbri. Ci siamo concentrati in questi giorni proprio su come arginare questo problema, sarà fondamentale la nostra applicazione (e concentrazione) difensiva. La qualità di raddoppi e rotazioni, senza per questo concedere troppa libertà alle loro esterne che possono farci male dal perimetro. Mi aspetto anche un bel salto di qualità della panchina, è il momento per molte di loro di crescere e spiccare il volo. Penso che l’assenza delle nostre due principali realizzatrici potrà responsabilizzare di più tutta la squadra”.

MEDIA – Aggiornamenti sui canali social Sanga Basket, diretta video sulla pagina facebook Directa Sports Live TV (https://www.facebook.com/directasport/) e play-by-play sul sito ufficiale della Legabasketfemminile.

Ufficio Stampa Sanga Milano