U14M – Tigers – Nervianese 58-39

I Tigers classe 2002 tornano in campo desiderosi di riscatto dopo la partita persa di solo un punto contro Garegnano la scorsa settimana. Il primo quarto inizia a meraviglia con palle recuperate, grandi terzi tempi, nessun tiro libero sbagliato e belle azioni difensive da parte di tutte le tigri che mettono piede in campo.
I ragazzi di Nerviano non riescono a reagire e dopo dieci minuti il tabellone dice 21-2 a favore dei Tigers.

Durante il secondo quarto la squadra ospite cerca di recuperare, ma i padroni di casa non lasciano spazio alle giocate offensive avversarie e il divario non scende mai sotto la doppia cifra. Nuova fiammata Tigers e si va alla pausa lunga sul 35 a 15.

Al rientro in campo i tigrotti sono se possibile ancora più scattanti  e arrivano a mettere un distacco di 30 punti grazie a un bel gioco di squadra che dà spazio ad azioni corali di grande efficacia sul campo. Il ritmo é alto, forse troppo: gli avversari riescono a recuperare qualche punticino e iniziano a diminuire il grande svantaggio accumulato.

Nell’ultimo quarto la squadra di casa lascia ancora più spazio di azione agli avversari: molte palle perse, pochi rimbalzi presi e una difesa poco organizzata regalano punti facili ai ragazzi di Nerviano ma, nonostante tutto, il tentativo di rimonta non va a buon fine. La partita si chiude 58 a 39 per i ragazzi di Coach Buongiorno.

U14M Elite – Penultima giornata e la seconda fase Silver a un passo

La vittoria esterna contro Lesmo della nona giornata (57-81 il finale) rende i tigrotti dell’Under 14 padroni nel loro destino nell’ultima uscita della prima fase, per conquistare il diritto di giocare la seconda fase nel gruppo Silver: una vittoria contro Lierna, infatti, assicurerebbe il quarto posto nel girone e il prestigioso risultato.

La partita è forse tra le migliori disputate dagli orange finora, e comincia subito sui binari più congeniali ai Tigers: difesa forte sulle ottime individualità di Lesmo, con tanto sudore da parte di tutti e generosità negli aiuti, e tanta energia sul versante offensivo, dove finalmente si vedono meno 1vs1 insistiti e più dinamicità tanto nell’attaccare il ferro quanto nell’essere efficaci sugli scarichi. L’attenzione messa in campo da tutti i ragazzi genera subito uno strappo importante in termini di punti (9-27 a fine primo quarto), giovando al morale e permettendo ai ragazzi di coach Boninsegna di giocare spesso sulle ali dell’entusiasmo.

Purtroppo, in parte anche a causa delle molte energie spese da subito, l’attenzione cala leggermente nel secondo periodo, in cui i padroni di casa impensieriscono i ragazzi con una pressione a tutto campo che genera troppe palle perse, buona parte delle quali figlie prima della paura che di motivi tecnici. Con i punti racimolati, Lesmo riduce il divario e va così al riposo sul 33-46.

Nel terzo quarto i tigrotti limitano finalmente le palle perse, ma il canestro sembra restringersi per entrambe le squadre, nonostante alcune buone iniziative di squadra e una costante attenzione in difesa, così che si arriva a fine terzo quarto dopo un parziale da 13-14, che lascia di fatto inalterata la situazione, con un vantaggio buono ma da gestire con attenzione.

I tigrotti, fortunatamente, sembrano ignorare questi discorsi e entrano nell’ultimo periodo con la testa bassa e, dopo i primi minuti di studio, ritrovano l’entusiasmo del primo quarto nel limitare le iniziative dei padroni di casa e, per contro, trovare canestri facili in contropiede e con incursioni che premiano il lavoro di tutti. La partita si conclude sul 57-81, con tutti gli effettivi in campo e la panchina a incitare e supportare continuamente i cinque in gioco.

I motivi per essere contenti, come si diceva, sono più di uno: vedere finalmente un’ottima prestazione, come le ultime contro Lissone e Milanotre, premiata anche con il risultato rende giustizia al lavoro settimanale e allo sforzo di tutti i ragazzi, che con questa vittoria mettono anche una seria ipoteca sulla possibilità di giocarsi la seconda fase nel gruppo Silver, riservato a tutte le squadre classificate terze e quarte nei rispettivi gironi. Ciò che lascia più contenti, però, è probabilmente fatto che si riesca a vedere chiaramente il percorso di miglioramento dei ragazzi, a livello sia tecnico sia di consolidamento del gruppo, premesse con cui si può affrontare con fiducia l’ultima uscita contro Lierna e, dopo la sosta natalizia, la seconda fase.

U14M Elite: due referti gialli, ma a testa alta

La seconda e terza giornata di ritorno della prima fase ci vedono opposti, rispettivamente, a Lissone in casa e Milanotre in trasferta, probabilmente le due compagini meglio attrezzate dell’intero gruppo B, che già all’andata ci avevano dato parecchi grattacapi. L’unico messaggio lanciato ai ragazzi da parte dei coach Boninsegna e Buongiorno, per entrambe le gare, è quello di giocare forte ogni azione cercando di mettere in campo quanto fatto in settimana, senza cali di concentrazione e, soprattutto, di grinta.

Si può dire missione compiuta sotto questo punto di vista, nonostante i risultati non sorridano ai giovani Tigers.

Contro Lissone, in particolare, il passivo è abbastanza impietoso (48-84 alla fine) e non riflette la voglia messa comunque in campo dagli orange, travolti da una squadra dominante dal punto di vista fisico e atletico dal primo all’ultimo effettivo. Nonostante l’evidente squilibrio, i ragazzi cercano di lottare su ogni palla e di portare in campo la grinta mancata la settimana precedente a Settimo, e hanno sicuramente l’onore delle armi a prescindere dal tabellino finale.

La trasferta contro Milanotre, invece, parte subito su binari diversi, con un 7-0 per aprire le danze frutto di buon gioco di squadra, poche forzature e ottime percentuali al tiro, all’interno di una partita dai ritmi molto alti, che rimarranno tali fino alla fine. L’allungo si spinge fino al +10, ma lo sforzo prodotto e alcuni problemi di falli permettono ai padroni di casa di ricucire lo strappo e di portarsi sul 28-28 all’intervallo lungo.

La pausa sembra intorpidire i Tigers, che si dimenticano i buoni spunti creati fino a quel momento, concedendo canestri facili agli avversari in seguito a rimbalzi offensivi, scelte forzate e poca lucidità in attacco; i ragazzi di coach Colombo ne approfittano subito, e scavano un divario che si rivelerà fatale al termine, chiudendo il terzo periodo sul 44-32. L’ultimo quarto non lesina emozioni e ritmi sempre alti da entrambe le parti, con i tigrotti un po’ più in palla del quarto precedente e desiderosi di riportarsi a contatto (come dimostra il 48-42 con palla in mano) andando più forte a rimbalzo e attaccando più forte il ferro. Purtroppo Milanotre è brava a rintuzzare ogni attacco e, alla fine, ad approfittare dei pochi errori spesso figli della troppa foga degli orange, con la sirena finale che fa calare il sipario sul 64-56.

Il bicchiere mezzo vuoto, è bene dirlo subito, sono i due referti gialli, specie il secondo per com’è andata la gara, ma il bicchiere mezzo pieno è sicuramente l’atteggiamento con cui sono stati affrontati entrambi gli impegni: a viso aperto contro squadre toste e dotate tecnicamente e fisicamente, con la grinta nella testa in ogni azione e con la concentrazione finalmente accesa, anche se ancora non per 40 minuti di fila. Le sconfitte sono sempre indigeste, ma, pur consapevoli di dover ancora lavorare parecchio, possiamo comunque portare a casa parecchi spunti positivi, da un punto di vista sia tecnico sia mentale, su cui cercheremo di basare il lavoro in palestra in settimana per affrontare gli ultimi due impegni prima della sosta natalizia.

U14M Elite – Prima sconfitta nel girone di ritorno dopo un’andata con il coltello tra i denti

Dieci partite in altrettanti fine settimana, dalla metà di ottobre fino alle vacanze di Natale, sono tante, ma gli Under 14 Tigers si sono imbarcati in questa impresa forti della conquista sul campo del campionato Elite lo scorso maggio alle finali regionali.

Le prime cinque partite, il girone d’andata di questa prima fase, hanno visto un bilancio di 2 vittorie e 3 sconfitte, pagando a volte il nervosismo di trovarsi su un palcoscenico mai raggiunto finora e soffrendo contro compagini temibili e attrezzate da un punto di vista tecnico e atletico, ma dimostrando comunque di voler dire la loro a prescindere dal risultato finale. Si oscilla così da una prima sconfitta (40-46) contro Settimo Milanese in cui è la paura dell’esordio a farla da padrone a una vittoria alla quarta di andata contro Lesmo (70-68), dopo un supplementare di battaglia e lotta punto su punto per rispondere agli avversari.

Purtroppo questo meccanismo sembra incepparsi alla prima uscita del gironcino di ritorno, in casa dell’ostica Basket Settimo Milanese, in cui anche il 43-33 finale è specchio evidente di come sia stata contratta la partita da parte di tutte le Tigri scese in campo.

L’inizio è all’insegna delle incursioni dei padroni di casa, che ci costringono a falli e a conseguenti tiri liberi che conducono fino al 9-2 di metà quarto, quando una reazione fatta di difesa finalmente aggressiva e contropiedi permettono ai Tigers di chiudere il quarto sul 9-9. Nel secondo periodo la difesa sembra nuovamente allentarsi a tratti, porgendo il fianco agli 1 contro 1 dell’ottimo Merlini che non trovano risposta sul versante offensivo, concedendo un parziale di 14-5 che risulterà determinante fino alla fine.

Il secondo tempo, infatti, si muove interamente sul copione più congeniale ai padroni di casa, che trova spesso vita facile nell’attaccare il canestro e nel far valere il proprio peso a rimbalzo, mentre le Tigri riescono a graffiare solo in maniera discontinua la difesa di casa, più per poca lucidità e grinta che per effettivo divario tecnico rispetto agli avversari, comunque meritevoli di una vittoria che, da parte nostra, sarebbe stato bello cercare con un altro atteggiamento e senza timori reverenziali.

Se è vero che, citando Andre Agassi, “una vittoria non è così piacevole quanto è dolorosa una sconfitta”, ci sono tutti gli elementi per tornare in palestra e usare questa sconfitta come molla per lavorare con l’obiettivo di uscire a testa alta, con grinta e atteggiamento da Tigers, da tutte le partite che restano da qui a maggio.

Incontri disputati nel girone d’andata:

Tigers – Basket Settimo 40-46

APL Lissone – Tigers 89-51

Tigers – Milanotre 45-62

Tigers – Lesmo 70-68

Pol. Lierna – Tigers 53-92

Prima partita del girone di ritorno: Basket Settimo – Tigers 43-33