Alice è nel Paese delle Meraviglie…

Anche Alice Taverna, cresciuta nella “Cantera” del Sanga dopo una brevissima apparizione ancora “bimba” tra Geas e Basket Star, si accinge al suo quinto anno a stretto contatto con la serie A, facendone parte a pieno titolo e allenandosi ormai da anni, avendo giocato con atlete e donne eccezionali passate da Milano sponda Orange.

Debutto in A2 con Milano il 1 dicembre 2013 contro Biassono, e subito a segno con 2 punti in otto minuti.

Ma per ben due volte, contro Astro Cagliari prima e contro Alghero poi, tocca il suo record di 8 punti in 26 minuti (10 rimbalzi conquistati in questa partita) e 8 punti in 16 minuti, in serie A. Portando il bottino massimo a oggi di 34 punti segnati in 118 minuti totali.

E’ sempre Coach Pinotti a far la disamina delle giovani milanesi in queste giornate estive: “Alice è una di quelle giovani che fanno parlare poco di lei, ma sempre presente ed efficace quando occorre. Ha un cuore grande, anche se il carattere purtroppo la limita. Per Alice questo deve essere l’anno in cui maturare in personalità, il che significa imparare ad ascoltare e provare a mettere in pratica tutti i preziosi consigli che ha avuto la fortuna di ascoltare, in tutti questi anni, dai tanti allenatori giovanili e senior, e dalle tante giocatrici che ha avuto la non scontata possibilità di incontrare, alla sua giovane età. Niente da dire sul lavoro in palestra, ma deve aprire i propri orizzonti, perché il suo problema è proprio l’atteggiamento che deve cambiare. E Lei stessa il suo peggior avversario da battere. Quando ci riuscirà, e non le manca nulla per farlo, diventerà una giocatrice formidabile.

Noi tutti siamo a sua disposizione e ci crediamo. Il futuro è con Lei, a patto che… “ …

Ufficio Stampa Sanga Milano

U20 il Sanga costringe il Geas alla resa

Bella prova corale delle Tigri Nero-Arancio che non permettono alle Sestesi di espugnare il Palaiseo.

Le ospiti cominciano con un quintetto che piú alto non si puó, e assegnare le giuste marcature pare impresa ardua. Dopo un inizio sotto tono fatto di errori e ingenuitá, subendo l’impatto delle triple a freddo di Bonomi, bastano pochi buoni tiri per tenere a galla le padrone di casa. La girandola delle rotazioni da buone indicazioni a coach Piccinelli, e il secondo quarto viene giocato con la lama tra i denti da entrambe le formazioni che chiudono mantenendo inalterato il distacco del primo quarto.

Quello che succede nel secondo tempo ha a che fare con l’orgoglio e l’unitá di squadra e mentre le ospiti si disuniscono cercando soluzioni personali, le Orange sull’onda dell’entusiasmo e dei consigli del duo Piccinelli-Pinotti, trovano piú facilmente la strada del canestro, sfruttando spesso i 24 secondi fino al limite lottando a rimbalzo per una seconda e a volte terza chance.
L’ultimo periodo, avaro di punti da entrambe i lati, si conclude ancora a favore delle ragazze di casa, che possono festeggiare cosí i meritati due punti.

U20 SANGA MILANO-GEAS 42-34 (9-12, 19-22, 14-4)
Rossini 11, Zinghini 2, Perini, Falcone 2, Giulietti 4, Taverna, Albano 8, Scuto 2, Valli 5, Trianti, Castiglioni, Galiano 8. Allenatore: Andrea Piccinelli